Stampa

PORTOGALLO

 
 

 

 

Risultati immagini per animated flag portogallo

 

 

 

 

Portogallo - Informazioni Generali

 

Superficie: 91.906 km2 (91.985 km2 incluse Azzorre e Madeira)
Popolazione: 10.358.076 milioni di abitanti (2015 – Banca Mondiale)
Capitale: Lisbona
Altre città principali: Oporto

Clima: a nord, la parte più montuosa del Paese, il clima è atlantico, caratterizzato da abbondanti precipitazioni. A sud di Lisbona e del Capo da Roca (la punta più occidentale) l'effetto della bassa latitudine prende il sopravvento e si accentua l'aridità.
Lingua: la lingua ufficiale è il portoghese.
Religione: la religione prevalentemente professata è quella cattolica.
Moneta: dal 1° gennaio 2002 l’unità monetaria del Portogallo è l’Euro, suddiviso in 100 centesimi.

Portogallo - Principali indicatori economici

 

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
223.143
221.441
212.490
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
21.340
21.290
20.530
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
288.082
295.571
300.971
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
27.550
28.420
29.060
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
226.073
230.117
198.923
Crescita del PIL (% annua)
-1,1
0,9
1,5
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
2,3
1,0
1,9
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
2,4
2,3
2,4
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
21,5
21,5
21,9
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
76,2
76,1
75,8
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
39,5
40,0
40,3
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
38,5
39,7
39,6
Investimenti lordi (% del PIL)
14,6
15,1
15,2
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
39,7
39,2
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
4,5
4,5
4,5
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
188,6
173,3
167,0
Gettito fiscale (% del PIL)
22,8
22,7
..
Scambi di merci (% del PIL)
61,3
61,8
61,3
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
10.936
13.116
633
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 3/01/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

 

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 0,8
2010 1,9
2015 1,5
2016* 1,3
2017* 1,4
2018* 1,4
2019* 1,4


Portogallo - Prospettive future

 

Secondo i dati pubblicati a gennaio 2017 dal Banco de Portugal, le stime di crescita del PIL relative al 2016  si sono assestate all’1,2%. Positive anche le previsioni sia per il 2017 (1,4%) che per il 2018 (1,5%), al cui risultato, secondo la Banca centrale, contribuiranno l'andamento positivo delle esportazioni (3,7% nel 2016, 4,8% nel 2017 e 4,6% nel 2018) e dei consumi privati (2,1% nelle stime del 2016, 1,3% nel 2017 e 1,4% nel 2018). Sulla stessa linea troviamo le previsione del FMI, che si aspetta un incremento del PIL portoghese dell’1,3% nel biennio 2016-2017, mentre appare più prudente per il 2018 con l'indicazione di una variazione dell'1,2%. Il tasso d’inflazione dovrebbe registrare nel triennio un andamento leggermente crescente: la stima è +0,7% nel 2016, 1,1% nel 2017 e 1,4% nel 2018, mantenendosi comunque intorno alle medie dell'Unione Europea.
Per quanto riguarda l'andamento degli scambi con l'estero nel 2017 si prevede rispettivamente una percentuale di incremento del 3,6 nell’export  e del 3,4 nell’import. Nell’ambito del mercato del lavoro si segnala una fase di ripresa con un tasso di disoccupazione che mantiene nelle previsioni un andamento decrescente: le stime FMI indicano un calo all’11% nel 2016, all’10,6% nel 2017 e al 10,3% nel 2018. Tuttavia il tasso di disoccupazione portoghese resta ancora al di sopra della media dei Paesi UE.
Al Governo portoghese resta l’impegnativo obiettivo di ridurre sia il deficit di bilancio, sia il debito pubblico (quest’ultimo valutato nel 2016 al 130,8%). Le previsioni del FMI prevedono comunque una riduzione del debito pubblico fino al 129,9% nel 2017 e al 127,7% nel 2018 e un deficit di bilancio che dovrebbe assestarsi sotto la soglia del 3% nei prossimi anni (-2,1% nel 2017 e -2,9% nel 2018).

Portogallo - Settori produttivi

 

Il settore agricolo presenta una struttura fondiaria non omogenea: appezzamenti di piccole dimensioni nelle regioni settentrionali del paese e proprietà di medie a grandi dimensioni nel sud. Nonostante gli incentivi governativi, l’agricoltura continua a soffrire di bassa redditività, con costi che rendono i prodotti non concorrenziali con quelli della vicina Spagna. Le principali produzioni sono: grano, uva, miglio, olive, pomodori e bietole da zucchero; la voce più importante, soprattutto per l’esportazione, è rappresentata dai vini da tavola e dal Vino di Porto.
 
Molto importanti sono anche il settore commerciale, in particolare l'alberghiero, e l'industria manifatturiera.
 
Da segnalare anche la pesca e il legno (la superficie del paese è boschiva al 34%). Le foreste del Portogallo forniscono una porzione consistente dell'approvvigionamento mondiale di sughero, settore in cui il paese è al secondo posto nel mondo, e di legni bianchi, da cui è estratta la pasta di carta. Discrete le risorse minerarie - rame, tungsteno, piriti di ferro e uranio - anche se il ruolo del settore estrattivo è condizionato dall’andamento dei mercati internazionali.
 
L’attività industriale è basata principalmente su tecnologie intermedie, quali manufatti tessili, calzature, lavorazione di legno e sughero, mentre i settori elettrico, elettromeccanico e metalmeccanico operano con tecnologie più avanzate. La forte componente di investimento estero, specialmente nel settore abbigliamento, calzature e componenti per l’industria automobilistica, ha sofferto una diminuzione continua, dovuta alla delocalizzazione di tali investimenti nei Paesi dell’Est, a partire dalla loro entrata nell’UE, che ha provocato un notevole aumento della disoccupazione.
 
Un settore, invece, che si mantiene ad un alto livello tecnologico e che esporta la quasi totalità della produzione, è quello della fabbricazione di stampi per materie plastiche mentre assume un’importanza crescente il comparto della biotecnologia.
 
Si può anche citare, la secolare tradizione artigianale della ceramica, la cui lavorazione nella storia ha unito il gusto europeo a quello moresco. Fra i prodotti più noti, le tipiche piastrelle chiamate azulejos, rigorosamente bianche e blu.

Portogallo - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Portogallo nel 2016 sono state pari a € 3,5 miliardi, in crescita sul valore del 2015 (+ 6%), mentre le importazione sono ammontate a € 1,58 miliardi, in lieve incremento sul dato del 2015 (+ 5%).
 
Il saldo della nostra bilancia dei pagamenti è quindi positivo per € 1,92 miliardi.
Le principali voci commerciali del nostro export nel 2016 sono state rispettivamente gli “Autoveicoli” per un importo pari a € 182,2 milioni, in crescita sul valore del 2015 (+22%), “Cuoio e pelle conciati e preparati; pellicce tinte e preparate” per € 169,9 (-12,8%) e “Tessuti (esclusi tessuti a maglia e all'uncinetto e rivestimenti tessili per pavimenti)” per un importo pari a € 165 milioni (+6,4%).
 
Le principali voci del nostro import del 2016 sono state “Carta e cartone” per un valore pari a € 111,8 milioni (+4%), “Autoveicoli” per un valore pari a € 95 milioni, in calo sul 2015 (-2%) e “Prodotti della lavorazione del sughero” per € 92 milioni (+5,7%).

 
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.



Caricando dati...


Portogallo - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali:
00351 per il Paese;
21 Lisbona;
22 Porto;
291 Madera

Fuso orario: il Portogallo segue l’orario del Meridiano di Greenwich nel periodo invernale; l’applicazione dell’ora legale nel periodo estivo determina uno spostamento di un 1 avanti rispetto all’orario di Greenwich. Il Portogallo è un’ora indietro rispetto all’Italia.

Visto: non è richiesto alcun visto ai cittadini appartenenti all’Unione Europea. Per i cittadini italiani, in virtù degli Accordi di Schengen, l’entrata nel paese è libera (non è richiesto alcun documento o formalità particolare).

Settimana lavorativa:
UFFICI PUBBLICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30
UFFICI PRIVATI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30/9.00 alle ore 12.30/13.00 e dalle ore 14.00/14.30 alle ore 17.30/18.00
POSTE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 15.00 (con intervallo tra le 11.45 e le 12.45)

Carte di credito: tutte le principali

Principali festività:
1° gennaio (Primo dell’anno)
data variabile (Martedì di Carnevale)
data variabile (Pasqua)
25 aprile (Anniversario della liberazione)
1° maggio (Festa dei Lavoratori)
10 giugno (Festa della Nazione)
13 giugno (S. Antonio; festivo solo a Lisbona)
24 giugno (San Giovanni Battista; festivo solo a Porto)
15 agosto (Festa dell’Assunzione)
5 ottobre (Proclamazione della Repubblica)
1° novembre (Ognissanti)
1° dicembre (Festa dell’Indipendenza)
8 dicembre (Festa dell’Immacolata)
25 dicembre (Natale)
31 dicembre (San Silvestro).

Portogallo - Principali indirizzi utili




AMBASCIATE E CONSOLATI
 
Ambasciata del Portogallo a Roma: http://www.embportroma.it/ 
Ambasciata d’Italia a Lisbona: http://www.amblisbona.esteri.it/
 
ICE-AGENZIA
L'Ufficio ICE di Madrid fornisce servizi di assistenza e informazione anche per il Portogallo
 
CAMERE DI COMMERCIO
 
Camera di Commercio Italiana per il Portogallo: http://www.ccitalia.pt/
Associaçao Comercial de Lisboa Camara de Comercio e Industria Portuguesa
Associaçao Comercial do Porto Camara de Comercio e Industria do Porto
Madeira Chamber of Commerce and Industry
Azores Chamber of Commerce and Industry

MINISTERI
 
Ministero della difesa nazionale
Ministero delle Finanze
Ministero degli affari interni
Ministero Affari Esteri
Ministero della giustizia
Vice Ministero degli affari parlamentari
Ministero dell’economia e dell’impiego
Ministero dell’agricoltura, del mare, dell’ambiente e dell’assetto territoriale
Ministero della salute
Ministero dell’educazione e della scienza
Ministero della solidarietà e della sicurezza sociale
Governo regionale di Madeira: http://www.gov-madeira.pt/
Governo regionale delle Azzorre: http://www.azores.gov.pt/
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI
 
CIP – Confederazione imprenditoriale del Portogallo: http://www.cip.org.pt/
IAPMEI – Istituto per il sostegno alle piccole e medie imprese e agli investimenti
AICEP – Agenzia per gli investimenti e il commercio estero del Portogallo
IFADAP – Istituto di finanziamento e sostegno allo sviluppo dell’agricoltura e della pesca
INPI – Istituto nazionale della proprietà industriale: http://www.marcasepatentes.pt/
Gazzetta ufficiale: http://www.dre.pt/
Istituto nazionale di statistica: http://www.ine.pt/
Istituto portoghese di qualità: http://www.ipq.pt/
Informazioni turistiche: http://www.turismodeportugal.pt/
 
TRASPORTI
 
Combois de Portugal (Treni): http://www.cp.pt/
TAP – Air Portugal: http://www.flytap.com/
Estradas de Portugal (agenzia responsabile dell’amministrazione stradale)
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI
 
Rappresentanza commissione europea in portogallo
Missione permanente del Portogallo alle Nazioni Unite
 
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI
 
Banco de Portugal: http://www.bportugal.pt/
Caixa Geral de Depósitos: https://www.cgd.pt/
Banco Borges & Irmao (Grupo BPI): https://www.cgd.pt/
Banco Millennium (BCP): http://www.bcp.pt/
Banco Espírito Santo: http://www.bes.pt/
Banco Português de Negócios: http://www.bpn.pt/
BPI – Banco portugues de investimento: http://www.bancobpi.pt/