Stampa

MAURITIUS


 

 


Mauritius - Informazioni Generali

 

La Repubblica di Mauritius è una nazione isola nell'Oceano Indiano sud-occidentale, a circa 900 km a est del Madagascar, considerata parte del continente Africano. Oltre all'isola principale, la repubblica comprende anche le isole di St. Brandon e Rodrigues e le Isole Agalega. Mauritius fa parte delle Isole Mascarene, assieme all'isola francese di Réunion, situata 200 km a sud-ovest.

Superficie: 1.865 Km2
Capitale: Port Louis
Altre città principali: Beau Bassin/Rose Hill., Vacoas-Phoenix
Popolazione: 1.263.473 milioni (2016 – Banca Mondiale)
Lingua: Inglese, Francese, creolo, hindi, tamil, urdu, bhojpuri
Moneta: L’unità monetaria è la Rupia mauriziana (MUR), suddivisa in 100 cents

Mauritius - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
12.321
12.345
12.348
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
9.790
9.790
9.780
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
23.007
23.634
25.174
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
18.280
18.740
19.940
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
12.130
12.803
11.682
Crescita del PIL (% annua)
3,4
3,7
3,5
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
2,8
1,5
1,0
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
3,8
3,7
3,5
Industria,valore aggiunto (% del PIL)
23,3
22,3
21,7
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
72,9
74,0
74,8
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
48,4
51,1
49,0
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
61,6
62,2
58,9
Investimenti lordi (% del PIL)
22,0
19,7
18,1
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
20,7
20,6
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
6,5
6,5
6,5
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
120,3
114,0
116,4
Gettito fiscale (% del PIL)
18,3
18,3
..
Scambi di merci (% del PIL)
68,1
64,5
62,1
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
293
418
208
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
148,45
48,93
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni
Crescita annuale del PIL (%)
2005 1,2
2010 4,4
2015 3,4
2016* 3,2
2017* 3,5
2018* 3,8
2019* 3,8

Mauritius - Prospettive future

 

Il tasso di crescita del PIL probabilmente rimarrà al di sotto del 4% nel 2017-21 in linea con le tendenze economiche globali e in particolare quelle in Europa e Cina.
La visione strategica a lungo termine del governo è stata definita nel documento con il raggiungimento del secondo miracolo economico e la visione 2030 oltre ad programma governativo a breve e medio termine del 2015-19 che richiede una più diversificata e inclusiva economia. L'economia dell'oceano è un'area prioritaria.
 
Le autorità stanno esplorando approcci innovativi per promuovere investimenti esteri diretti e accelerare la diversificazione e la modernizzazione. Il governo mira a promuovere le esportazioni attraverso lo sviluppo di collegamenti più stretti con gli importatori e lo sfruttamento di mercati di nicchia e regionali in particolare nell'Africa subsahariana. Sono stati approvati accordi con Ghana, Senegal e Madagascar, che istituiscono zone speciali economiche (SEZ) in questi paesi per aprire mercati alle industrie di esportazione delle Mauritius. Sono state annunciate una serie di misure che promuovono lo sviluppo e il finanziamento delle piccole e medie imprese.

Mauritius - Settori produttivi

 

Un tempo monopolizzata dalla coltivazione intensiva della canna da zucchero, l’economia mauriziana ha infatti conosciuto una sorprendente trasformazione strutturale nel corso degli anni Ottanta, provocata dal contemporaneo crollo dei prezzi dello zucchero e dai devastanti effetti del ciclone Claudette del 1979.
 
Abbandonato parzialmente il settore agricolo, il Paese ha puntato soprattutto su turismo, finanza e industria manifatturiera per rilanciarsi sulla scena economica internazionale, mirando successivamente a sfruttare le immense risorse sottomarine della sua Zona Economica Esclusiva (EEZ), paragonabile per importanza ed estensione a quella delle vicine Seychelles. Se il turismo ha trasformato l’isola in una destinazione balneare molto rinomata nell’Oceano Indiano, grazie anche all’ottimo aeroporto internazionale di Plaisance, è stato soprattutto il settore finanziario a trainare la crescita economica di Mauritius, con l’apertura di numerose filiali di banche commerciali operanti sui mercati africani e la delocalizzazione dei servizi finanziari di grandi gruppi occidentali.
 
La capitale Port Louis è diventata anche meta fissa di parecchie compagnie asiatiche, soprattutto cinesi e indiane, che usano spesso la favorevole legislazione fiscale mauriziana per evadere le tasse dei propri Paesi d’origine e reinvestire i loro profitti nei promettenti mercati immobiliari dell’Africa sudorientale. Da questo punto di vista Mauritius può essere considerata un vero e proprio “paradiso fiscale”, forse il maggiore nell’area dell’Oceano Indiano insieme alle Maldive. Un “paradiso” a rischio, però, come dimostrato dal recente scandalo della Bramer Bank, che ha lanciato ombre pesanti sul futuro economico del Paese.
Nell’aprile 2015 questa rinomata banca mauriziana, parte del British American Investment Group (BAIG), è stata commissariata a sorpresa dal Governo di Port Louis per una grave crisi di liquidità, gettando nel panico risparmiatori e operatori finanziari. Le Autorità non hanno chiarito i motivi della crisi di liquidità della Bramer, ma si sospetta una gigantesca frode finanziaria da oltre 600 milioni di dollari, con ramificazioni all’interno di altre società del BAIG operanti in Gran Bretagna e in Sudafrica. Nonostante l’intervento tempestivo del Governo, che ha nazionalizzato e riaperto la banca in pochi giorni, la vicenda ha coinvolto oltre 20mila risparmiatori e circa 160mila detentori di polizze assicurative rilasciate dalla Bramer, provocando uno shock finanziario avvertito su tutti i principali mercati della regione. Inoltre essa ha anche danneggiato le ambizioni di Mauritius di diventare il più grande hub finanziario dell’Oceano Indiano, allontanando numerosi investitori stranieri e aggravando le ripercussioni locali della persistente instabilità dell’economia mondiale dopo la grande crisi del 2008.

Mauritius - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane nelle Mauritius nel 2016 sono state pari a € 96,7 milioni di euro, in aumento del 25% sul valore del 2015, mentre le importazioni sono ammontate a € 139,9 milioni, con un +16% rispetto al 2015.
Il saldo della bilancia commerciale è negativo per € 43,2 milioni.
 
I principali comparti produttivi del nostro export sono stati “Motori a combustione interna (incluse parti e accessori ed esclusi i motori destinati ai mezzi di trasporto su strada e ad aeromobili)” per un importo pari a € 20,1 milioni, “Frutta e ortaggi lavorati e conservati (esclusi i succhi di frutta e di ortaggi)” per € 4,9 milioni (-15,5%) e “Tessuti (esclusi tessuti a maglia e all'uncinetto e rivestimenti tessili per pavimenti)” per un valore pari a € 4,3 milioni (+16%).
I principali comparti produttivi del nostro import sono stati “Zucchero” per € 69,7 milioni (+7,2%), “Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati mediante surgelamento, salatura ecc.” per € 50,3 milioni (+35,5%) e “Abbigliamento esterno confezionato in serie, di sartoria o confezionato su misura” per € 5,6 milioni (-26%).
 
 
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Mauritius 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 55.219.658,00 € 57.749.854,00 € 86.247.895,00
Importazioni € 146.541.871,00 € 113.769.566,00 € 143.207.169,00

Mauritius - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 230 prefisso per il Paese.

Fuso orario: 4 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 3 ore avanti rispetto all’Italia (2 ore avanti con l’ora legale).

Passaporto: richiesto. Non è più necessaria la validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese. E’ sufficiente che la scadenza sia successiva alla data del ritorno dal viaggio Per eventuali modifiche a tale norma, si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visti d’ingresso: non richiesto per viaggi turistici o di affari fino a 90 giorni di permanenza nel Paese. Occorre comunque essere in possesso del biglietto aereo di ritorno.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. A coloro che provengono da aree affette da febbre gialla, è in genere richiesta la vaccinazione contro tale malattia.

Formalità valutarie
: non esistono limiti all’importazione di valuta estera.

È vietata nel Paese l’introduzione di prodotti alimentari, piante e semi e di attrezzatura per la pesca subacquea.
Per l’importazione di alcuni tipi di medicinali quali ipnotici, morfina, forti tranquillanti o antidolorifici è richiesta l’autorizzazione delle Autorità diplomatico/ consolari mauriziane in Italia.
Gli sportelli bancomat sono disponibili nei centri abitati e nei centri commerciali; le carte Visa sono generalmente accettate da hotel ed esercizi commerciali.

Settimana lavorativa
:

Banche: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 15.15; il venerdì dalle 9.00 alle 17.00 e il sabato dalle 9.15 alle 11.15 (tranne la Bank of Mauritius).
Uffici postali: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 12.00 alle 16.00, il sabato dalle 8.00 alle 11.00.
uffici statali: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 16.00, alcuni rimangono aperti anche il sabato dalle 9.00 alle 12.00.
Attività commerciali: a Port Louis da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00 e il sabato dalle 10.00 alle 12.00. A Curepipe, Quatre Bornes e Rose Hill i negozi sono aperti lunedì, martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 10.00 alle 18.00, il giovedì e la domenica dalle 10.00 alle 12.00.

Carte di credito: Le carte di credito principali e gli assegni sono accettati ovunque.

Principali festività
:

1° - 2 gennaio (Capodanno);
gennaio/febbraio (data non fissa), Capodanno cinese;
Festa di primavera (festa cinese);
Cavadee Festival (festa indù dell`India meridionale, in onore di Subramanya, secondo figlio del Dio Shiva);
febbraio/marzo (data non fissa), Maha Shivaratri (festa indù dell`India settentrionale, pellegrinaggio a Grand Bassin in onore di Shiva);
marzo (data non fissa), Holi (festa dei colori, festa indù dell`India settentrionale) e Ougadi (Capodanno Telegu);
12 marzo, Anniversario dell`Indipendenza (festa nazionale);
aprile (data non fissa),
Venerdì Santo, Pasqua, Lunedì di Pasqua;
1° maggio, Festa dei lavoratori;
15 agosto, Assunzione;
4° giorno del mese lunare agosto/settembre (data non fissa), Ganesh Chaturthi (festa indù, ricorda la nascita del Dio Ganesh;
9 settembre, Padre Laval (festa cristiana), pellegrinaggio al santuario Père Jacques Laval a Port Louis;
ottobre/novembre (data non fissa), Divali (festa indù) e Ganga Asnan (festa indù dell`India settentrionale, bagno purificatore degli indù nel mare);
1° novembre, Ognissanti;
2 novembre, Festa dei defunti;
25 dicembre, Natale.
Le feste religiose musulmane seguono il calendario lunare e pertanto le date non sono fisse e variano di anno in anno: Inizio e fine del Ramadan; Festa del sacrificio di Abramo (tra agosto e settembre); Nascita di Maometto, Primo Moharram o Capodanno islamico. Sull`Isola di Rodrigues si festeggiano tutte le ricorrenze cattoliche.

Mauritius - indirizzi utili


Ambasciata d’Italia competente: www.ambpretoria.esteri.it
Mauritius Revenue Authority (MRA): http://www.mra.mu/ 
The Board of Investment (BOI): http://www.investmauritius.com/ 
Mauritius Chamber of Commerce and Industry: http://www.mcci.org/en/ 
Ministry of Industry Commerce and Consumer Protection: http://industry.govmu.org/ 
Ministry of Labour Industrial Relations Employment and Training: http://labour.govmu.org/ 
Republic of Mauritius Portal: http://www.govmu.org/