Stampa

ETIOPIA

 

 

Etiopia - Localizzazione

Etiopia - Informazioni Generali

 

Superficie: 1.104.300 Km2
Capitale: Addis Abeba
Altre città principali: Nazret, Gondar
Popolazione: 96.96 milioni di abitanti (2014 – Banca Mondiale)
Lingua ufficiale: Amharico; diffusi italiano e inglese. Quest’ultimo, assieme all’Amharico, è spesso usato nel commercio.
Moneta: L’unità monetaria dell’Etiopia è il Birr etiopico (Birr), suddiviso in 100 centesimi.
Varie: L'Etiopia adotta il Calendario Giuliano, anticipato di 8 anni rispetto al sistema occidentale e formato da 12 mesi ciascuno, oltre ad un ulteriore periodo di 5 giorni; il primo giorno dell'anno è l'11 settembre.

Etiopia - Principali Indicatori Economici

 


2012a
2013a
2014b
2015b
2016c
2017c
PIL
PIL nominale in (miliardi di US$)
42,2
44,3b
52,9
58,2
62,3
66,9
PIL nominale (miliardi di Birr)
747,3
864,7
1,047,4a
1,253,7
1,449,1
1,662,4
Crescita reale del PIL (%)
8,6
10,5
9,9a
8,7
6,3
7,5
Spesa sul PIL (% reale)
Consumi privati
4,6
7,5
3,2a
4,0
2,5
7,0
Consumi pubblici
-0,3
4,0
5,3a
10,6
9,5
8,9
Investimenti lordi fissi
50,0
11,6
26,0a
7,0
10,5
7,8
Export di beni e servizi
-10,4
0,2
3,1a
1,9
4,1
4,3
Import di beni e servizi
28,6
0,8
13,9a
-4,1
5,8
6,3
Origine del PIL (% reale)
Agricoltura
4,9
7,1
5,4a
2,2
-6,8
4,8
Industria
19,6
24,1
21,2a
8,5
14,0
7,6
Servizi
9,9
8,8
11,8a
14,5
14,3
9,2
Demografia e reddito
Popolazione (m)
91,7
94,1
96,5a
99,4
101,9
104,3
PIL pro-capite (US$ a PPA)
1.263b
1.380b
1.501
1.604
1.685
1.804
Indicatori fiscali (% del PIL)
Entrate del settore pubblicod
15,5
15,9
15,1a
16,2
16,2
16,7
Spese del settore pubblicod
16,8
17,8
17,7a
18,1
19,0
19,7
Saldo del settore pubblicod
-1,3
-1,9
-2,6a
-1,9
-2,8
-3,0
Debito pubblico netto
40,3b
45,8b
48,6
47,8
50,4
53,5
Prezzi e indicatori finanziari
Tasso di cambio Birr-US$ (media)
17,70
19,50b
19,80
21,55
23,25
24,85
Tasso di cambio Birr- € (media)
22,76
25,90b
26,31
23,83
24,47
27,89
Prezzi al consumo (media;%)
22,9
8,1
7,4a
10,6
10,9
9,3
Tasso di interesse di prestito (media;%)
14,5b
12,0b
11,0
11,5
12,2
13,0
Conto corrente (US$ m)
Bilancia commerciale
-7.289
-9.126b
-11.337
-10.549
-11.196
-11.425
Merci: export fob
3.258
2.967b
3.26
2.856
3.037
3.495
Merci: import fob
-10.547
-12.093b
-14.597
-13.404
-14.233
-14.92
Bilancia dei servizi
-847
947b
517
521
560
393
Bilancia dei redditi
-97
-89b
-87
-99
-108
-118
Bilancia dei trasferimenti di conto
5.248
5.136b
5.863
5.401
5.412
5.473
Bilancia in conto corrente
-2.985
-3.132b
-5.044
-4.726
-5.332
-5.676
Debito estero (US$ m)
Stock di debito
10.462
12.557
16.095
17.43
19.968
23.51
Servizio del debito pagato
431
619
640
875
926
1.044
Rimborsi di capitale
328
503
486
679
672
638
Interesse
104
161
153
196
254
406
Riserve internazionali (US$ m)
Totale delle Riserve internazionali
2.262b
2.461b
2.857
2.634
2.805
3.014
a Attuale; b Stime EIU; c Previsioni EIU; d Esercizi chiusi al 7 luglio
Fonte: IMF, International Financial Statistic. Agg. 8 Dicembre 2015

Etiopia - Prospettive future

 

Il PIL dell’Etiopia cresce a due cifre ormai da qualche anno e entro il 2017 il Governo di Addis Abeba conta di diventare la terza economia africana. Sulla scia del Growth and Transformation Plan 2015-20, il governo punta a rafforzare i livelli di industrializzazione del paese, attraverso la promozione delle zone industriali incentrate su diversi segmenti produttivi come tessile e abbigliamento, pelle e conceria, prodotti chimici e farmaceutici. Altre interessanti opportunità sono da individuare nel settore agro-alimentare, nei trasporti e nelle costruzioni. L’Etiopia è inoltre la quarta maggiore economia del continente africano e punta a diventare la terza entro un paio d’anni, sopravanzando l’Angola. A precederla resterebbero, ben distanziate, Nigeria e Sud Africa.
Con una crescita del PIL non paragonabile a quella di altre economie dell'Africa orientale (5% in media nel periodo 2009-2013, 6% nel 2014, previsione di 6,5% per il 2015), si è posto l'obiettivo di diventare un paese a medio reddito entro il 2035, secondo il piano denominato Djibouti Vision 2035, redatto con l'assistenza tecnica della Banca Mondiale.

Etiopia - Settori produttivi

 

L'economia etiopica è ancora basata in modo predominante sull'agricoltura. Il caffè rappresenta la principale coltura commerciale, seguita da fiori recisi, semi oleaginosi e legumi. Il settore dei servizi rappresenta circa il 40%. Il settore manifatturiero risulta caratterizzato da industria leggera di piccola scala e artigianato locale e da imprese agroalimentari che hanno vissuto una dinamica di rapida espansione negli ultimi anni. Il settore minerario, infine, rappresenta soltanto lo 0,5% del PIL ed è principalmente incentrato sull'estrazione e sulla vendita di oro.
Nel 2014, l’agricoltura – che contribuisce al 40% sul PIL - è cresciuta del 5,4%; l’industria, che vale il 14% della ricchezza nazionale, ha incontrato un progresso del 21,2% mentre i servizi, che rappresentano il 45% del PIL, hanno messo a segno un miglioramento pari all’11,9%.
Il piano quinquennale di sviluppo economico, Growth and Transformation Plan (GTP), relativo al periodo 2011-2015 e varato recentemente dal Parlamento etiopico, prevede una consistente crescita del settore agricolo che dovrebbe rimanere il motore dello sviluppo economico del Paese per i prossimi cinque anni ed un'ulteriore crescita dell'industria che dovrebbe preparare la "rivoluzione industriale" da attuarsi nel quinquennio successivo.

Etiopia - Interscambio con l'Italia

 

L’interscambio commerciale con il nostro Paese è costantemente cresciuto negli ultimi anni, anche se rimane ancora fortemente concentrato e al di sotto delle potenzialità. Nel 2014 le esportazioni italiane in Etiopia hanno totalizzato circa 263 milioni di euro, in linea con i valori dell’anno precedente e sono incentrate su meccanica strumentale, mezzi di trasporto e apparecchi elettrici. Le importazioni italiane dall’Etiopia, sono invece aumentate del 9% rispetto al 2013, salendo a circa 56 milioni di euro. Nei primi otto mesi del 2015 le esportazioni italiane verso l’Etiopia sono in calo del 2,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre le importazioni dal paese sono aumentate del 4%. L’Italia è inoltre nono cliente e quinto fornitore dell’Etiopia a livello mondiale, secondo partner commerciale (primo fornitore e terzo cliente a livello europeo). Principalmente, esportiamo alla volta del Paese macchinari e apparecchiature di vario genere (rappresentano il 45% di tutto l’export), in particolare macchine industriali specializzate e di impiego generale. Il 17% di ciò che arriva dall’Italia è poi rappresentato da autoveicoli, rimorchi e semirimorchi. Nella direzione opposta, il 61% di merci che importiamo è costituito da prodotti del settore agricolo (caffè, semi oleosi e altre colture permanenti) e un restante 28% da manufatti dell’industria conciaria.

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT. 

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Etiopia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 216.259.262,00 € 209.343.162,00 € 210.851.961,00
Importazioni € 36.316.871,00 € 37.983.526,00 € 87.930.283,00

Etiopia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 251 prefisso per il Paese; 1 per Addis Abeba
Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’orario legale).

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi.
Visto d’ingresso: necessario, da richiedersi presso l’Ambasciata di Etiopia a Roma.
Il visto turistico può essere ottenuto anche all’arrivo all’aeroporto di Addis Abeba (ad eccezione dei cittadini italiani di origine eritrea i quali non possono avvalersi del rilascio del visto all’aeroporto).
Sulla base delle più di recenti disposizioni, all’aeroporto internazionale di Addis Abeba vengono  rilasciati, alla tariffa di 50 Dollari o il corrispettivo in Euro ( al momento 48€) visti turistici validi 30 giorni (in alcuni casi anche 90 giorni – da verificare prima della partenza con l’Ambasciata di Etiopia a Roma).

Settimana lavorativa:
UFFICI PUBBLICI: lunedì - giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30; il venerdì dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 13.30 alle 17.30.
BANCHE: Gli orari degli sportelli bancari sono i seguenti: lunedì - giovedì dalle 8.00 alle 11.00
e dalle 13.00 alle 16.00; il venerdì dalle 8.00 alle 11.30 e dalle 13.30 alle 16.00. L’orario
amministrativo delle banche: lunedì - giovedì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00;
venerdì dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 13.00 alle 17.00.
Negozi: lunedì - sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 o alle 20.00.

Carte di credito:
Le carte di credito sono generalmente utilizzabili solo negli alberghi principali mentre i traveller’s cheques non sempre sono accettati.

Principali festività:
Il Sabbath etiopico è la domenica.

Nel corso dell’anno i cristiani ed i mussulmani godono di numerose feste per celebrare le rispettive ricorrenze religiose. Inoltre, ogni chiesa ortodossa ha almeno un giorno di festa al mese.
1° gennaio: Capodanno;
7 gennaio: Natale etiope;
19 gennaio: Timket (Epifania etiope);
2 marzo: Anniversario della battaglia di Adowa;
marzo: Eid-al Adha (celebrazione del pellegrinaggio alla Mecca);
aprile: Venerdì Santo copto;
1° maggio: Festa del Lavoro;
5 maggio: Vittoria Patriottica;
28 maggio: Ricorrenza della caduta del vecchio regime;
giugno: Mouloud (Anniversario della nascita del Profeta);
11 settembre: Enkutatash (Capodanno etiope);
27 settembre: Meskal (Ritrovamento della Santa Croce);
Eid-al Fitr (fine del Ramadan). Festività copte.
La Pasqua etiopica, come quella degli europei, non ha una data fissa, così come le festività mussulmane si basano sul calendario lunare e le rispettive date variano di anno in anno.

Etiopia - Principali indirizzi utili

 


Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba: http://www.ambaddisabeba.esteri.it/
Ambasciata d’Etiopia a Roma: http://www.ethiopianembassy.it/
Ethiopian Investment Agency: www.ethioinvest.org 
Ethiopian Governmental Portal: http://www.ethiopia.gov.et/government
Ministry of Foreign Affairs: http://www.mfa.gov.et/