Stampa

INDIA

 


India - Informazioni Generali

 

Superficie
3.287.263 km2 (inclusa la zona del Kashmir sottoposta all’amministrazione indiana).
 
Capitale
New Delhi
 
Altre città principali
Mumbai (Bombay); Kolkata (Calcutta); Chennai (Madras); Bangalore; Hyderabad

Popolazione
1.252.000.000 abitanti (Banca Mondiale 2013).
 
Lingua ufficiale
L’Hindi la lingua ufficiale del Paese, parlata dal 30% della popolazione; l’inglese, seconda lingua ufficiale, è usata soprattutto per le attività economico-commerciali. La Costituzione riconosce inoltre 14 lingue ufficiali, delle quali le più importanti sono: Bengali, Marathi, Telegu, Tamil e Urdu.
 
Moneta ufficiale
Rupia Indiana (INR), suddivisa in 100 Paisa, pienamente convertibile.

India - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
1.947.974
2.024.491
2.091.767
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
1.520
1.560
1.600
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
6.655.549
7.269.871
7.905.581
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
5.200
5.610
6.030
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
1.863.208
2.042.439
2.095.398
Crescita del PIL (% annua)
6,6
7,2
7,6
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
6,2
3,3
1,1
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
18,3
17,4
17,0
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
30,8
30,0
29,7
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
50,9
52,6
53,2
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
25,3
22,9
19,9
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
28,3
25,9
22,5
Investimenti lordi (% del PIL)
34,7
34,1
32,4
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
12,6
..
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
31,2
33,5
28
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
77,6
75,8
76,7
Gettito fiscale (% del PIL)
11,0
..
..
Scambi di merci (% del PIL)
41,9
38,5
31,5
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
28.153
34.577
44.009
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
2435,28
2983,56
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 9,3
2010 10,3
2015 7,6
2016* 7
2017* 7,6
2018* 7,8
2019* 7,8

India - Prospettive future

 

Tra i grandi protagonisti della ricchezza mondiale troviamo l'India e l'Indonesia, altri due stati asiatici, a cui andrebbe la palma d'oro della crescita dal 2020 in poi, quando prenderanno il posto della Cina come economie più virtuose. Ma già al 2025, India e Cina supereranno la ricchezza di tutti i Paesi del G7 messi insieme, mentre al 2060 avranno superato il PIL totale di tutti i 34 stati Ocse, quando oggi rappresentano ancora solo un terzo di esso.

In particolare l'India come prima scelta, non solo in Asia o tra i mercati emergenti, ma in tutto il mondo, perché sta portando avanti riforme incisive che ne migliorano il tessuto economico, con previsioni di rallentamento dell'inflazione e miglioramento del rating del Paese che porterà effetti positivi sia sui bond (i cui rendimenti sono previsti in decrescita) che sul mercato azionario. La Banca Mondiale ha lasciato invariate le stime di crescita di Pechino rispetto alle previsioni di ottobre 2015, ma ha limato le prospettive per le economie emergenti dell'Asia orientale e del Pacifico, che cresceranno, in media del 6,3% nel 2016 e del 6,2% nel 2017 e nel 2018, in calo rispetto al 6,5% di crescita raggiunto nel 2015.

Quanto all'India, dopo che la Banca centrale ha deciso di tagliare i tassi d'interesse al 6,5% ad aprile 2016, l'inflazione è scesa significativamente, grazie anche alla dinamica globale delle materie prime. Il governatore centrale Raghuram Rajan è stato abile a ridare credibilità alla politica monetaria e il taglio dei tassi dimostra che il declino dei prezzi è interpretato come strutturale. Anche a fronte del fatto che recentemente le condizioni finanziarie sono state difficili, la Banca centrale, il governo e le stesse istituzioni del credito hanno bene in mente una riforma del sistema bancario, che farà migliorare la trasmissione della politica monetaria all'economia reale. In sostanza, il premier Modi sta cambiando le dinamiche delle istituzioni e delle politiche di governo, e anche se si ragiona nei termini di 3-5 anni le prospettive sono positive.

India - Settori produttivi

 

Il Governo di New Delhi si è dato l’obiettivo di elevare, entro il 2025, il contributo del settore manifatturiero al PIL dall’attuale 15% al 25%, creando al contempo circa 100 milioni di posti lavoro. Il Governo ha inoltre lanciato, negli ultimi anni, una serie di piani industriali, principalmente volti a colmare il deficit energetico ed infrastrutturale del Paese.
 
Si segnalano la Solar Mission e Wind Mission nel settore delle energie rinnovabili, mentre nel settore infrastrutture è stato stimato un fabbisogno di investimenti pari ad 1.000 miliardi di dollari per il quinquennio 2012-2017, gran parte dei quali dovrà essere mobilizzata attraverso la modalità della Public-Pivate-Partnership.
 
Tra gli altri settori altamente strategici, in particolare per l’internazionalizzazione delle imprese italiane, si segnalano la meccanica e meccatronica,  il comparto automobilistico (auto di piccola cilindrata e componentistica) e il settore delle tecnologie agroalimentari, con particolare riferimento alla conservazione e trasformazione del cibo.

India - Interscambio con l'Italia

 

In ambito Unione Europea, per l'intero anno fiscale 2014-15, l'Italia risulta il quinto tra i paesi UE, dopo Germania (sesta in assoluto), Belgio (tredicesimo in assoluto, esportando prevalentemente preziosi), Regno Unito (18esimo in assoluto), Francia (25esima in assoluto). Il primo semestre dell'anno fiscale 2015-2016 fa registrare per l'Italia la 23esima posizione assoluta e la quarta tra i partner UE dell'India, con la Francia al quinto posto.
Prescindendo dalle modalità di rilevazione di calcolo delle autorità indiane (anno fiscale aprile-marzo) ed elaborando i dati in termini di anno solare, l'interscambio commerciale italo-indiano nell'intero anno 2015 è stato pari a poco più di 7,3 miliardi di Euro (+ 2,2% sul 2014) - il secondo importo più rilevante dopo il 2011 con 8,5 miliardi di euro - con un export italiano in valore (nel 2015) per 3,3 miliardi (+10,4%) e importazioni dall'India per 4 miliardi (-3,8%), facendo totalizzare un saldo negativo per l'Italia pari a 644 Mln di Euro (superava il miliardo nel 2014).
 
Nei primi sei mesi del 2016, l'interscambio italo-indiano ha raggiunto quota di poco superiore a 3,7 miliardi Euro (-0,1% rispetto allo stesso periodo del primo semestre 2015), con esportazioni italiane in valore per circa 1,5 miliardi di Euro (ne consegue una flessione del 6% delle nostre vendite rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso) e importazioni dall'India pari a circa 2,2 miliardi miliardi (in aumento del 4,4%). Il saldo è negativo per l'Italia per 686 milioni di Euro (in aumento di quasi il 38% rispetto al primo semestre dell'anno scorso).
La quota degli scambi con l’India sul totale complessivo italiano è passata dallo 0,6% del 2004 all’1,1% del 2011, per poi scendere allo 0,9% nel 2015.
Con un interscambio di oltre 7,5 miliardi di euro nel 2016, l’Italia rappresenta il quinto partner commerciale dell’India tra i paesi UE.
(fonte ICE New Delhi).

Interscambio commerciale in valore Italia-India (Valori in Euro)
 
Interscambio ITALIA – INDIA 2014 2015 2016
Esportazioni 3.036.837.149 3.348.770.855 3.278.010.878
Importazioni 4.172.379.068 3.999.256.214 4.238.887.130

-1.135.541.919 -650.485.359 -960.876.252
Fonte dati ISTAT: Interscambio commerciale in valore Italia-India per Categorie 'Ateco 2007'
Gennaio-Dicembre 2016 (ultimo aggiornamento 30 marzo 2017) 
 
Primi 10 prodotti esportati in Italia
Categorie 2014 2015 2016
Altre macchine per impieghi speciali n.c.a (incluse parti e accessori) 96.293.856 128.928.762 169.805.538
Macchine tessili, macchine e impianti per il trattamento ausiliario dei tessili, macchine per cucire e per maglieria (incluse parti e accessori) 122.186.235 137.843.813 131.203.570
Altri prodotti chimici di base organici 111.727.564 144.981.341 129.500.071
Altre parti ed accessori per autoveicoli 136.938.657 133.679.885 117.324.150
Macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l'imballaggio (incluse parti e accessori) 69.002.538 90.881.414 105.532.521
Carta e cartone 98.312.568 94.499.380 99.825.215
Altre pompe e compressori 67.376.692 79.924.040 84.783.347
Macchine utensili per la formatura dei metalli (incluse parti e accessori ed escluse le parti intercambiabili) 95.628.213 87.016.615 81.235.354
Prodotti farmaceutici di base 60.435.997 74.816.432 74.531.577
Macchine di impiego generale e altro materiale meccanico n.c.a 59.678.528 54.226.480 73.587.143
Contatori di elettricità, gas, acqua ed altri liquidi, bilance analitiche di precisione, apparecchi di misura e regolazione (incluse parti staccate ed accessori) 60.906.987 57.207.752 70.369.081
Totale 3.036.837.149 3.348.770.855 3.278.010.878
Fonte dati ISTAT: Interscambio commerciale in valore Italia-India per Categorie 'Ateco 2007'
Gennaio-Dicembre 2016 (ultimo aggiornamento 30 marzo 2017)

Primi 10 prodotti importati in Italia
Categorie 2014 2015 2016
Ferro, ghisa, acciaio e ferroleghe 438.132.298 410.220.437 400.788.354
Prodotti della raffinazione del petrolio 476.205.752 153.926.872 348.717.362
Altri prodotti chimici di base organici 243.195.361 250.064.229 235.809.857
Camicie, T-shirt, corsetteria e altra biancheria intima 169.355.769 180.701.274 183.129.399
Materie plastiche in forme primarie 92.055.172 107.246.307 151.685.812
Piante per la produzione di bevande 132.644.483 152.368.331 144.684.750
Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati mediante surgelamento, salatura ecc. 112.876.864 127.723.132 138.522.865
Calzature 137.831.786 131.649.192 134.803.605
Prodotti farmaceutici di base 63.502.496 73.493.986 129.008.855
Cuoio e pelle conciati e preparati; pellicce tinte e preparate 136.299.396 133.496.322 109.379.817
Pietre preziose e semipreziose per gioielleria e per uso industriale 105.425.344 94.231.649 102.655.179
Totale 4.172.379.068 3.999.256.214 4.238.887.130
Fonte dati ISTAT: Interscambio commerciale in valore Italia-India per Categorie 'Ateco 2007'
Gennaio-Dicembre 2016 (ultimo aggiornamento 30 marzo 2017) 

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - India 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 2.036.770.442,00 € 2.494.986.753,00 € 3.999.552.100,00
Importazioni € 2.515.244.786,00 € 2.437.637.238,00 € 5.146.568.636,00

India - Informazioni di viaggio