Stampa

SOMALIA

 

Immagine correlata

 

 

Somalia - Informazioni Generali


Superficie: 637.600 Km2

Popolazione: 9,1 milioni di abitanti (stima del 2009)

Capitale: Mogadiscio (1,6 milioni di abitanti)

Altre città principali:
Hargeisa (436.232 ab.)
Bossasso (108.016 ab.)
Gaalka`yo (85.252 ab.)
Berbera (71.151 ab.)
Borama (68.151 ab.)
Kismayu (66.921 ab.)
Laascaanood (40.579 ab.)
Garoe (38.636 ab.)

Clima: Il clima della Somalia è di tipo tropicale e subtropicale, con condizioni di aridità e di semiaridità. La temperatura media è di circa 28 °C, ma può presentare valori minimi che raggiungono gli 0 °C nelle zone montuose, e massimi di 47 °C lungo la costa. Lo spirare dei monsoni determina una stagione secca da settembre a dicembre, e una stagione piovosa da marzo a maggio. La media annua delle precipitazioni è di soli 280 mm.

Lingua: Somalo, Arabo, Italiano (nel sud), Inglese (nel nord).

Religione: Si registra una forte omogeneità sul piano religioso, con una percentuale di musulmani pari a oltre il 99%.

Moneta: La moneta della Somalia è lo scellino somalo (SoSh).

Somalia - Principali trattati Tabella

-

Somalia - Prospettive future

 

Il futuro del Paese dipende da un lato dal senso di responsabilità e da una reale volontà di governo e di buon governo da parte di chi ha vinto le ultime elezioni 2016 che comunque sono state elezioni solo apparentemente democratiche, perché nel Paese non è ancora stato fatto nemmeno un censimento; quindi non è la popolazione a votare ma dei delegati. Inoltre a gennaio 2017 dovrebbe essere eletto il nuovo presidente.

Inoltre la sconfitta di al-Shabaab (gruppo terroristico insurrezionalista islamista sunnita attivo in Somalia, nato intorno al 2006) è l’altro fattore necessario per dare un futuro, una speranza al Paese. Certo la situazione è migliore rispetto agli anni passati; anche se “il fattore tribale”, in questo caso lo scontro tra i clan, non è mai finito e finché non viene meno prima di tutto questo aspetto, cioè l’incapacità dei clan somali di organizzarsi e di condividere e spartire il potere nell’interesse di tutto il Paese, non c’è futuro stabile per la nazione che non può indefinitamente dipendere da aiuti internazionali e da eserciti stranieri.

Somalia - Settori produttivi


Gli effetti di una situazione di continuo conflitto, siccità, una successione di raccolti poveri e un rapido aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e del carburante hanno aggravato la condizione socio-economica somala. La Somalia è infatti tra i paesi più poveri al mondo. L’agricoltura e la pesca rappresentano i principali settori di impiego e fonte di reddito nazionale. La Somalia resta tuttavia strettamente dipendente dagli aiuti esterni e dalle rimesse degli emigrati.
La maggior parte del territorio somalo è desertico e semi-desertico e la siccità costituisce una minaccia costante. Le aree di savana, utilizzate per il pascolo e come combustibile, rappresentano circa il 60% della superficie totale. La coltivazione è possibile solo sul 13% del territorio e l’agricoltura è stabilmente impiantata solo su un ottavo di esso, principalmente sulle rive dei fiumi nel sud del Paese. La costa somala, la più estesa tra i Paesi africani, è ricca di risorse ittiche, anche se ne è attualmente impossibile una quantificazione.
Il settore manifatturiero è di dimensioni molto limitate è si basa principalmente sulla lavorazione di prodotti agricoli.
All’insorgere della guerra civile l’industria era ai primi stadi di sviluppo. Erano stati creati una fabbrica di cemento, un impianto per la lavorazione del cotone, un’industria conserviera per carne e pesce e uno stabilimento tessile. Altri insediamenti industriali comprendevano impianti per il trattamento di semi oleosi e la lavorazione della frutta, fabbriche per la concia delle pelli e la produzione di calzature e, infine, raffinerie di petrolio e di zucchero.

Somalia - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Somalia nel 2016 sono state pari a € 223,7 milioni, in aumento del 10,9% sul valore del 2015, mentre le importazioni sono state di € 68,3 milioni, in diminuzione del 18% sull’anno precedente.
Il saldo della bilancia commerciale è quindi positivo per € 155,4 milioni.
 
Le principali voci merceologiche del nostro export nel 2016 sono i “Prodotti della raffinazione del petrolio” per un importo pari a € 21,4 milioni, in sensibile calo annuale (-55,6%), “Macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l'imballaggio (incluse parti e accessori)” per € 12,4 milioni (+416%) e “Motori a combustione interna (incluse parti e accessori ed esclusi i motori destinati ai mezzi di trasporto su strada e ad aeromobili)” per € 11 milioni (-20%).
I principali comparti produttivi del nostro import sono “Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati mediante surgelamento, salatura ecc.” per € 37,8 milioni (+3,5%), “Prodotti della pesca e dell'acquacoltura in acqua di mare, salmastra, lagunare o in acque dolci” per un valore di € 6,7 milioni (+34%) e “Olio raffinato o grezzo da semi oleosi o frutti oleosi” per € 6,5 milioni (-67,5%).

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Somalia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 7.684.279,00 € 2.855.576,00 € 10.346.964,00
Importazioni € 0,00 € 3.499,00 € 1.077.901,00

Somalia - Informazioni di viaggio


Prefissi internazionali: 00 252 prefisso per il Paese; 1 Mogadiscio.

Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’orario legale).

Documenti: Passaporto in corso di validità.

Visto: E’ richiesto il visto di soggiorno.

Vaccinazioni:
Polio, tifo, epatite A e B, tetano, malaria, febbre gialla e difterite.
I rimpatri d’emergenza o sanitari vengono effettuati esclusivamente e previa specifica polizza assicurativa con le compagnie d’assicurazione Flying Doctors, AMREF, AAR, ecc.
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

Principali festività:
1° gennaio (Capodanno)
Id al-Fitr
Id al-Adha
Ashura
1° maggio (Festa del Lavoro)
26 giugno (Independence Day)
1° luglio (Festa della Repubblica).

Somalia - indirizzi utili




AMBASCIATA D’ITALIA MOGADISCIO
C/O Aeroporto internazionale Mogadiscio
Telefono:+252 (0) 61 6584765; +252 (0) 61 7657975; +252 (0) 252 61 6112097
E-mail: somalia.ambasciata@esteri.it

AMBASCIATA D’ITALIA NAIROBI
United Nations Crescent
P.O. Box 63389 - 00619 Muthaiga - Nairobi, Kenya
Telefono:+ 254 (020) 5137500; FAX +254 (0) 703136286
Cellulare di reperibilità: +254 (0) 722 514 327