Stampa

GABON

 

 

Gabon - Localizzazione




 

Gabon - Informazioni Generali

 

Superficie: 267.667 km2

Capitale
: Libreville

Altre città principali:
Port-Gentil, Masuku Franceville, Lambaréné, Oyem, Tchibanga, Mouila.

Popolazione
: 1.688.000 abitanti (2014 – Banca Mondiale).

Lingua
: quella ufficiale è il Francese. Altre lingue sono il Fang, Myene e diversi dialetti Bantu.

Moneta

Il Paese è membro della Communaute Economique et Monetaire de l’Afrique Centrale (CEMAC), la quale ha adottato una moneta regionale: il Franco CFA (Cooperation Financiarie en Afrique centrale).

Gabon - Principali Indicatori Economici

 


2012a
2013a
2014a
2015b
2016c
2017c
PIL
PIL nominale in (milioni di US$)
17.685
17.205
17.228
12.409
12.472
14.123
PIL nominale (miliardi di CFAfr)
9.029
8.5
8.518
7.36
7.773
8.253
Crescita reale del PIL (%)
6,5
4,3
4,3
1,4
2,4
2,2
Spesa sul PIL (% reale)
Consumi privati
2,3
30,3
6,6
1,0
3,1
2,0
Consumi pubblici
18,0
2,8
4,3
0,6
4,5
1,8
Investimenti lordi fissi
14,3
12,4
-6,6
1,6
2,5
3,1
Export di beni e servizi
3,2
0,7
-0,6
-3,4
-0,9
0,1
Import di beni e servizi
8,2
-5,1
-6,3
-2,5
3,7
3,0
Origine del PIL (% reale)
Agricoltura
-7,9
9,4
7,0
4,0
1,9
1,2
Industria
3,6
-26,3
-0,3
-7,2
-0,7
-0,5
Servizi
10,9
13,6
6,5
5,9
4,0
3,5
Demografia e reddito
Popolazione (m)
1,6
1,7
1,7
1,7
1,8
1,8
PIL pro-capite (US$ a PPP)
17.589
18.181
18.79
18.882
19.17
19.584
Indicatori fiscali (% del PIL)
Entrate del settore pubblico
29,2b
30,8b
30,5b
28,7
29,1
30,0
Spese del settore pubblico
26,8b
29,1b
31,9b
31,9
32,4
32,2
Saldo del settore pubblico
2,4b
1,7b
-1,3b
-3,2
-3,3
-2,1
Debito pubblico
19,7
26,7
28,5b
38,3
40,8
37,5
Prezzi e indicatori finanziari
Tasso di cambio CFAfr -US$ (media)
510,5
494,0
494,4
593,1
623,2
584,4
Tasso di cambio CFAfr - € (media)
656,0
656,0
656,0
656,0
656,0
657,0
Prezzi al consumo (media;%)
2,7
0,5
4,7
0,5
1,6
1,9
Tasso di interesse di prestito (media;%)
15,0b
15,0b
15,0b
15,3
15,5
16,5
Conto corrente (US$ m)
Bilancia commerciale
6.667b
6.008b
5.783b
2.945
3.216
3.695
Merci: export fob
9.266b
8.946b
8.872b
5.451
5.857
6.737
Merci: import fob
-2.599b
-2.938b
-3.089b
-2.506
-2.641
-3.042
Bilancia dei servizi
-1.764b
-1.963b
-2.001b
-1.368
-1.497
-1.836
Bilancia dei redditi
-3.876b
-3.169b
-3.054b
-1.831
-1.777
-1.952
Bilancia dei trasferimenti di conto
-175b
-197b
-231b
-143
-194
-221
Bilancia in conto corrente
853b
679b
497b
-397
-251
-313
Debito estero (US$ m)
Stock di debito
2.87
4.316
4.738b
5.192
5.546
5.794
Servizio del debito pagato
391
1.128
647b
710
851
1.022
Rimborsi di capitale
260
877
353b
366
424
587
Interesse
131
251
294b
344
427
435
Riserve internazionali (US$ m)
Totale delle Riserve internazionali
2.373
3.018
2.495
1.825
1.914
2.066
a Attuale. b Stime EIU. c Previsioni EIU.
Fonte: IMF, International Financial Statistics. Agg. 15 dicembre 2015 

Gabon - Prospettive future

 

Dopo la sua elezione, Ali Bongo ha istituito un programma politico che mira a trasformare il Gabon in un paese emergente entro il 2025.
 
Per raggiungere questo obiettivo, il governo ha attuato il Piano Strategico per un Gabon Emergente (Piano Stratégique Gabon emergente - PSGE) che punta sull'industria (Gabon Industriale) la gestione sostenibile delle risorse naturali (Gabon Verde) e dei servizi (Gabon dei servizi).
 
Il primo pilastro “Gabon Industriel” lavorerà per rendere il paese un fiorente centro industriale, mentre il secondo pilastro, "Gabon Vert", garantirà la gestione sostenibile delle foreste per trasformare il Gabon in un leader mondiale della produzione di legname tropicale certificato. Il terzo pilastro, "Gabon des services", si propone di creare posti di lavoro in settori che favoriscono la crescita, quali la tecnologia dell'informazione e della comunicazione (TIC) e l'ecoturismo.
 
Fin dal suo arrivo al potere nel 2009, il Presidente ha stabilito un ambizioso programma di riforme economiche per la prosperità futura non potendo più dipendere esclusivamente sulle risorse petrolifere e di gas per rilanciare la crescita economica. Serviva un approccio diversificato per realizzare lo sviluppo. Dopo il 2020, il Gabon non esporterà più alcuna materia prima senza che quest'ultima abbia subito almeno una prima lavorazione in loco.

Gabon - Settori produttivi

 

Il Gabon è il quarto produttore di petrolio dell’Africa sub-sahariana e il 37° produttore mondiale, con 234 mila b\d, e 3,2 miliardi di barili di riserve provate (0,3% delle riserve mondiali). Il petrolio rappresenta circa l’80% delle esportazioni, il 55% delle entrate pubbliche, e garantisce oltre il 40% del PIL.
Oltre al petrolio il settore minerario gabonese comprende il manganese (5% delle esportazioni), l’uranio, estratto dalla locale Camilog controllata dalla francese Eramet, l’oro il cui sfruttamento è stato accordato alla marocchine Managem e il ferro, con il giacimento di Belinga, situato nella regione dell’Ogooue Ivindo a Nord-Est del Paese, considerato tra i siti più importanti su scala planetaria, in considerazione delle sue riserve in ferro stimate a oltre un miliardo di tonnellate.
Il governo accorda una particolare attenzione allo sviluppo dei bio-combustibili e alle energie rinnovabili.
 
Il declino della produzione petrolifera, settore principale dell’export (81%), ha abbassato le previsioni economiche per il paese. Il settore non-oil è per lo più costituito dalla produzione di legname e manganese (insieme il 95% dell’export non petrolifero). Pesano però sull’outlook il lento sviluppo delle riforme strutturali e la mancanza di diversificazione dell’economia. I tentativi del governo di sviluppare maggiormente altri settori dell’economia, come il comparto del turismo, hanno avuto finora un impatto limitato.

Gabon - Interscambio con l'Italia

 

L’immagine di eccellenza e di qualità dei prodotti italiani sia nel comparto dei beni di consumo che nell’ambito dei macchinari e le attrezzature è molto radicata presso i consumatori e i produttori del Gabon. I prodotti maggiormente richiesti sono le Autoveicoli, marmo e altre pietre affini lavorati artisticamente (lavori in mosaico), frutta e ortaggi lavorati e conservati (esclusi i succhi di frutta e di ortaggi), altre macchine da miniera, cava e cantiere (incluse parti e accessori.
 
Il petrolio, i prodotti in legno ed il legno tagliato e piallato rappresentano le principali categorie merceologiche di importazione dell’Italia dal Gabon, seguite da Altre colture permanenti e dai minerali metalliferi non ferrosi.

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Gabon 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 78.132.875,00 € 77.387.866,00 € 95.626.086,00
Importazioni € 228.081.305,00 € 156.412.723,00 € 220.413.561,00

Gabon - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 241, prefisso per il Paese.

Fuso orario: 1 ora avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; stesso orario del Meridiano rispetto all’Italia (1 ora in meno con l’ora legale).

Passaporto e Visto:
Per l’ingresso nel Paese è richiesto il passaporto in corso di validità con visto di ingresso per tutti i visitatori. Il visto d’ingresso viene rilasciato dall’Ambasciata del Gabon a Roma, si ottiene in media in due settimane, presentando una foto tessera e compilando un formulario. Il costo, che varia secondo le oscillazioni monetarie, è di circa 25,82 Euro. Il passaporto è necessario con una validità residuale di 6 mesi.


Settimana lavorativa:
BANCHE: lunedì – venerdì dalle 7.30 alle 11.30 e dalle 14.30 alle 16.30.
UFFICI POSTALI: lunedì – venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00.
UFFICI PUBBLICI: lunedì – venerdì dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00.
NEGOZI: lunedì – venerdì dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Carte di credito: le carte di credito (Visa, American Express, Diners Club) sono accettate nei principali alberghi, ristoranti e negozi della capitale Libreville. I Traveller’s Chèque sono accettati dalle banche.

Principali festività 2016
In Gabon si celebrano festività religiose sia islamiche che cristiane. Il calendario delle prime è regolato dal calendario musulmano (che ha inizio nel 622 d.C., anno dell’Egira), e viene suddiviso dalle fasi lunari, variando quindi di anno in anno. Durante il mese lunare del Ramadan che precede l’Eid al-Fitr molti ristoranti sono chiusi durante il giorno e possono esserci restrizioni alla vendita di alcolici e tabacchi.
1° gennaio: Capodanno;
28 marzo: Lunedì dell’Angelo;
1° maggio: Festa del Lavoro;
16 maggio: Pentecoste;
luglio Eid al-Fitr (fine del Ramadan);
15 agosto: Assunzione;
16-17 agosto: Festa dell’Indipendenza;
Eid-ul-Adha - Festa del Montone - Tabaski - Id-el-Kabir - Grand Baïram (13 settembre - puó variare di un giorno)
1° novembre: Tutti i Santi;
25 dicembre: Natale.

Gabon - Principali indirizzi utili

 


Ambasciata d’Italia Libreville: ww.amblibreville.esteri.it/
Ambasciata del Gabon a Roma: cab.cdm@ambagabonrome.it
ICE: non è presente in Gabon un Istituto per il Commercio Estero.
L'assistenza agli operatori economici italiani  ed agli operatori economici gabonesi interessati al mercato italiano  viene assicurata dall' Ufficio Commerciale dell'Ambasciata.

Repubblica Gabon: www.en.legabon.org/
Camera di Commercio del Gabon: http://www.ccigabon.com/
Agir pour une jeunesse autonome: www.apjagabon.org