Stampa

NAMIBIA


Immagine correlata

 

 

Namibia - Informazioni Generali

 

Superficie: 824.269 Km2

Capitale: Windhoek

Altre città principali: Rundu; Walvis Bay; Oshakati; Swakopmund; Katima Mulilo; Rehoboth.

Popolazione: 2,459 milioni (2015 - Banca Mondiale)

Lingua: Le due lingue ufficiali sono l’inglese, l’afrikaans e molti altri dialetti oshivambo, nama, damara, herero, rukavango, lozi, molti dialetti boscimani (san). Diffuso l`uso del tedesco.

Clima e temperature: Clima semi-arido e subtropicale. La Namibia è un paese molto arido. Tale aridità viene mitigata dalle piogge estive (novembre-marzo). Le calde temperature durante l`estate sono rese gradevoli a Windhoek dall`altitudine e dalla corrente fredda marina del Benguela. Nei mesi giugno-agosto l’escursione termica è molto forte con un range di temperature che vanno dai 24° C nelle ore calde a 0° C dopo il tramonto.
Mesi più caldi: gennaio e febbraio (17-39° C medie mensili).
Mesi più freddi: giugno e luglio (6-20°C medie mensili).

Religione: Luterana, animista.

Moneta: L’unità monetaria della Namibia è il Dollaro namibiano (N$).

Namibia - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
13.441
13.643
12.770
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
5.730
5.680
5.190
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
22.047
24.004
25.520
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
9.400
9.990
10.380
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
12.713
12.854
11.492
Crescita del PIL (% annua)
5,7
6,5
5,3
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
8,7
6,8
-0,2
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
6,9
7,1
6,7
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
32,5
31,8
31,0
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
60,7
61,1
62,3
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
42,6
41,8
44,1
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
58,5
62,7
67,9
Investimenti lordi (% del PIL)
25,2
33,0
34,2
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
34,4
35,9
35,6
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
66
66
66
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
51,2
55,2
56,8
Gettito fiscale (% del PIL)
31,7
33,6
33,4
Scambi di merci (% del PIL)
92,6
97,3
100,1
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
853
405
1.060
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
260,65
226,62
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni
Crescita annuale del PIL (%)
2005 2,5
2010 6
2015 5,3
2016 1,6
2017 5
2018 5,4
2019 5,4

Namibia - Prospettive future

 

SWAPO afferma di aver ridotto in modo incisivo la disoccupazione e spera che entro il 2030 la Namibia possa far parte della rosa dei Paesi industrializzati.
Il 4° piano di sviluppo nazionale (NDP4) guiderà e politiche del paese fino al 2017. La crescita economica, la creazione di posti di lavoro, e una maggiore uguaglianza dei redditi sono i tre obiettivi generali del NDP4. Esso si propone di raggiungere questi obiettivi attraverso politiche industriali volte alla crescita del turismo, della logistica commerciale a livello regionale, dell'agricoltura e trasformazione delle materie prime. Oltre a ridurre la povertà estrema e migliorare l'istruzione, la sanità, le infrastrutture, e l'ambiente imprenditoriale come "abilitatori di base" che sostengono le priorità economiche.
 
Nel 2107 l’economia della Namibia riceverà una spinta significativa grazie all’inizio dell’estrazione di uranio da quello che è già stato definito come il terzo deposito del materiale nucleare più grande al mondo.

Namibia - Settori produttivi

 

La struttura della produzione e degli scambi è rimasta sostanzialmente invariata nel corso degli ultimi due decenni. Il settore dei servizi ha rappresentato il 55-60% del totale del PIL dal 1990. Il settore minerario, zootecnia, pesca, metallurgia, e trasformazione dei prodotti alimentari sono stati i pilastri dell'economia, con quello delle costruzioni in forte crescita negli ultimi anni. Metalli e minerali forniscono la maggior parte dei proventi delle esportazioni, seguita dal settore ittico, turismo, bestiame, servizi di logistica birra e uva. La produzione ad alta intensità di lavoro non ha messo radici in Namibia. L’economia namibiana è tuttavia influenzata da alcuni fattori critici che possono rallentare lo sviluppo nel lungo periodo come la scarsa diversificazione della produzione, che dipende in gran parte dallo sfruttamento delle risorse naturali, la sperequazione nella distribuzione del reddito, inadeguati standard di vita per la popolazione, soprattutto nell’area settentrionale del paese, ampie fasce di povertà e disoccupazione ed alta incidenza del virus dell’Aids.

Per la propria evoluzione storico-politica, l'economia del Paese è fortemente legata a quella del Sudafrica. La principale attività economica è l'estrazione di minerali, che contribuisce per circa il 30% del PIL nazionale.
 
La Namibia è il quarto più importante esportatore africano di minerali non combustibili, e il quinto produttore di uranio nel mondo. Una parte importante dell'estrazione mineraria riguarda, analogamente al Sudafrica, l’attività estrattiva di diamanti e pietre preziose mentre  altre produzioni di rilievo sono quelle riguardanti piombo, ferro, zinco, argento e tungsteno. Benché come visto il settore estrattivo-minerario contribuisca in larga parte al prodotto interno lordo della Namibia, solo meno del 5% della popolazione vi è impegnata, mentre più della metà dei namibiani si dedicano all'agricoltura e all'allevamento di sussistenza.
 
Strettamente legato al settore estrattivo è invece quello manifatturiero che si basa essenzialmente sulla lavorazione dei minerali in particolare dello zinco.
L’attività manifatturiera si basa essenzialmente sulla lavorazione dei minerali. Il prodotto manifatturiero, che contribuisce per circa il 12% al PIL, è dominato infatti dalla trasformazione dei minerali, in particolare dello zinco. Per la restante parte, il comparto manifatturiero si basa sulla produzione ittica ed agroalimentare e sulle bevande, presentando una base limitata, dovuta alla scarsa dimensione del mercato interno, alla stretta dipendenza economica dal Sud Africa e alla carenza di manodopera qualificata, anche se si registra un progressivo sviluppo parallelamente ai processi in atto di diversificazione dell’economia. Il settore turistico (il cui contributo al PIL non viene misurato dalla contabilità nazionale ma indirettamente sommando il contributo di un ampio spettro di servizi, come trasporti, hotel, ristoranti, servizi ricreativi, ecc.) negli ultimi anni ha sperimentato una rapida crescita, con un contributo stimato intorno al 3,8% del PIL e al 18% dell’occupazione totale. Il settore pubblico continua a rappresentare una risorsa economica significativa, contribuendo per circa il 18% al PIL (pubblica amministrazione, sanità e istruzione).

Namibia - Interscambio con l'Italia

 

Risultati immagini per italia namibia bandiera
Le esportazioni italiane in Namibia nel 2016 sono state pari a € 71,2 milioni in netta ascesa rispetto al 2015 (+238%), mentre le importazioni sono state di € 171,5 milioni, anch’esse in crescita sul valore del 2015 (+59,8%).
Il saldo della bilancia commerciale è negativo per € 100,3 milioni.
 
Le principali voci merceologiche dell’export italiano sono state “Prodotti della raffinazione del petrolio” per € 54,5 milioni, “Altri prodotti chimici di base inorganici” per un valore di € 2,7 milioni (-10%) e “Oggetti in ferro, in rame e in altri metalli” per un importo pari a € 1,6 milioni (-38,4%).
 
I principali comparti del nostro import sono stati “Piombo, zinco e stagno e semilavorati” per un valore di € 71,7 milioni, in sensibile incremento sul valore del 2015 (+118%), “Rame e semilavorati” per € 36,9 milioni, anch’esso in grande crescita (+ 219%) e “Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati mediante surgelamento, salatura ecc.” per € 31,9 milioni (+4,5%).


NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT. 

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Namibia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 54.922.170,00 € 38.322.823,00 € 44.578.457,00
Importazioni € 12.866.970,00 € 35.627.108,00 € 145.233.986,00

Namibia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali:
00 264, prefisso per il Paese; 061 Windhoek

Fuso orario: 1 ora avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; stesso orario del Meridiano rispetto all’Italia.
La Namibia, pur collocandosi sullo stesso fuso orario dell`Italia, si trova nell`emisfero sud e pertanto le stagioni sono opposte rispetto a quelle italiane.

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese

Passaporto:
necessario, con validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell'arrivo nel Paese. Per le eventuali modifiche a tale norma si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Visto d’ingresso: non necessario per turismo fino ad un massimo di 90 giorni di permanenza nel Paese.
Documenti Auto:
Patente: per noleggiare un`auto è necessaria la patente internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).
La circolazione è a sinistra, come in Gran Bretagna. Si raccomanda una guida molto prudente, specialmente sulle strade sterrate. Velocità massima consigliata su queste strade: 60-70 Km/h; fondo stradale molto sdrucciolevole (sabbia e/o ghiaia); possibile scoppio di pneumatici a causa della presenza sul terreno di piccoli quarzi e improvviso attraversamento di animali. Verificare sempre le condizioni dei pneumatici, inclusa quella di scorta. Uso delle cinture di sicurezza anche a velocità moderata.

Assicurazione: è richiesto il carnet de passage en douane per veicoli importati temporaneamente.

Situazione sanitaria: Molto buona a Windhoek. Buone le strutture medico ospedaliere della capitale e la reperibilità dei farmaci. In caso di particolare necessità si può far ricorso alle strutture sanitarie del vicino Sud-Africa. Per i turisti che si rechino nelle regioni settentrionali è opportuna la profilassi antimalarica nella stagione estiva locale (novembre-marzo).

Vaccinazioni:
Obbligatorie: nessuna.
Consigliata: la profilassi antimalarica nella stagione estiva (novembre-marzo) nelle regioni settentrionali.

La Namibia è un paese sicuro per i turisti. Le popolazioni locali sono ospitali ed amichevoli nei confronti degli stranieri.
È tuttavia opportuno usare le normali cautele valide in qualsiasi parte del mondo (non lasciare in evidenza oggetti di valore, evitare acquisti incauti come diamanti, avorio ecc.). Non mancano episodi di piccola criminalità (furti e scippi).

Settimana lavorativa: POSTE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30

Principali festività:
1° Gennaio (Primo dell’anno)
9 Febbraio (Giorno della costituzione)
21 Marzo (Giorno dell’Indipendenza)
Venerdì Santo (variabile)
Pasqua (variabile)
Lunedì dell’Angelo (variabile)
1° Maggio (Festa del Lavoro)
4 Maggio (Cassinga Day)
25 Maggio (African Freedom Day)
Pentecoste (variabile)
26 Agosto (Heroes’ Day)
10 Dicembre (Festa dei Diritti dell’Uomo)
25 Dicembre (Natale)
26 Dicembre (Festa della Famiglia).

Namibia - Principali indirizzi utili

 

AMBASCIATA D’ITALIA PRETORIA
796, George Avenue 0083 Arcadia Pretoria

Tel: 0027 124230000/1
Cancelleria Consolare: 0027 124230026/27
Fax Sede: 0027 124305547
(Cancelleria Diplomatica Cape Town 002721-4245559)
Fax Cancelleria Consolare: 0027 12 342 56 18
Cellulare reperibilità solo in casi d’emergenza: 0027 827815972
Sito web: www.ambpretoria.esteri.it/
E-mail: segreteria.pretoria@esteri.it
E-mail Cancelleria consolare: consolato.pretoria@esteri.it; visti.pretoria@esteri.it

ICE - Agenzia (Johannesburg - Sud Africa)
42, Chester Road, Parkwood 2193, Johannesburg

Tel. +27 (0)11 880 8383 - Fax +27 (0) 11 880 9040
johannesburg@ice.it
http://www.ice.gov.it/paesi/africa/repsudafricana/ufficio.htm?sede

Ministry of Environment and Tourism: www.met.gov.na
Ministry of Trade and Industry: http://www.mti.gov.na/ 
Namibia Investment Centre (NIC): http://www.mti.gov.na/nic.html
Governo Namibia: http://www.gov.na/