Stampa

GERMANIA

 

 

File:Germany on the globe (Europe centered).svg

 


Germania - Informazioni Generali

 

Superficie: 357.030 km2 (55% terreno agricolo, 29% forestale)
Popolazione: 81,41 milioni (2015 – Banca Mondiale)
Capitale: Berlino
Altre città principali: Amburgo; Monaco; Colonia; Francoforte sul Meno; Stoccarda;
Clima: continentale europeo, molto freddo d'inverno 
Lingua ufficiale: Tedesco
Pesi e misure: sistema metrico
Religione: Protestante, Cattolica
Moneta ufficiale: Euro (dal 1° gennaio 2002)
Anno fiscale: Gennaio-Dicembre

Germania - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
3.828.326
3.861.147
3.739.792
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
46.610
47.680
45.940
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
3.738.522
3.899.062
4.009.448
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
46.360
48.150
49.090
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
3.752.514
3.879.277
3.363.447
Crescita del PIL (% annua)
0,5
1,6
1,7
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
2,0
1,8
2,0
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
0,9
0,8
0,6
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
30,2
30,5
30,5
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
68,9
68,7
68,9
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
45,5
45,7
46,8
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
39,5
39,1
39,2
Investimenti lordi (% del PIL)
19,5
19,8
19,2
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
28,4
28,5
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
14,5
14,5
10,5
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
136,9
140,2
134,8
Gettito fiscale (% del PIL)
11,5
11,5
..
Scambi di merci (% del PIL)
70,0
69,6
70,7
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
62.712
9.445
46.227
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

 

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 0,7
2010 4,1
2015 1,4
2016* 1,7
2017* 1,4
2018* 1,3
2019* 1,3

Germania - Prospettive future

 

Accanto al suo ruolo centrale nella gestione delle crisi nell’euro-zona, il governo tedesco si concentrerà su tre obiettivi nazionali generali: garantire un bilancio sostenibile a medio termine (nonostante le pressioni da altre parti della zona euro per aumentare gli investimenti pubblici); il ripristino del settore finanziario; l'attuazione della cosiddetta Energiewende (rivoluzione energetica), con l’obiettivo dell’eliminazione dell’energia nucleare entro il 2022.
Il governo continuerà ad incentrarsi sul consolidamento costante delle finanze pubbliche.
 
I segnali per lo sviluppo economico futuro della Germania sono promettenti, con un alto livello di stabilità. Secondo le previsioni di Coface il Prodotto Interno Lordo (PIL) dovrebbe arrivare all’1.8% per quest’anno. I principali fattori di crescita per il 2017 saranno ancora una volta i consumi privati, alimentati principalmente dagli alti livelli di occupazione registrati dal paese. Per il 2017 si attende che il commercio globale abbia una crescita moderata e rischi specifici latenti in alcuni dei maggiori paesi di riferimento per le esportazioni tedesche – come la vicina Brexit e le economie di Cina e Stati Uniti.
 
Le prospettive stabili dell’economia tedesca non comportano che le imprese in Germania possano abbassare la guardia nel 2017. Ci sono dei rischi esterni che potrebbero avere un impatto particolarmente negativo sull’economia del paese orientata all’export. Per il 2017 le prospettive per le esportazioni tedesche sono cautamente ottimistiche.
I rischi di recessione sono presenti nei paesi importanti per il commercio tedesco. Un’analisi delle prospettive per 2017, per i più importanti paesi di riferimento per l’export tedesco, mostra un trend più debole rispetto al 2016. Circa il 60% delle esportazioni tedesche sono rivolte a questi paesi. Il rallentamento dell’economia in quattro dei cinque più importanti paesi di riferimento sarà di particolare importanza. Per la Gran Bretagna, il terzo più grande paese di riferimento, Coface attende un significativo calo della crescita, in diminuzione dall’1.9% allo 0.9%, in gran parte dovuto alla Brexit. Si prevede che ciò possa seriamente avere un impatto sulle esportazioni tedesche. In Cina ci si attende un rallentamento della crescita – stessa sorte per il pessimismo negli Stati Uniti – al momento i più importanti paesi clienti della Germania, che contano per quota di circa il 9% dell’export totale. La Francia, il secondo maggiore destinatario delle esportazioni tedesche, nel 2017 potrebbe soffrire di un’altra leggera battuta d’arresto nella crescita economica. Questo impatto negativo sarà in parte compensato dal leggero miglioramento della prospettiva economica per i restanti paesi del gruppo dei maggiori 10, in aggiunta a una chiaramente più alta crescita attesa per i paesi emergenti e in via di sviluppo – che contano per circa il 30% delle esportazioni tedesche.
Le solide prospettive di crescita per l’economia tedesca sono principalmente dipendenti dall’andamento dinamico dei consumi privati. La spesa per i consumi privati domestici accelererà ulteriormente nel 2017, per raggiungere il 2.0% – in crescita dell’1.9% nel 2015 e dell’1.6% nel 2016. Coface prevede che questo forte dinamismo della spesa in consumi privati assicurerà una crescita del prodotto interno lordo dell’1.7%, contribuendo per due terzi (o l’1.1 punti percentuali).
 
La Bundesbank ha rivisto al rialzo le stime di crescita per l'economia tedesca. Rispetto alle ultime previsioni il PIL 2017 è stato ritoccato da +1,4% a +1,8%. Invariate le stime per l'anno successivo a +1,7% Nel 2017 il tasso di aumento dei prezzi dovrebbe arrivare all'1,4% (crescendo in questo caso un po' meno rispetto alle previsioni di 1,5% di sei mesi fa).
L'economia tedesca - ha commentato la banca centrale - "è su un percorso positivo". La spinta principale arriva dalla domanda interna, che può contare sulla situazione positiva del mercato del lavoro.

Germania - Settori produttivi

 

L’economia tedesca è una delle più sviluppate del mondo, la più grande e potente d’Europa. Come nelle altre economie occidentali, gran parte del prodotto interno lordo dipende dal settore dei servizi – più del 70% - mentre poco meno di un terzo viene generato dal settore industriale. Le dimensioni fanno si che l’andamento dell’economia tedesca influenzi quello dell’intera economia europea, ma anche oltre. Con gli Stati Uniti, ad esempio, la Germania ha forti rapporti commerciali, ed è anche uno dei principali investitori sul territorio statunitense.
 
L’andamento della produzione industriale, in particolare, si è dimostrato trainante non solo dell’economia del Paese, ma anche di quella europea e degli altri principali partner economici. I comparti più importanti dell’industria tedesca sono quello automobilistico (circa il 20% delle esportazioni tedesche è costituito da auto e camion), quello siderurgico, quello chimico e quello elettronico. Il settore industriale comprende la produzione di beni che servono da input per alter produzioni, di macchinari e attrezzature di produzione, e di beni durevoli e non durevoli da destinare al consumo finale. In termini dimensionali, l’industria tedesca comprende sia grandi multinazionali, sia medie imprese che piccole imprese.
 
L’indice della produzione industriale è uno dei più seguiti da operatori e analisti economici e finanziari. Viene prodotto dall’Ufficio Federale di Statistica ogni mese, divulgato durante la seconda settimana, e i dati si riferiscono a due mesi prima di quello di pubblicazione.
L’indagine su cui si basa il calcolo dell’indice della produzione industriale copre le imprese che hanno più di 20 occupati e la cui attività prevalente e appunto quella industriale
 
Contrazione produttiva nel 2014
Tuttavia, la produzione industriale della Germania a metà 2014 ha subìto un calo del 4%, il maggiore dal gennaio 2009. Gli analisti avevano previsto un calo dell'1,5 per cento. Rivisto al ribasso anche il dato di luglio 2014 (da +1,9% a +1,6%). Da segnalare il calo del 25% della produzione automobilistica, legato però in parte a fattori stagionali.
La principale contrazione si è registrata nella produzione di beni d'investimento (-8,8%) mentre i beni intermedi hanno contenuto la flessione a -1,9 per cento. La produzione di beni di consumo è scesa dello 0,4% e le costruzioni hanno registrato un calo del 2 per cento.
Gli analisti sottolineano la volatilità del dato, legato anche al periodo estivo, ma resta il fatto che l’economia tedesca continua a mostrare segnali di debolezza dopo che il Pil ha già registrato una flessione (-0,2%) nel secondo trimestre. Gli ordini all’industria sono scesi in agosto del 5,7%, anche in questo caso il calo più forte dal 2009, mentre l’indice Pmi dei direttori acquisti delle aziende manifatturiere ha segnato una contrazione in settembre 2014.
Questa raffica di dati deludenti non è stata di buon auspicio per l’ultima parte dell’anno 2014. «L’economia tedesca è stata piuttosto debole nel secondo semestre», avverte Ralph Solvee, capo della ricerca economica di Commerzbank, secondo il quale il Pil sarà praticamente invariato nel terzo trimestre. Anche la Bundesbank ha avvertito di recente che l’atteso rimbalzo nell’economia dopo il secondo trimestre 2014 è stata meno forte del previsto, mentre Bnp Paribas sottolinea che le sue stime di una crescita dello 0,2% nel terzo trimestre potrebbero essere riviste al ribasso. La Germania ha quindi registrato una contrazione produttiva per due trimestri consecutivi.
 

Germania - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane di merci in Germania del 2016 sono ammontate a circa €52,7 miliardi, facendo registrare un incremento annuale del 3,9%.
Le importazioni nel 2016 sono state pari a €59,5 miliardi, facendo anch’esse registrare un incremento annuale del 2,5%. Il saldo della nostra bilancia commerciale è pertanto negativo per un valore pari a €6,7 miliardi.
 
Le principali voci merceologiche del nostro export nel 2016 sono state “Autoveicoli” per €2,7 miliardi, con un incremento annuale del 17,9%, “Altre parti e accessori per autoveicoli” per un importo di €2,4 miliardi (-4%) e infine “Medicinali e altri preparati farmaceutici “ per €2,2 miliardi (+15,7%).

Rispetto alle importazioni del 2016 si registrano tra le principali voci merceologiche i seguenti settori: “Autoveicoli” per un valore pari a €8,9 miliardi, in incremento annuale (+20,2%), “Materie plastiche in forme primarie” per €2,4 miliardi (-4%) e “Medicinali e altri preparati farmaceutici” per €2,1 miliardi (+ 0,1%).
 
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV Tabella (Principali prodotti esportati dall'Italia) sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Germania 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 34.318.954.644,00 € 37.425.628.779,00 € 53.256.022.092,00
Importazioni € 35.880.883.634,00 € 41.500.522.364,00 € 68.748.893.489,00

Germania - Informazioni di viaggio

 

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 0049 + prefisso della città  tedesca senza lo zero per le postazioni fisse; con lo zero per i telefoni cellulari (“Handy” in tedesco):
89 Monaco
69 Francoforte
221 Colonia
30 Berlino
211 Düsseldorf
341 Lipsia
40 Amburgo
228 Bonn
511 Hannover
711 Stoccarda

Fuso orario: 1 ora avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; stesso orario del Meridiano rispetto all’Italia.

Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. È necessario viaggiare con uno dei due documenti sopra citati che sia comunque in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen
Sanità: ottimo livello.
I cittadini italiani che si recano temporaneamente (per studio, turismo, affari o lavoro) nel Paese (Stato membro dell'Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta Tessera Sanitaria.
Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASL o il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it (Aree tematiche "salute e cittadino"; assistenza italiani all'estero e stranieri in Italia).
È comunque consigliabile munirsi anche di un'assicurazione sanitaria privata che preveda, oltre alla copertura di eventuali spese sanitarie,  anche il rimpatrio aereo o il trasferimento del malato in un altro Paese.
Settimana lavorativa:
UFFICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30
NEGOZI: dal Lunedì al Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 20.00

Carte di credito: sono accettate tutte le carte di credito (es.: Visa, Mastercard, Diners Club, American Express)

Principali festività: 
1° gennaio (Primo dell’anno)
Venerdì Santo (variabile come in Italia)
Lunedì di Pasqua (variabile come in Italia)
1° maggio (Festa dei Lavoratori)
Ascensione (variabile come in Italia)
Pentecoste (variabile come in Italia)
Corpus Domini (variabile come in Italia)
15 agosto (Ascensione della Vergine – Baviera e Saarland)
3 ottobre (Riunificazione tedesca)
1° novembre (Ognissanti)
25 dicembre (Natale)
26 dicembre (S. Stefano)

Germania - Principali indirizzi utili

 


TELEFONI UTILI
 
Soccorso stradale: 01802 22 22 22 (con cellulare: 22 22 22)
 
NUMERO UNICO DI EMERGENZA 112
Si segnala che è possibile contattare gratuitamente i servizi di Pronto Intervento in qualunque Paese dell’Unione Europea, componendo il numero 112 da qualsiasi telefono fisso o mobile.
Il numero 112 è disponibile 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Il servizio, gestito dalle Autorità locali, è offerto nella lingua locale del Paese e spesso anche in una lingua veicolare.
 
Allgemeiner Deutscher Automobil Club (ADAC)
Am Westpark 8 - 81373 München
Tel. 0049 89 76760; Fax 0049 89 76762500

 
Soccorso stradale: 01802 22 22 22 (con cellulare: 22 22 22)
In autostrada usare colonnine SOS e, se Soci ACI, richiedere espressamente il Soccorso Stradale ADAC.

Informazioni sulla transitabilità e le condizioni stradali in Germania -Centrale ADAC
Tel. 0049 1805 101112 ( tedesco e inglese- tutti i giorni  24h.)
     
AMBASCIATE E CONSOLATI TEDESCHI IN ITALIA
 
Ambasciata della Repubblica Federale di Germania in Italia 
Via San Martino della Battaglia, 4 - 00185 Roma
Tel.: +39(0)6 492131; Fax: +39(0) 49213320
Ufficio Legale e Consolare
Via San Martino della Battaglia, 4 - 00185 Roma
Tel.: +39(0)6 49213-1; Fax: +39(0)6 49213 320
 
Consolato Generale di Milano 
Via Solferino 40, 20121 Milano
Tel.: +39(0)2 6231101; Fax: +39(0)2 6554213
 
Ufficio del Console Onorario di Napoli 
Via Medina, 40 - 80133 Napoli
Telefono: (0039) 081 24885 11
Fax: (0039)081 7614687
 
Consolato Onorario di Bologna 
Indirizzo: Viale Risorgimento 7 - 40136 Bologna
Telefono: 051 3399014
Fax: 051 3395056
 
Console Onorario di Bari
Via Michele Garruba, 125 - V piano - 70122 Bari
Tel. +39 (0)80-524 4059; Fax +39 (0)80-524 4059
 
Console Onorario di Bolzano
Bolzano (BZ), Trento (TN)
Dr.-Streiter-Gasse 12 - 39100 Bolzano
Tel. +39 (0)471-97 21 18; Fax: +39 (0)471-97 57 79
 
Console Onorario di Cagliari
Via R. Garzia 9 - 09126 Cagliari
Tel. +39 (0)70-30 72 29; Fax: +39 (0)70-30 72 29
 
Console Onorario di Firenze
Corso dei Tintori 3 - 50122 Firenze
Tel. +39 (0)55-234 3543; Fax: +39 (0)55 -247 6208
 
Console Onorario di Genova
Via Malta 2/1 - 16121 Genova
Tel. +39 (0)10-576 5342 – Fax +39 (0)10-576 5444
 
Console Onorario di Messina
Via San Sebastiano 13 - 98122 Messina
Tel. +39 (0)90-671780; Fax: +39 (0)90-671780
 
Console Onorario di Palermo
Via Principe di Villafranca, 33 - 90141 Palermo
Tel. +39 (0)91-9820808 - Fax: +39 (0)91-9820808
 
Console Onorario di Rimini
Viale Trieste 3 E - 47900 Rimini
Tel. +39 (0)541- 277 84 - Fax: +39 (0)541- 277 84
 
Consolato onorario di Venezia
S. Croce 251 - Palazzo Condulmer - 30135 Venezia
Tel. +39 (0)41 5237675 - Fax: (0)41-244 84 69
 
AMBASCIATE E CONSOLATI ITALIANI IN GERMANIA
 
Ambasciata d'Italia a Berlino
Hiroshimastrasse 1 - 10785 Berlino
Tel. : +49 30 254400; Fax: +49 30 25440116
 
Cancelleria Consolare presso l'Ambasciata
Hildebrandstr. 1 - 10785 – Berlino
Tel +49-30-25440100 - Fax +49-30-25440189
 
COLONIA Consolato Generale d'Italia
Universitätstrasse 81- D-50931  Köln
Tel.: 0049/221/400870 - Fax:  0049 221 4060350

DORTMUND Consolato d'Italia
Goebenstrasse 14 - D-44135  Dortmund
Tel.: 0049/231/577960 - Fax: 0049/231/551379

FRANCOFORTE  SUL MENO Consolato Generale d'Italia
Kettenhofweg 1 - 60325 Frankfurt am Main
Tel.: 0049/69/75310 - Fax: 0049/69/7531104

FRIBURGO IN BRISGOVIA Consolato d'Italia
Augustiner Platz 279098  Freiburg-Breisgau
D-79098  Freiburg/Breisgau
Tel.: 0049/761/386610 - Fax: 0049/761/ 3866161

HANNOVER Consolato Generale d'Italia
Freundallee 27 - D-30173  Hannover
Tel.: 0049/511/283790/9- Fax: 0049/511/2837930

MONACO  DI BAVIERA  Consolato Generale d'Italia
Möhlstrasse 3 - D-81675  München
Tel.: 0049/89/4180030 - Fax: 0049/89/ 477999
 
STOCCARDA  Consolato Generale d'Italia
Lenzhalde 46 - 70192  Stuttgart-
Tel.:0049/711/25630 - Fax: 0049/711/2563136
 
WOLFSBURG  Agenzia Consolare d'Italia
Goethestrasse 52 - 38440  Wolfsburg
Tel.:0049/5361/60094/0 - Fax: 0049/60094/20
 
ISTITUTI ITALIANI DI CULTURA ( IIC)
 
AMBURGO - Hansastrasse 6 - 20149 Amburgo
Tel: 0049/40/39999130; Fax: 0049 /40/ 39999139
BERLINO - Hildebrandstr. 2 - 10785 Berlino
Tel: 0049/30/2699410; Fax: 0049/30/26994126
 
COLONIA - Universitätsstrasse 81 - 50931 Colonia
Tel: 0049/221/ 9405610; Fax: 0049/221/ 9405616
 
FRANCOFORTE SUL MENO - Schumannstr. 24-26 - 60325 Francoforte
Tel. 0049/69/907451520; Fax. 0049/69/907451523
 
MONACO DI BAVIERA - Hermann-Schmid-Strasse 8 - 80336 Monaco di Baviera
Tel. 0049/89/7463210; Fax: 0049/89/74632130
 
STOCCARDA - Lenzhalde, 69 - 70192 Stoccarda
Tel. 0049/711/162810 - Fax: 0049/711/1628111
 
WOLFSBURG - Goethestr.52 - 38440 Wolfsburg
Tel: 0049/5361/298010; Fax: 0049/5361/298014
 
ENIT Francoforte
Barckhausstrasse 10 - 60325 Francoforte sul Meno
Tel. +49 69 237434; Fax +49 69 232894
 
ICE-AGENZIA

Agenzia ICE BERLINO
Schlüterstrasse, 39 - 10629 Berlin
Tel: +49 30 8844030 - Fax: +49 30 88440310
 
CAMERE DI COMMERCIO
 
Camera di Commercio italiana per la Germania
Italienische Handelskammer für Deutschland
Sede centrale di Francoforte sul Meno – Hauptsitz Frankfurt am Mein
Freidrich-Ebert-Anlage 58 - 60325 Frankfurt am Main
Tel.: 069 97145210; Fax: 069 97145299 / 0049 69 7271115
 
Sede di Berlino
Tel.: 030 2431040; Fax: 030 24310411
Sede di Lipsia
Goerdelerring 5 - 04109 Leipzig
Tel.: +49 (0)341 12671445; Fax: +49 (0)341 12671446
Sede di Colonia
Danteweg/Ecke Universitätsstraße - 50931 Colonia
Tel.: +49 (0)221 96439677; Fax: +49 (0)221 96439684
 
Camera di Commercio Italo-Tedesca
Italienische Handelskammer München-Stuttgart
Ottostr. 1 - 80333 München
Tel.: 0049 89 961661-70; Fax: 0049 89 2904894
 
MINISTERI
 
Ministero delle Finanze: www.bundesfinanzministerium.de
Ministero dell'Economia e dell’Energia: http://www.bmwi.de/
Ministero degli Esteri: www.auswaertiges-amt.de
Ministero dell'Educazione e della Ricerca: http://www.bmbf.de/en/index.php
Ministero Trasporti e Infrastrutture digitali: http://www.bmvi.de/DE/Home/home_node.html
Ministero Cooperazione Economica allo Sviluppo: http://www.bmz.de/en/index.html
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI
 
Germany Trade & Invest: www.gtai.com
Berlino (Tel +49 30/200 099-; Fax +49 30/200 099-111; invest@gtai.com)
Ufficio di Bonn (Tel +49 228 249 93-0; Fax +49 228 249 93-212)
 
Gazzetta Ufficiale della Germania: http://www.bundesanzeiger.de/
Ufficio Federale di Statistica: http://www.destatis.de/jetspeed/portal/cms/
Standardizzazione/Qualità: http://www.din.de/
Ufficio nazionale del turismo: http://www.germany.travel/en/index.html
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI

Rappresentanza UE in Germania: http://ec.europa.eu/deutschland/index_de.htm
Enterprise Europe Network in Germany: http://www.een-deutschland.de/
Missione permanente Germania ONU NY: http://www.new-york-un.diplo.de/
   
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI
 
Commerzbank AG (Frankfurt ): http://www.commerzbank.de
Deutsche Bank AG (Frankfurt): http://www.deutsche-bank.de
Deutsche Postbank AG (Bonn): http://www.postbank.de
UniCredit Bank AG (München): http://www.hypovereinsbank.de