Stampa

MOLDOVA

 

 

 

 

 

 

 

 

Moldova - Informazioni Generali

 

Superficie: 33.700 Km2
Popolazione: 3.554 milioni di abitanti (2015 – Banca Mondiale)
Capitale: Chişinău
Altre città principali: Tiraspol; Balti;, Cahul, Ungheni, Teghina, Ribnita.
Lingua: la lingua ufficiale è il moldavo, un dialetto rumeno che tra il 1941 e il 1989 è stato scritto con l’alfabeto cirillico. Il Russo è molto diffuso.
Religione: Chiesa Metropolitana Moldova, subordinata al patriarcato della Chiesa cristiano-ortodossa russa. Cristiano Ortodossi (93,3%); Protestanti (1,9%); Cattolici (0,5%) Atei (0,4%); altri (3,90%).
Moneta: Nel novembre 1993 è stato introdotto il Leu (pl. Lei) in sostituzione della precedente moneta, il Ban, per un valore di 1 leu=100 bani.

Moldova - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
8.806
9.105
7.956
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
2.470
2.560
2.240
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
18.552
19.686
19.204
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
5.210
5.540
5.400
Quota del reddito posseduto da più del 20%
9
10
..
PIL (milioni US $)
7.985
7.983
6.568
Crescita del PIL (% annua)
9,4
4,8
-0,5
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
4,1
6,4
9,6
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
14,8
15,5
14,4
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
17,1
17,2
14,4
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
68,1
67,3
71,2
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
43,3
41,5
43,3
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
80,6
78,5
74,2
Investimenti lordi (% del PIL)
24,7
26,1
22,7
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
29,8
30,9
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
7
7
6
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
45,8
38,8
37,1
Gettito fiscale (% del PIL)
18,4
19,8
..
Scambi di merci (% del PIL)
99,2
95,9
90,6
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
290
350
234
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
347,03
517,4
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

 

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 7,5
2010 7,1
2015 -0,5
2016* 2,2
2017* 2,8
2018* 3,3
2019* 3,7

Moldova - Prospettive future

 

Nel suo rapporto sulle Prospettive Economiche Globali, la Banca Mondiale stima una crescita economica per la Repubblica Moldova del 2,8% per il 2017, del 3,3% per il 2018 e del 3,7% per il 2019.
I valori stimati per il periodo 2017-2019 sono oltre la media della regione. Infatti, le stime per Europa e Asia Centrale (area in cui è inclusa la Repubblica Moldova) sono di una crescita economica media del 2,4% per il 2017, del 2,8 % per il 2018 e del 2,9 % per il 2019. 
Gli esperti della Banca Mondiale sostengono che la crescita economica registrata è sostenuta parzialmente da una lieve ripresa registrata nella Federazione Russa e Ucraina, alle quali è strettamente collegata l’economia moldava.
Lo scenario per la Repubblica Moldova prevede un peso del debito estero inferiore al 50 % nel PIL, un deficit fiscale che arriverà gradualmente al 2,5 % del PIL, un deficit di conto corrente sensibilmente ridotto e un abbassamento del tasso della povertà fino al 37,1% nel 2017 e al 33% nel 2018.  
 
La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ha migliorato la previsione di crescita del PIL della Moldova per il 2017, dal 2,5% al ​​3%. Tuttavia, per il 2018 gli esperti stimano una crescita dell'economia moldava del 3,5%. Nella precedente previsione, la BERS ha alzato la stima del PIL della Moldova per il 2017 dal 2 al 2,5%. In precedenza, anche il Fondo monetario internazionale (FMI) ha alzato le previsioni per la crescita del PIL della Moldova per il 2017, dal 3 al 4,5% e per il 2018 dal 3,6 al 3,7%. A marzo 2017, il ministero dell'Economia di Chisinau ha migliorato le prospettive di crescita del PIL della Moldova nel 2017 dal 3 al 4,5%, mantenendo allo stesso tempo la prevista della crescita del PIL per il 2018, al 3,5%.
Gli esperti ritengono che la struttura del  PIL cambierà nel seguente modo: la quota dell’industria aumenterà dal 14,8% al 15,3%, il commercio interno dal 13,5% al 13,9% e gli investimenti fissi lordi aumenteranno dal 22,4% al 22,9%.
 
Il contenimento del tasso di cambio contribuirà alla stabilità dei prezzi. Così l’inflazione prevedibile nel 2017 e 2018 scenderà al 5%.
La crescita degli investimenti negli attivi materiali a lungo termine è proiettata nel range di 6,3% che rilancerà l’economia, creerà posti di lavoro, aumenterà la competitività dei prodotti, aumenterà l’offerta interna ed aumenterà la produzione.
 
Il recupero della domanda esterna, l’aumento dell’offerta dei prodotti agricoli, degli investimenti per la modernizzazione e l’espansione della base tecnologica sono i fattori che, secondo il Ministero dell’Economia, consentiranno di aumentare le esportazioni annuali dell’8%.
 
L’aumento previsto dell’importazione sarà del 7% trainata dalla ripresa della domanda interna, in particolare per le materie prime da parte delle imprese, con un aumento degli investimenti nel comparto automotive e apparecchiature elettroniche. La quota maggiore delle importazioni sarà sulle risorse energetiche, soprattutto a causa dei prezzi instabili di gas e petrolio.
 
L’aumento dell’occupazione negli anni 2016-2018 sarà solo del 0,2%, mentre la produttività aumenterà del 4%.

Moldova - Settori produttivi

 

La Moldova ricopre una superficie di 33.700 km2 e il paesaggio si presenta collinare, ricco di fiumi e corsi d’acqua. Circa ¾ della superficie sono coltivabili, lo sfruttamento della terra ad uso agricolo ha avuto la priorità a lungo sulle altre attività, andando anche a incidere e deteriorare le condizioni ambientali. Le colture intensive sono inoltre responsabili per i livelli relativamente alti di nitrati rintracciabili nell’acqua potabile. La Moldova rappresentava la principale fonte regionale di frutta e verdura dell’URSS. Quello agricolo (con le relative industrie) continua a essere un settore economico importante nell'ambito dell'economia del Paese.
La dipendenza dalla Russia come un mercato di esportazione cruciale è stata una grave lacuna finora, sebbene il commercio con l'UE è ora in espansione.
L’agricoltura è il settore di maggior rilevanza, e le performance del paese restano strettamente collegate all’andamento annuale dei raccolti. L’industria dell’alcol e del tabacco è una delle più rilevanti per peso sulle esportazioni, ed il settore ha attratto molti investimenti esteri. Altri settori rilevanti per l’economia moldava sono l’industria del cibo e del tessile. Il settore industriale è stato invece duramente colpito dalla secessione del Transdniestr, sede delle industrie pesanti nella regione, e il suo contributo al PIL è sceso sensibilmente. L' agricoltura e le foreste rappresentano quindi circa il 21% del PIL, mentre l’industria conta per il 15,1 % e i servizi per il 63,9%.

Moldova - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Moldova nel 2016 sono state pari a € 206 milioni, in aumento sul valore del 2015 del 4%, mentre le importazioni dello stesso periodo sono ammontate a € 237,7 milioni, in aumento sul valore del 2015 (+11,7%). Il saldo della nostra bilancia commerciale è quindi negativo per un valore pari a € 31 milioni.
 
Le principali voci merceologiche del nostro export sono state “Tessuti (esclusi tessuti a maglia e all'uncinetto e rivestimenti tessili per pavimenti)” per un valore pari a € 27,7 milioni, in aumento sul 2015 (+88%), “Cuoio e pelle conciati e preparati; pellicce tinte e preparate” pari a € 15,4 milioni (-3,75) e “Tessuti a maglia” per € 9,6 milioni (-2%).
   
Le principali voci merceologiche del nostro import sono “Abbigliamento esterno confezionato in serie, di sartoria o confezionato su misura” per un valore pari a € 51,3 milioni, in aumento sul valore del 2015 (+ 7,7%), “Cereali (escluso il riso)” per € 46,3 milioni (+170%) e “Biancheria da letto, da tavola e per l'arredamento confezionata” per €19,2 milioni (-9%).

 

 
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.



Caricando dati...


Moldova - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00373 per il Paese;
2 Chişinău;
32 Benderi.

Fuso orario: 2 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich (3 ore in Transdniestr); 1 ora avanti rispetto all’Italia.

Passaporto: necessario con validità residua di almeno 6 mesi. Per le eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Visto di ingresso: dal 1 gennaio 2007 non è più richiesto per i cittadini dei Paesi dell’UE il visto d’ingresso per soggiorni inferiori a 90 giorni.
 
Formalità valutarie e doganali
In entrata: è possibile introdurre fino a un massimo di 5.000 Euro. Occorre denunciare con esattezza l’ammontare della valuta al momento dell’ingresso nel Paese.

In uscita: si può esportare valuta non superiore all’importo dichiarato in entrata.
Per  quanto concerne l’esportazione di beni a carattere culturale, storico o artistico, oggetti in metallo prezioso (con o senza pietre preziose), occorre ottenere l’autorizzazione scritta da parte delle Autorità moldove. L’esportazione non autorizzata di tali beni è considerata reato e si può essere perseguiti con la massima severità.

Documenti auto
Patente: Internazionale (modello convenzione di Vienna 1968)
Carta di circolazione: Si raccomanda all'automobilista visitatore di munirsi del certificato internazionale da accompagnare alla carta di circolazione nazionale.
Limite di velocità 40 km in città e 90 km fuori.

Assicurazioni
Assicurazione minima obbligatoria: l'assicurazione della responsabilità civile è obbligatoria per tutti i veicoli a motore di cilindrata superiore ai 50 cm3. I massimali minimi, sia per i residenti che per i visitatori, sono:

•  danni alle persone: illimitato
•  danni materiali: 180 MDL minimo, 180.000 MDL massimo.

Assicurazione a breve termine: si consiglia di stipulare una polizza "casco", con copertura contro il furto.

Situazione sanitaria: il personale è professionalmente preparato ma è scarsa la disponibilità di medicinali e macchinari. Infrastrutture insufficienti. Non esiste alcuna convenzione con l'Italia in materia di assistenza sanitaria.
Vaccinazioni: obbligatorie nessuna.
Zone a rischio: Regione della Transnistria.
Zone di cautela: in prossimità delle frontiere e periferie urbane.

Settimana lavorativa:
Uffici statali: lun-ven 8.00-12.00 – 13.00- 17.00
Uffici privati: lun-ven 9.00-13.00 – 14.00- 18.00
Negozi: 10.00 – 21.00 (domenica 10.00 – 15.00)
Banche: lun-ven 9.00 - 17.00
 
Valuta: la valuta ufficiale è il Leu, che viene suddiviso in 100 bani. Si trovano banconote da 200, 100, 50, 20, 10, 50 e 1 Leu; monete da 50, 25, 10, 5 e 1 bani. Le transazioni avvengono quasi esclusivamente via cash. La valuta estera più facilmente accettata per il cambio è il dollaro USA. Si può cambiare negli uffici di cambio e nei migliori alberghi. All’ingresso nel paese bisogna dichiarare la valuta straniera di cui si è in possesso, per poterla poi riesportare. Nella repubblica secessionista del Transdniestr è stata introdotta una valuta autonoma, il rublo del Transdniestr.

Carte di credito: carte di credito e traveller’s cheque sono accettati solo da poche banche
 
Numeri telefonici utili: Vigili del Fuoco 901, Polizia 902, Ambulanze 903.

 
Principali festività:
1° gennaio;

7-8 gennaio (Natale Ortodosso);
8 marzo (giornata internazionale delle donne);
26 marzo (Venerdì Santo)
Pasqua (variabile)
1 maggio (giornata del lavoro)
9 maggio (giornata della commemorazione e della vittoria);
27 agosto (giornata dell’Indipendenza);
31 agosto (giornata della lingua nazionale).

Moldova - indirizzi utili



AMBASCIATE E CONSOLATI

Ambasciata d’Italia
63, str. Vlaicu Parcalab, MD-2012, Chişinău
tel. +37 322266720; fax:+37 322243088/0037322266730

Ambasciata della Repubblica Moldova
Via F. Cherubini 27, 00135 Roma
tel. 06 47881022 – fax 06 47881092

CAMERE DI COMMERCIO

Camera di Commercio Italo-Moldava
Via Puskin, 47/1, bloc A-2, Chisinau
Tel.: 373 22 929005
Fax 373 22 211838

CCI-MD - Camera di Commercio e Industria Moldo-Italiana
Via Vlaicu Pircalab, 63, Chisinau,
5 –o piano, of. A2
Tel. 373.22.855.600, 855.601; Fax 373.22.855.666
info@ccimd.eu;: www.ccimd.eu

Camera di Commercio e Industria Della Repubblica Moldova
Via Stefan cel Mare,151, Chisinau
Tel. 373 22 22152; Fax 373 22 234425
camera@chamber.md; www.chamber.md

GOVERNO E AGENZIE

Presidenza della Repubblica di Moldova: www.presedinte.md
Governo della Repubblica di Moldova: www.gov.md
MIEPO-Promozione delle Esportazioni della Moldova: http://www.miepo.md/
AIIM - Associazione degli Imprenditori Italiani in Moldova: www.aiimd.org
Biroul National de Statistica: www.statistica.md

ORGANISMI INTERNAZIONALI

BERS in Moldova: www.ebrd.com/moldova.html
IFC in Moldova:  http://www.ifc.org/

ISTITUTI BANCARI

-