Stampa

COREA DEL SUD


 



Corea del Sud - Informazioni Generali

 

Nome ufficiale: Repubblica di Corea.
Curiosità sul nome: la Corea prende il nome dalla dinastia Koryô che regnò sulla penisola dal 918 al 1392.  
Superficie: 100.210 km² (109º)
Popolazione: 50.004.441 ab./2012 (26º)
Densità: 491 ab./km²

Città principali ed abitanti
Seoul (capitale): 10.442.426  Busan: 3.513.000; Incheon: 2.518.000; Daegu: 2.456.000; Daejeon: 1.439.000; Gwangju: 1.414.000.
Clima: di tipo continentale con alte temperature.
Lingua ufficiale: Coreano.
 
Moneta: la valuta monetaria della Corea del Sud è il Won sudcoreano (KRW).

Corea del Sud - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
1.298.958
1.360.134
1.389.475
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
25.870
26.970
27.450
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
1.659.775
1.712.564
1.761.861
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
33.050
33.960
34.810
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
1.305.605
1.411.334
1.377.873
Crescita del PIL (% annua)
2,9
3,3
2,6
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
0,9
0,6
2,2
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
2,3
2,3
2,3
Industria,valore aggiunto (% del PIL)
38,4
38,1
38,0
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
59,3
59,6
59,7
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
53,9
50,3
45,9
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
48,9
45,0
38,9
Investimenti lordi (% del PIL)
29,1
29,3
28,5
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
27,4
26,3
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
4
4
4
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
155,8
162,3
166,5
Gettito fiscale (% del PIL)
14,3
13,9
..
Scambi di merci (% del PIL)
82,4
77,8
69,9
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
12.767
9.274
5.042
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 3,9
2010 6,5
2015 2,6
2016* 2,8
2017* 2,8
2018* 3,1
2019* 3,1

Corea del Sud - Prospettive future

 

Nel periodo 2016-2019 ci si aspetta una crescita reale del PIL al 3,8% in media all’anno, un ritmo rispettabile di espansione, ma al di sotto dei tassi registrati negli anni immediatamente precedenti la crisi finanziaria globale del 2008-2009.
A seguito di una ripresa nel 2015, l’espansione delle esportazioni decelererà marginalmente con una media annua del 5,3% nel 2016-2019.
 
La crescita delle esportazioni non tornerà a doppia cifra come non ci si aspetta un recupero della domanda OCSE a causa di problemi fiscali persistenti.
 
I settori designati come futuri motori di sviluppo dal governo e che potranno godere di una maggiore de-regolarizzazione e supporto, sono quelli della salute, istruzione, turismo, finanza e software.
Secondo la rivista americana “Foreign Affairs” la Corea, insieme a Messico, Polonia, Turchia, Indonesia e Filippine risulta uno dei sei paesi più attraenti per un investimento nei prossimi cinque anni. La rivista loda la leadership del governo, la posizione geografica strategica e la rapida crescita economica anche se lo definisce ancora un paese ‘volatile’ e non completamente ‘sviluppato’.

Corea del Sud - Settori produttivi

 

Cambio dell’indice dei prezzi di produzione
Le abitudini e di conseguenza i consumi dei coreani stanno cambiando. Ad esempio l’utilizzo degli smartphones e un modo di vivere più sano, che porta al consumo di prodotti più genuini hanno fatto rivedere il paniere di beni su cui si basa l’indice dei prezzi di produzione calcolato dalla Banca di Corea. La revisione del paniere avviene all’inizio di ogni anno e nel 2014 le lampade incandescenti saranno escluse, in quanto stanno lasciando il passo alle lampade LED.
Negli ultimi 4 anni i prodotti introdotti per la prima volta nel paniere usato per calcolare il volume produttivo sono i display a cristalli liquidi (LCD), gli smart phone, le lampade LED e le celle solari. Le videocassette, i camcorders e i DVD player sono state eliminate dalla lista già a partire dai primi anni 2000. Per quanto riguarda i prodotti alimentari sono stati introdotti il sale marino e i biscotti di ginseng, mentre gli esaltatori di sapidità chimici sono stati esclusi.
Altri prodotti inclusi sono le auto elettriche mentre sono fuori le buste di carta (soppiantate dalle emails) e le macchine per la coltivazione del riso, ciò dovuto ad un consumo sempre più in calo a favore di un’alimentazione di tipo più occidentale.
 
Secondo un rapporto annuale di Brand Finance, agenzia di consulenza indipendente con sede a Londra, nel 2013 il marchio Corea è risultato al 16esimo posto fra 100 paesi avanzando di una posizione rispetto all’anno precedente. Il valore riconoscibile del paese è stato misurato in base a quattro criteri: investimenti, prodotto, manodopera e turismo. Gli USA sono primi seguiti da Cina, Germania, Gran Bretagna. L’Italia figura al dodicesimo posto (decima nel 2012).

Corea del Sud - Interscambio con l'Italia

I dati 2015 sul commercio estero di fonte coreana evidenziano la buona performance dell'export italiano, sebbene in calo, come da andamento generale dell’interscambio coreano. Ad ogni modo anche il 2015 consolida una tendenza positiva gia' osservata negli ultimi anni e una bilancia commerciale saldamente in attivo. Le importazioni coreane dall’Italia hanno totalizzato 5,82 mld USD (in calo del 7%) a fronte di esportazioni per 3,53 mld USD (+1,7%). Il surplus commerciale dell'Italia nei confronti della Corea e' pertanto ammontato a 2,29 mld di dollari (2,79 mld di dollari nel 2014).
Complessivamente, nel 2015 l'Italia ha rappresentato il diciannovesimo Paese fornitore della Corea del Sud, in ascesa di una posizione rispetto al 2014. I dati dei primi nove mesi del 2016 confermano una bilancia in attivo per l’Italia: le importazioni mostrano un andamento migliore rispetto al calo generale: -4,5% contro -10,6% globale. Da notare la continua crescita della quota italiana sull’import totale della Corea, che cresce dall’1,2% nel
2014; all’1,3% nel 2015; all’1,4% nel 2016. Inoltre e` dal 1° semestre 2016 che l’Italia si ritrova secondo fornitore della Corea in ambito UE, sorpassando UK e Francia (Fonte: Ice Seoul).

 

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomatanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomatanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Corea del Sud 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 2.499.764.398,00 € 2.479.297.517,00 € 3.107.519.535,00
Importazioni € 1.835.749.256,00 € 2.344.842.277,00 € 3.505.927.102,00

Corea del Sud - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali
Prefisso dall’Italia: 0082
(seguito dal prefisso della città senza lo zero)
Prefisso per l’Italia: 001 (o 002) 39
(seguito dal prefisso della città con lo zero).
Da un telefono cellulare: 00700 (o 00388) 39
(seguito dal prefisso della città con lo zero)
Altri prefissi:
2 Seoul; 51 Pusan; 53 Taegu; 32 Inchon; 2 Kwangju; 42 Taejon; 336 Kyonggi Prov.

La rete telefonica cellulare non è compatibile con i telefonini GSM (standard europeo). E’ possibile prendere a noleggio telefoni cellulari all’aeroporto.

Fuso orario - 9 ore avanti rispetto al Meridiano di Greenwich; 8 ore avanti rispetto all’Italia (7 ore avanti con l’ora legale)

Documentazione necessaria per l'ingresso nel Paese
Passaporto: necessario, con validità residua di almeno tre mesi alla data di arrivo nel Paese.
Visto: Non occorre il visto per i cittadini italiani che si rechino nel Paese per soli motivi di turismo e per soggiorni inferiori ai 90 giorni, a condizione di non svolgere attività remunerate.

Per soggiorni superiori ai 90 giorni, sarà invece necessario premunirsi di un visto che potrà essere richiesto presso l'Ambasciata della Repubblica di Corea a Roma. Successivamente, entro 90 giorni dal proprio arrivo nel Paese, sarà necessario richiedere la "alien registration card" presso il locale ufficio di immigrazione, dietro presentazione del proprio passaporto, due foto e 10.000 won. Il tempo medio di trattazione della pratica è di 10 giorni circa. Al completamento definitivo del periodo di soggiorno in Corea, tale documento dovrà essere restituito alle Autorità di immigrazione presso l'aeroporto o il porto di partenza.

Formalità valutarie e doganali

Occorre compilare la dichiarazione di arrivo e partenza "entry or departure declaration" da parte di ogni passeggero e/o la "customs declaration" per ogni nucleo famigliare, nei casi in cui si trasportino merci da sdoganare, e il "quarantine questionnaire". È bene informarsi prima presso l'Ambasciata di Corea a Roma, ovvero visitando anche il sito delle dogane coreane www.customs.go.kr/eng/ per avere informazioni aggiornate sui prodotti proibiti.

All'arrivo nella Repubblica di Corea, occorre dichiarare in dogana:
-   le somme superiori ai 10.000 dollari USA inclusi i travellers cheques, pena la confisca della somma eccedente;
-   gli articoli acquistati all’estero il cui valore ecceda i 400 dollari;
-   oggetti nuovi mai usati, attrezzature elettriche, elettroniche, strumenti musicali, ecc.;
-   prodotti agricoli, di silvicoltura, di pesca o allevamento inclusi carni ed erbe medicinali;
-   oggetti considerati pericolosi per la pubblica sicurezza quali armi da fuoco, coltelli, narcotici e psicotropi (di cui è vietata l’importazione);
-   gli articoli soggetti a dogana (pietre preziose o perle, oggetti in madreperla, corallo, ambra o avorio od oggetti equivalenti);
-   gli oggetti destinati alla vendita, articoli o oggetti pornografici e osceni (fotografie, film, pubblicazioni, ecc ).
Qualora il viaggiatore optasse per il percorso "Nothing to Declare" pur essendo in possesso degli articoli sopra indicati senza averli dichiarati, egli potrà incorrere in una multa del 30% del valore della merce non dichiarata, ovvero essere punito secondo le leggi doganali locali.
I beni elettronici personali (computer, videocamere, ecc.) vanno dichiarati all'arrivo o alla partenza in modo da poterli riportare con sé senza pagamento di dogana.

È consentito l'acquisto in esenzione doganale di:
-   200 sigarette (50 sigari o 250 gr. di tabacco)
-   1 bottiglia di alcolici (non più di un litro),
-   2 once di profumo (1 oncia = 28,35g)
-   merci in generale per un valore complessivo di 400 dollari USA.
-   Seoul Customs Tel. 02-3438-1114
-   Incheon Customs (arrivi) Tel. 032-740-4212, 4312
-   Incheon Customs (partenze) Tel. 032-740-4182, 4192
-   Seoul Gimpo Customs Tel. 02-2663-7821
-   Busan Customs Tel. 051-465-3100
-   Jeju Customs Tel. 064-741-6300
-   Gimhae Customs Tel. 051-972-3100.
 
Settimana lavorativa

UFFICI PRIVATI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.00; il Sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00
UFFICI PUBBLICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.00; il Sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (da Novembre a Febbraio l’orario di chiusura è anticipato alle ore 17.00)
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 16.30; il Sabato dalle ore 9.30 alle ore 13.30
ATTIVITÀ COMMERCIALI: l’orario di apertura è variabile (dalle ore 8.30 / 9.30 oppure 10.30) l’orario di chiusura è alle ore 21.00. Alcuni esercizi sono aperti 24 ore al giorno. I ristoranti sono aperti dalle ore 7.00 alle ore 22.00.

Carte di credito - Tutte le principali
Sistema metrico - Alcune misure locali: 1 chungbo=0,992 ha; 1 suk= 100 dai=180,39 litri; 1 kwan=1.000 don= 3,75 kg

Principali festività nazionali
  • 1º marzo Anniversario del movimento di Indipendenza- Si celebra l'anniversario del movimento di indipendenza del 1º marzo 1919 contro il dominio giapponese.
  • 10 marzo Festa dei Lavoratori
  • 5 aprile Festa degli Alberi
  • 5 maggio Giornata del Bambino
  • 6 giugno Giornata dei Caduti
  • 17 luglio Festa della Costituzione
  • 15 agosto Giorno della Liberazione
  • 3 ottobre Fondazione della nazione - Si commemora la fondazione della Corea da parte di Tan'gun nel 2333 a.C.
  • 9 ottobre Giorno dell'alfabeto coreano - Si celebra la promulgazione dell'alfabeto coreano da parte del re Sejong della dinastia Yi nel 1446.
Le principali ricorrenze tradizionali, legate al calendario lunare:
  • 1º gennaio Capodanno - Questa è una delle grandi feste tradizionali ed il più importante periodo di vacanza della Corea del Sud: le città si svuotano perché le persone tornano ai luoghi nativi, per omaggiare i propri antenati con offerte di frutta e cereali. E’ inoltre un giorno di festa augurale dove si celebra il ricco raccolto prima della mietitura. Contemplare la luna piena è una delle usanze tipiche di questa ricorrenza. Fino a qualche anno fa si festeggiava solo il capodanno del calendario lunare (Seollal), che cade verso gennaio inoltrato o in febbraio, e si contavano gli anni a partire dal 2333 a.C., anno di nascita del mitico fondatore della Corea, Tan'gun. Oggi si festeggia, ma in tono minore, anche il 1º gennaio secondo il calendario occidentale. In occasione del Seollal tutta la Corea del Sud si ferma.
  • 105° giorno dopo il solstizio d’inverno Hanshik - Durante la prima o seconda Luna si celebra l’hanshik. In questo giorno ha luogo il culto degli antenati e di mattina tutta la famiglia si reca in visita alle loro tombe, in segno di rispetto. Tale visita include di frequente anche la riparazione delle tombe dai danni del gelo.
  • 8º giorno del 4º mese secondo il calendario lunare Nascita del Buddha - Diverse cerimonie hanno luogo nei templi buddisti e alla sera si svolgono grandi processioni con i fedeli che portano delle lanterne. A Seul si tiene una sfilata serale da Tapgol Park a Jogyesa, la domenica prima di tale festa.
  • 5º giorno del 5º mese secondo il calendario lunare Festa del Tano - E’ la festa di maggio, una delle più importanti. Viene celebrata dopo la semina primaverile e prima della bonifica dei campi e della piantagione di riso, per alleggerire la fatica della semina e augurarsi il pieno successo della stessa ed un raccolto eccezionale. In questa occasione si mangiano dolci fatti con farina di riso ed un patè di germogli di piante acquatiche o di assenzio e si organizzano gare di lotta per i giovani e di altalena per le donne. Il vincitore tra gli uomini di solito riceve in premio un toro, tra le donne un anello d’oro. Inoltre in questa occasione si svolgono processioni di sciamani e maschere.
  • 15º giorno dell'8º mese secondo il calendario lunare Ch'usôk (festa del raccolto, o festa della luna)

Corea del Sud - indirizzi utili

 

 

Ambasciata d’Italia a Seoul: www.ambseoul.esteri.it


Camera Di Commercio Italiana In Corea: www.itcck.org

KITA (Korea International Trade Association): www.kita.org

KOIMA (Korea Importers’ Association): www.koima.or.kr

KORCHAM (Korea Chamber of Commerce): www.korchambiz.net

AKEI (Association of Korean Exhibition Industries): www.kei.or.kr