Stampa

BAHRAIN

Risultati immagini per animated flag BAHRAIN

 

 



Bahrain - Informazioni Generali

 

Il Regno del Bahrain (in arabo Mamlakat al-Barayn), più comunemente Bahrein, che significa "Regno Dei Due Mari", è un arcipelago del Golfo Persico. Le acque territoriali confinano a ovest con quelle dell'Arabia Saudita e a sud con quelle del Qatar. L'isola più importante è Bahrain, che insieme alle isole Sitrah e al-Muharraq forma il nucleo più importante dell'arcipelago. Si ricordano anche le piccole isole di Nebin Salih, il penitenziario di Jidda, Umm al-Nasan. A sud-est si estende, inoltre, l'arcipelago Huwar.

Superficie: L'arcipelago è composto di 33 isole; Bahrain è l’isola principale (720 Km2) ed è collegata con un viadotto all’Arabia Saudita.
Popolazione: 1.377.237 milioni di abitanti (2015 - Banca Mondiale)
Capitale: Manama
Altre città principali: Mhuarraq, Rifa’a, Sitra, Mina Salman.

Lingua ufficiale: Arabo, ma la maggioranza della popolazione conosce anche l’inglese per ragioni commerciali.
Moneta: L’unità monetaria del Bahrain è il Dinaro del Bahrain (BHD), suddiviso in 1.000 fils, totalmente convertibile. Dal 1980, la valuta del Bahrein è agganciata al dollaro statunitense, come gli altri paesi del GCC (ad eccezione del Kuwait). Il Bahrein ha reiterato il suo impegno a mantenere invariato il suo regime di peg nel prossimo futuro, anche in vista della creazione di una unione monetaria con Arabia Saudita, Kuwait e Qatar.

Bahrain - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
28.199
28.075
27.319
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
20.900
20.610
19.840
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
50.447
51.242
53.239
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
37.380
37.620
38.660
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
32.539
33.388
31.126
Crescita del PIL (% annua)
5,4
4,4
2,9
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
0,4
-1,7
-9,4
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
0,3
0,3
0,3
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
47,9
46,5
40,3
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
51,8
53,2
59,4
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
74,5
72,1
..
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
46,8
44,7
..
Investimenti lordi (% del PIL)
17,1
16,5
..
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
24,0
..
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
9,3
9,3
9,3
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
79,2
76,2
90,9
Gettito fiscale (% del PIL)
1,1
..
..
Scambi di merci (% del PIL)
108,4
103,1
67,1
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
989
958
-1.463
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 6,8
2010 4,3
2015 2,9
2016* 2
2017* 1,8
2018* 2,1
2019* 2,4

Bahrain - Prospettive future

 

Per i periodo 2015-2019 il Bahrain cercherà di diversificare la propria economia, stimolando la crescita del settore privato, gli investimenti esteri e la disoccupazione.

Si prevede che il deficit sarà in media 7,3% del PIL nel 2017-2019.
Le sfide politiche più immediate sono: correggere gli squilibri di bilancio e stabilizzare il debito pubblico e contemporaneamente bilanciare crescita e sostenibilità del debito. D'altra parte, nel lungo periodo, la sfida è quella di ridurre la dipendenza fiscale sulle entrate petrolifere e riprendere una robusta crescita economica.

Bahrain - Settori produttivi

 

In passato è stato un importante centro per la raccolta delle perle.
Questo comparto è ancora oggi sostenuto con programmi governativi e le perle naturali sono vendute fuori dal Paese. Tra l’altro le perle per noi non sono solo un fenomeno economico, ma fanno parte dell’identità nazionale. Nel 2012 l’area chiamata “Pearling: Testimony of an island economy” è entrata a far parte della lista dei siti patrimonio dell’umanità stilata dall’Unesco.
Il collasso del mercato mondiale delle perle ha coinciso con la scoperta del petrolio nel 1932, facendo sì che l’emirato divenisse il primo Stato arabo a sfruttare le risorse di idrocarburi.
 
Tuttavia la limitatezza di queste ultime, rispetto ad altri Paesi limitrofi, ha costretto il Governo a diversificare e ampliare la base economica di fondo.
 
Il Bahrein è un’economia fortemente diversificata e la più libera di tutta la regione del Medio Oriente e Nord Africa (Mena) e al tredicesimo posto nel mondo, tra USA e Regno Unito. Rispetto ad altri Paesi del Golfo, il settore finanziario e manifatturiero hanno un peso assai superiore. Per esempio, la produzione di alluminio è significativa, e il regno è, insieme alla Malesia, uno dei più importanti centri della finanza islamica. Si punta sempre di più sul turismo, internazionale ma anche arabo. I costumi relativamente liberali del Bahrein (riguardo l’alcol, ad esempio) attraggono molti sauditi, che devono solo attraversare i 12 km del ponte King Fahd per raggiungere Manama.
 
Il settore turistico, sebbene abbia risentito delle turbolenze del 2011, ha avuto un discreto rimbalzo negli anni successivi e contribuisce ad oltre il 5% del PIL.
Da più di un decennio, inoltre, Manama sta puntando fortemente sul manifatturiero, offrendo facilitazioni allettanti per le imprese che decidono di produrre in Bahrein ed esportano nella regione e non solo. In generale, il Paese ha cominciato prima di altri ad affrancarsi dalla tirannia dei petrodollari: insieme all’Oman, infatti, è l’unico stato arabo del Golfo a non far parte dell’Opec.

Bahrain - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Bahrein nel 2016 sono state pari a € 264,1 milioni, in crescita annuale del 30,6%, mentre le importazioni sono ammontate a € 123,2 milioni (+56%).
Il saldo della bilancia commerciale è positivo per € 140,9 milioni.
 
Le principali voci del nostro export del 2016 sono “Prodotti in calcestruzzo per l'edilizia” per € 18,6 milioni, in grande crescita sul 2015, “Autoveicoli” per € 18,6 milioni (+22,3%) e “Imbarcazioni da diporto e sportive” per un valore di € 17,2 milioni.
Le principali voci dell’import italiano sono “Prodotti della raffinazione del petrolio” per € 62,8 milioni (+101,2%), “Alluminio e semilavorati” per € 44,1 milioni (+37,8%) e “Lastre, fogli, tubi e profilati in materie plastiche” per un importo di € 10,1 milioni (-7,3%).
   
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Bahrain 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 110.524.196,00 € 133.841.837,00 € 172.042.741,00
Importazioni € 76.448.211,00 € 159.450.233,00 € 227.382.494,00

Bahrain - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali
00 973 prefisso per il Paese

Fuso orario
3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’ora legale)

Documentazione necessaria per l'ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con  validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell'arrivo nel Paese.
Visto turistico: ottenibile all'aeroporto di arrivo dietro pagamento di una tassa di BHD 25 (circa 61 Euro) e valido per 2 settimane di permanenza, prorogabili sino ad un massimo di giorni 90, previo pagamento di una soprattassa. E’ stato inoltre istituito un sito web del Ministero dell’Interno del Bahrein per il rilascio del visto informatizzato (“eVisa”), consultabile al seguente indirizzo: www.evisa.gov.bh
Si segnala che i controlli alle frontiere di ingresso sono stati resi più stringenti. Il visto continua ad essere rilasciato all’arrivo in aeroporto ma i controlli sono attualmente più approfonditi e lunghi, e vi sono stati casi di negazione del visto di ingresso a cittadini italiani e dell’Unione Europea per non meglio precisati “motivi di sicurezza”.

Settimana lavorativa
ATTIVITÀ COMMERCIALI: dal Venerdì al Mercoledì dalle ore 7.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00; il Giovedì dalle ore 7.30 alle ore 12.30
UFFICI STATALI: dal Venerdì al Mercoledì dalle ore 7.00 alle ore 14.15; il Giovedì dalle ore 7.00 alle ore 14.00
BANCHE: dal Venerdì al Mercoledì dalle ore 7.30 alle ore 12.00; il Giovedì dalle ore 7.30 alle ore 11.00

Carte di credito
Le carte di credito principali e gli assegni sono accettati ovunque

Principali festività 2015
1° gennaio (Capodanno);
3 gennaio (compleanno del Profeta Mohammed);
1° maggio (Festa del Lavoro);
17 luglio settembre (Eid al-Fitr);
23 settembre (Eid al-Adha);
14 ottobre (Nuovo anno islamico);
23 ottobre (Ashura);
17 dicembre (Festa Nazionale)

Le feste profane, quali Capodanno e la Festa nazionale si rifanno al calendario gregoriano.

Per quanto riguarda invece le festività islamiche esse variano ogni anno secondo il calendario lunare. Dal momento che il calendario lunare Hijra è più corto di 11 giorni rispetto al calendario Gregoriano, ogni anno le feste islamiche cadono approssimativamente 11 giorni prima dell’anno precedente. Le date precise sono comunque conosciute solo poco prima della loro celebrazione, dal momento che dipendono dalle fasi lunari.

Bahrain - Principali indirizzi utili

 

Ambasciata d’Italia a Manama: www.ambmanama.esteri.it
ICE Qatar: www.ice.gov.it/paesi/asia/qatar/ufficio.htm (L'Ufficio fornisce servizi di assistenza e informazione anche per il Bahrain)
Ministry of Commerce & Industry: www.moic.gov.bh
Ministry of Finance: www.mofne.gov.bh
Bahrain Customs Affairs: www.bahraincustoms.gov.bh
Central Bank of Bahrain: www.cbb.gov.bh
Bahrain Economic Development Board: www.bahrainedb.com
Bahrain Chamber of Commerce & Industry www.bcci.bh
Bahrain Association of Banks: www.banksbahrain.org
Bahrain Bourse: www.bahrainbourse.com.bh
 
In Italia non è presente l’ambasciata del Bahrain e non vi sono sedi consolari. I cittadini italiani possono rivolgersi alle ambasciate del Bahrain a Londra e a Parigi. In ogni caso i cittadini italiani possono ottenere un visto di 2 settimane (ed estendibile per altre 2 settimane) al loro arrivo in Bahrain o tramite il sito internet dedicato ai visti del ministero degli Interni (www.evisa.gov.bh).