Stampa

AUSTRALIA

 

Australia - Informazioni Generali

 

Superficie: 7.682.400 km²
Popolazione: 23,13 milioni (2013)
Capitale: Canberra (419.000 abitanti – 2013)
Altre città principali (2013)
Sydney: 4,757.000 abitanti
Melbourne: 4,348.000 abitanti
Brisbane: 2,238.000 abitanti
Perth: 1,972.000 abitanti
Adelaide: 1,292.000 abitanti
Clima: Temperato al Sud; tropicale o subtropicale al Nord; caldo e secco all’interno.
Lingua: La lingua ufficiale è l’inglese, sono tuttavia diffuse anche le lingue native dei diversi gruppi etnici.
Moneta: L’unità monetaria dell’Australia è il Dollaro Australiano (AUD), suddiviso in 100 cents.

Australia - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
1.514.269
1.516.201
1.428.518
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
65.500
64.620
60.070
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
1.027.027
1.057.170
1.078.157
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
44.430
45.060
45.320
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
1.563.951
1.454.675
1.339.141
Crescita del PIL (% annua)
2,4
2,5
2,2
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
-0,2
1,4
-0,7
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
2,5
2,4
2,5
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
26,9
27,1
25,6
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
70,7
70,5
71,9
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
19,8
20,9
19,8
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
21,1
21,4
21,2
Investimenti lordi (% del PIL)
28,4
27,2
26,6
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
24,6
24,6
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
2,5
2,5
2,5
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
156,5
165,9
177,3
Gettito fiscale (% del PIL)
22,2
22,2
..
Scambi di merci (% del PIL)
31,7
32,9
29,6
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
53.997
45.979
38.639
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 3,2
2010 2,4
2015 2,5
2016* 2,9
2017* 3
2018* 3,1
2019* 3,2

Australia - Prospettive future

 

La Banca Centrale Australiana (Reserve Bank of Australia RBA) ha confermato le stime di crescita per i prossimi anni. In particolare si è passati da una crescita su base annua collocabile nel range 2,5/3,5% nel 2017 ad un PIL compreso nella forchetta 3/4% entro il 2018. Il ritmo di crescita dell’economia australiana, stando alle valutazioni della RBA, è considerato superiore alle stesse stima di crescita potenziale.
La nuove previsioni sull’andamento dell’economia australiana sono contenute nel report diffuso dalla RBA (Statement on Monetary Policy) in cui sono commentate le decisioni di politica monetaria del board del 2 agosto 2016. In quella circostanza la banca centrale australiana decise di abbassare i tassi dello 0,25%. Il costo del denaro passò così all’1,50% dall’1,75% precedente. La decisione della RBA era ampiamente attesa. Il taglio dei tassi deciso in agosto è stato il secondo in quell’anno e la decisione di optare per una mossa simile è stata causata dal dato sull’inflazione. L’indice dei prezzi al consumo dell’Australia, infatti, ha registrato un calo ben al di sotto del target desiderato tra il 2% e il 3%.
Secondo la RBA, è molto probabile che l’inflazione possa restare al di sotto del target di riferimento fino al 2018.

Australia - Settori produttivi

 

L’attività economica australiana è maggiormente concentrata sulla fascia costiera orientale, dove vive la gran parte della popolazione. Dal punto di vista della suddivisione territoriale, il PIL australiano proviene principalmente dallo Stato del New South Wales, seguito dal Victoria e dal Queensland.

Australia - Interscambio con l'Italia

 

L’Australia rappresenta il 5° mercato di esportazione italiano nell’area dell’Asia/Oceania (dopo Cina, Hong Kong, Corea del Sud e Giappone) ed è inoltre il Paese dell’area Asia/Oceania con cui l’Italia registra il più elevato saldo positivo della bilancia commerciale.
Nel 2015 il valore delle importazioni australiane dall’Italia sono ammontate a 3,9 miliardi di Euro, in flessione del 4,5% rispetto al 2014 , con una quota di mercato dell’Italia pari al 2,2% (era il 2,4% nel 2014), mentre le esportazioni australiane sono ammontate a 490 mln. Euro. L’Italia è l’11° Paese fornitore dell’Australia ed il 3° tra i Paesi fornitori Europei (dopo Germania e Regno Unito).
Il saldo della bilancia commerciale Australia/Italia è sfavorevole all’Australia con un disavanzo commerciale nel 2015 pari a 3,4 miliardi di Euro, in flessione rispetto al 2014 di circa il 6,6%.

Nel primo semestre 2016 le importazioni australiane dall’Italia sono ammontate a 1,9 miliardi di Euro in lieve flessione dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. L’Italia con una quota di mercato del 2,3% ha mantenuto l’undicesima posizione tra i principali paesi fornitori. Le esportazioni australiane verso l’Italia sono invece diminuite del 9,7% attestandosi a 237 mln. Euro, cifra che rappresenta lo 0,3% del totale esportato dall’Australia e che vede l’Italia al 29mo posto tra i mercati di destinazione. Il saldo della bilancia commerciale evidenzia nel periodo in esame un disavanzo commerciale per l’Australia, pari a 1,6 miliardi di Euro in lieve aumento dello 0,75% rispetto al disavanzo registrato nello stesso periodo del 2015. (Fonte ICE Sydney)

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomatanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV Tabella (Principali prodotti esportati dall'Italia) sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Australia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 3.030.088.328,00 € 3.045.669.484,00 € 3.162.433.130,00
Importazioni € 479.219.255,00 € 676.740.618,00 € 1.329.478.701,00

Australia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali:
0061 per il Paese;
2 Sydney e Canberra;
7 Brisbane e Cairns;
3 Melbourne, Hobart e Launceston;
8 Adelaide, Perth, Darwin, Alice Spring e Ayers Rock.

Fuso orario: numero di ore in avanti rispetto al meridiano di Greenwich (orario estivo tra parentesi):
- Nuovo Galles del Sud, Tasmania, Victoria e Australian Capital Territory: 10 (11); 9 (10) rispetto all’Italia;
- Queensland: 10; 9 rispetto all’Italia;
- Territori del Nord: 9,5; 8,5 rispetto all’Italia;
- Australia del Sud: 9,5 (10,5); 8,5 (9,5) rispetto all’Italia;
- Australia Occidentale: 8; 7 rispetto all’Italia.

Documenti: Per l’ingresso in Australia occorre il passaporto in corso di validità ed il visto. Il visto per soggiorni lavorativi vale fino a 12 mesi, consente solo occupazioni saltuarie ed è a pagamento. Il visto turistico vale un anno e permette una permanenza massima di 90 giorni dalla data di ciascun arrivo ed è gratuito. Si ottiene al momento della prenotazione aerea o tramite l'Ambasciata d'Australia a Roma.

 
Settimana lavorativa:
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00
UFFICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00
NEGOZI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.30 (nelle principali città restano aperti fino alle ore 21.00); il Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Principali festività:
1° gennaio (Capodanno);
28 gennaio (Festa dell’Australia);
Venerdì santo;
Lunedì di Pasqua;
25 aprile (Anzac Day);
10 giugno (festeggiamenti per il compleanno della Regina Elisabetta, eccetto nel Western Australia);
25 dicembre (Natale);
26 dicembre (Boxing Day; Giorno della Proclamazione in South Australia).

Australia - Principali trattati

Accordo relativo ai servizi aerei

In vigore dal 10/05/63, l’accordo ha una durata illimitata ed è inserito in G.U. n. 168 del 24/06/63.

 
 

Accordo di emigrazione e stabilimento con scambio di note

In vigore dall’8/06/71, l’accordo prevede diverse forme di emigrazione dei cittadini italiani verso l’Australia e garantisce condizioni di parità nei rapporti di lavoro.

 
 

Accordo per evitare le doppie imposizioni sui redditi derivanti dall`esercizio del trasporto aereo internazionale

In vigore dal 9/04/76, l’accordo ha durata illimitata con denuncia entro il 30/06 di ogni anno solare.

 
 

Scambio di note relativo al trasferimento delle pensioni con due allegati

In vigore dal 2/11/72.

 
 

Accordo di cooperazione culturale

In vigore dal 28/05/75, l’accordo ha durata indeterminata con denuncia a 180 giorni.

 
 

Convenzione per evitare le doppie imposizioni e prevenire le evasioni fiscali in materia di imposte sul reddito, con protocollo

In vigore dal 5/11/85, provvedimento nazionale L. n. 292 del 27/05/85 in G.U. n.144 S.O. del 21/06/85, la convenzione ha durata di cinque anni con denuncia a sei mesi. Si applica alle persone che sono residenti di uno o di entrambi gli Stati contraenti, esclusivamente in relazione alle imposte sul reddito prelevate per conto di ciascuno degli Stati, qualunque sia il sistema di prelevamento. Le imposte attuali cui si applica sono: per l’Australia l’imposta australiana sul reddito-australian income tax, ivi compresa l’imposta supplementare sull`ammontare non distribuito degli utili distribuibili di una società privata; per l’Italia l’imposta sul reddito delle persone fisiche e l’imposta sul reddito delle persone giuridiche, ancorché riscosse mediante ritenuta alla fonte.

 
 

Accordo di cooperazione economica e commerciale, con scambio di note aggiuntivo

In vigore dal 26/09/84, l’accordo ha durata di cinque anni con rinnovo tacito.

 
 

Trattato di estradizione

In vigore dal 1/08/90, provvedimento nazionale L. n. 12 del 2/01/89 in G.U. n.20 S.O. del 25/01/89, l’accordo ha durata illimitata.

 
 

Accordo di reciprocità in materia di assistenza sanitaria, con dichiarazione di intenti

In vigore dall’1/09/88, provvedimento nazionale L. n. 226 del 7/06/88 in G.U. n.147 S.O. del 24/06/88, l’accordo è in vigore dal 1/09/88 ed ha durata indeterminata con denuncia ad un anno.

 
 

Accordo in materia di sicurezza sociale

In vigore dall’1/09/88, provvedimento nazionale L. n. 225 del 7/06/88 in G.U. n.147 S.O. del 24/06/88, l’accordo ha durata indeterminata con denuncia ad un anno.

 
 

Intesa amministrativa tra il governo italiano e il governo del Victoria in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali, con allegato

In vigore dal 1/10/88 comunicato in G.U. n. 24 S.O. del 30/01/89.

 
 

Trattato di mutua assistenza in materia penale

In vigore dal 1/04/94, provvedimento nazionale L. n. 303 del 24/07/93 in G.U. n. 194 S.O. del 19/08/93.

 
 

Accordo di cooperazione scientifica relativamente all’Antartico, con allegato

In vigore dal 10/08/92 comunicato in G.U. n. 87 S.O. del 15/04/94.

 
 

Memorandum d’intesa per la cooperazione in materia di ricerca scientifica e di tecnologia, con tre annessi

In vigore dal 13/12/93 in G.U. n.164 S.O. del 15/07/94, l’accordo ha durata di cinque anni con denuncia a sei mesi.