Stampa

ETIOPIA

 

 

Etiopia - Localizzazione

Etiopia - Informazioni Generali

 

Superficie: 1.104.300 Km2
Capitale: Addis Abeba
Altre città principali: Nazret, Gondar
Popolazione: 96.96 milioni di abitanti (2014 – Banca Mondiale)
Lingua ufficiale: Amharico; diffusi italiano e inglese. Quest’ultimo, assieme all’Amharico, è spesso usato nel commercio.
Moneta: L’unità monetaria dell’Etiopia è il Birr etiopico (Birr), suddiviso in 100 centesimi.
Varie: L'Etiopia adotta il Calendario Giuliano, anticipato di 8 anni rispetto al sistema occidentale e formato da 12 mesi ciascuno, oltre ad un ulteriore periodo di 5 giorni; il primo giorno dell'anno è l'11 settembre.

Etiopia - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
44.575
53.621
58.864
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
470
550
590
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
129.892
145.735
161.209
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
1.370
1.500
1.620
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
47.648
55.612
61.540
Crescita del PIL (% annua)
10,6
10,3
9,6
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
4,9
11,0
6,4
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
44,9
41,9
41,0
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
11,9
14,7
16,3
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
43,2
43,4
42,8
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
12,5
11,6
9,8
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
29,0
29,1
27,3
Investimenti lordi (% del PIL)
34,1
38,0
39,3
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
..
..
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
39
39
35
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
..
..
..
Gettito fiscale (% del PIL)
..
..
..
Scambi di merci (% del PIL)
39,8
42,2
37,2
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
953
2.132
2.168
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
3884,86
3585,11
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)
Crescita annuale del PIL (%) (blu)
2005 11,8
2010 12,6
2015 9,6
2016(*) 8,4
2017(*) 8,9
2018(*) 8,6
2019(*) 8,6

                                                       

(*) Previsioni

A basso reddito (rosso)
2005 6,6
2010 6,9
2015 4,8
2016(*) 4,7
2017(*) 5,6
2018(*) 6
2019(*) 6,1

Etiopia - Prospettive future

 

Secondo analisi dell’UniCredit, il mercato etiopico sarà uno di quelli che cresceranno più rapidamente nei prossimi cinque anni. Questa crescita sarà paragonabile a quella kenyana, mentre paesi come Sudafrica e Brasile stanno vivendo un periodo di stagnazione che potrebbe renderli meno appetibili per gli investitori. I fattori che supportano la previsione sono molteplici. L'economia etiopica non è basata sul petrolio o altre materie prime, c’è un aumento dell’industrializzazione e dell’imprenditorialità; inoltre il reddito della popolazione ha raggiunto un livello in cui  può accedere ai beni d’importazione. L’Etiopia ha due importanti vantaggi sul Kenya: una maggiore stabilità politica e un minor tasso di criminalità.

Il PIL dell’Etiopia cresce a due cifre ormai da qualche anno e entro il 2017 il Governo di Addis Abeba conta di diventare la terza economia africana. Sulla scia del Growth and Transformation Plan 2015-20, il governo punta a rafforzare i livelli di industrializzazione del paese, attraverso la promozione delle zone industriali incentrate su diversi segmenti produttivi come tessile e abbigliamento, pelle e conceria, prodotti chimici e farmaceutici. Altre interessanti opportunità sono da individuare nel settore agro-alimentare, nei trasporti e nelle costruzioni. L’Etiopia è inoltre la quarta maggiore economia del continente africano e punta a diventare la terza entro un paio d’anni, sopravanzando l’Angola. A precederla resterebbero, ben distanziate, Nigeria e Sud Africa.
Con una crescita del PIL non paragonabile a quella di altre economie dell'Africa orientale (5% in media nel periodo 2009-2013, 6% nel 2014, previsione di 6,5% per il 2015), si è posto l'obiettivo di diventare un paese a medio reddito entro il 2035, secondo il piano denominato Djibouti Vision 2035, redatto con l'assistenza tecnica della Banca Mondiale.

Etiopia - Settori produttivi

 

L'economia etiopica è ancora basata in modo predominante sull'agricoltura. Il caffè rappresenta la principale coltura commerciale, seguita da fiori recisi, semi oleaginosi e legumi. Il settore dei servizi rappresenta circa il 40%. Il settore manifatturiero risulta caratterizzato da industria leggera di piccola scala e artigianato locale e da imprese agroalimentari che hanno vissuto una dinamica di rapida espansione negli ultimi anni. Il settore minerario, infine, rappresenta soltanto lo 0,5% del PIL ed è principalmente incentrato sull'estrazione e sulla vendita di oro.
Nel 2014, l’agricoltura – che contribuisce al 40% sul PIL - è cresciuta del 5,4%; l’industria, che vale il 14% della ricchezza nazionale, ha incontrato un progresso del 21,2% mentre i servizi, che rappresentano il 45% del PIL, hanno messo a segno un miglioramento pari all’11,9%.
Il piano quinquennale di sviluppo economico, Growth and Transformation Plan (GTP), relativo al periodo 2011-2015 e varato recentemente dal Parlamento etiopico, prevede una consistente crescita del settore agricolo che dovrebbe rimanere il motore dello sviluppo economico del Paese per i prossimi cinque anni ed un'ulteriore crescita dell'industria che dovrebbe preparare la "rivoluzione industriale" da attuarsi nel quinquennio successivo.

Etiopia - Interscambio con l'Italia

 

L’interscambio commerciale, ancora al di sotto delle reali potenzialità e fortemente concentrato, è cresciuto costantemente negli anni, fino a raggiungere 365 milioni di euro nel 2015 (di cui 307 milioni di nostro export). L’Italia è il 9° cliente e 5° fornitore a livello mondiale; il 2° partner commerciale, 1° fornitore e 3° cliente a livello europeo. Circa la metà del nostro export è basato su macchinari e apparecchiature, in particolare macchine industriali specializzate e di impiego generale. Segue il comparto degli autoveicoli, rimorchi e semirimorchi. Per quanto riguarda le importazioni, esse si concentrano, per circa i due terzi, nel settore agricolo (caffè, semi oleaginosi e altri prodotti di colture permanenti) e per il restante terzo nelle produzioni conciarie e tessili. Questi dati non tengono conto del fenomeno delle triangolazioni (via Paesi del Golfo) e dei beni prodotti da aziende italiane presso stabilimenti in Paesi terzi (ad esempio, IVECO in Cina e Piaggio in India). (Fonte: Info Mercati Esteri)
 

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT. 

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Etiopia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 216.259.262,00 € 209.343.162,00 € 210.851.961,00
Importazioni € 36.316.871,00 € 37.983.526,00 € 87.930.283,00

Etiopia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 251 prefisso per il Paese; 1 per Addis Abeba
Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’orario legale).

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi.
Visto d’ingresso: necessario, da richiedersi presso l’Ambasciata di Etiopia a Roma.
Il visto turistico può essere ottenuto anche all’arrivo all’aeroporto di Addis Abeba (ad eccezione dei cittadini italiani di origine eritrea i quali non possono avvalersi del rilascio del visto all’aeroporto).
Sulla base delle più di recenti disposizioni, all’aeroporto internazionale di Addis Abeba vengono  rilasciati, alla tariffa di 50 Dollari o il corrispettivo in Euro ( al momento 48€) visti turistici validi 30 giorni (in alcuni casi anche 90 giorni – da verificare prima della partenza con l’Ambasciata di Etiopia a Roma).

Settimana lavorativa:
UFFICI PUBBLICI: lunedì - giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.30; il venerdì dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 13.30 alle 17.30.
BANCHE: Gli orari degli sportelli bancari sono i seguenti: lunedì - giovedì dalle 8.00 alle 11.00
e dalle 13.00 alle 16.00; il venerdì dalle 8.00 alle 11.30 e dalle 13.30 alle 16.00. L’orario
amministrativo delle banche: lunedì - giovedì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00;
venerdì dalle 8.30 alle 11.30 e dalle 13.00 alle 17.00.
Negozi: lunedì - sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 o alle 20.00.

Carte di credito:
Le carte di credito sono generalmente utilizzabili solo negli alberghi principali mentre i traveller’s cheques non sempre sono accettati.

Principali festività:
Il Sabbath etiopico è la domenica.

Nel corso dell’anno i cristiani ed i mussulmani godono di numerose feste per celebrare le rispettive ricorrenze religiose. Inoltre, ogni chiesa ortodossa ha almeno un giorno di festa al mese.
1° gennaio: Capodanno;
7 gennaio: Natale etiope;
19 gennaio: Timket (Epifania etiope);
2 marzo: Anniversario della battaglia di Adowa;
marzo: Eid-al Adha (celebrazione del pellegrinaggio alla Mecca);
aprile: Venerdì Santo copto;
1° maggio: Festa del Lavoro;
5 maggio: Vittoria Patriottica;
28 maggio: Ricorrenza della caduta del vecchio regime;
giugno: Mouloud (Anniversario della nascita del Profeta);
11 settembre: Enkutatash (Capodanno etiope);
27 settembre: Meskal (Ritrovamento della Santa Croce);
Eid-al Fitr (fine del Ramadan). Festività copte.
La Pasqua etiopica, come quella degli europei, non ha una data fissa, così come le festività mussulmane si basano sul calendario lunare e le rispettive date variano di anno in anno.

Etiopia - Principali indirizzi utili

 


Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba: http://www.ambaddisabeba.esteri.it/
Ambasciata d’Etiopia a Roma: http://www.ethiopianembassy.it/
Ethiopian Investment Agency: www.ethioinvest.org 
Ethiopian Governmental Portal: http://www.ethiopia.gov.et/government
Ministry of Foreign Affairs: http://www.mfa.gov.et/