Stampa

ARABIA SAUDITA





 


Arabia Saudita - Informazioni Generali

 

Confina con l'Iraq, la Giordania, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti e lo Yemen. È bagnato dal Golfo Persico a nord-est e dal Mar Rosso ad ovest.

Superficie: 2,15 milioni di kmq

Popolazione: 29.994.000 di abitanti (Statistic department Saudi Arabia)

Città principali (popolazione nel 2014, censimento 2010)
- Riyadh (capitale): 6,8000 milioni di abitanti
- Mecca: 5,400 milioni di abitanti
- Gedda: 3,012 milioni di abitanti
- Eastern: 3,009 milioni di abitanti

Lingua ufficiale: arabo

Religione: la distribuzione delle religioni in Arabia Saudita è molto difficile da calcolare, poiché il governo indica come musulmano il 100% dei cittadini. La libertà di culto è molto limitata, non è possibile edificare luoghi di culto diversi da quelli musulmani e anche la semplice esposizione di simboli di altre religioni è mal tollerata. Le uniche minoranze religiose sono rappresentate dai lavoratori immigrati, tra questi la comunità cristiana rappresenta circa il 7%.

Moneta: Rial Saudita (SR), suddiviso in 20 qirsh oppure 100 halala.

Arabia Saudita - Principali Indicatori Economici

 


2011a
2012a
2013a
2014a
2015b
2016b
PIL
PIL nominale in (miliardi di US$)
669,5
734,0
744,3
746,2
672,2
745,7
PIL nominale (miliardi di SR)
2.510.7
2.752.3
2.791.3
2.798.4
2.520.6
2.796.4
Crescita reale del PIL (%)
10,0
5,4
2,7
3,5
3,3
2,5
Spesa sul PIL (% reale)
Consumi privati
1,7
11,7
3,2
6,1
4,0
3,5
Consumi pubblici
16,6
8,1
11,1
12,0
3,5
3,0
Investimenti lordi fissi
15,6
5,0
5,6
2,4
6,6
6,2
Export di beni e servizi
10,2
3,4
0,2
1,7
0,8
0,1
Import di beni e servizi
5,5
7,7
3,7
11,3
4,3
3,8
Origine del PIL (% reale)
Agricoltura
2,2
1,3
1,9
1,8
-0,4
-1,0
Industria
12,0
4,9
0,2
2,7
2,8
1,8
Servizi
7,2
6,0
6,5
4,6
4,2
4,0
Demografia e reddito
Popolazione (m)
28,0c
28,9c
29,0c
29,7c
30,4
31,1
PIL pro-capite (US$ a PPP)
48.722c
50.655c
52.512c
53.992c
54.429
55.343
Indicatori fiscali (% del PIL)
Entrate del settore pubblico
44,5
45,3
41,4
37,3
24,8
25,8
Spesa del settore pubblico
32,9
31,7
35,0
39,7
43,3
37,2
Saldo del settore pubblico
11,6
13,6
6,5
-2,3
-18,5
-11,4
Debito pubblico
11,2c
9,5c
9,4c
9,3c
21,5
30,0
Prezzi e indicatori finanziari
Tasso di cambio SR:US$ (fine periodo)
3,750
3,750
3,750
3,750
3,750
3,750
Tasso di cambio SR:€ (fine periodo)
4,852
4,948
5,172
4,553
3,675
3,750
Prezzi al consumo (media;%)
3,9
2,9
3,5
2,7
2,4
3,5
Prezzi alla produzione (media; %)
4,3
2,5
1,2
1,6c
-1,6
4,9
Tasso di deposito (media; %)
1,2c
1,1c
1,0c
1,1c
1,1
1,7
Conto corrente (US$ m)
Bilancia commerciale
244.775
246.571
222.558
183.862
63.038
86.196
Merci: export fob
364.736
388.37
375.901
342.324
221.787
250.659
Merci: import fob
-119.961
-141.799
-153.344
-158.462
-158.749
-164.464
Bilancia dei servizi
-66.528
-62.357
-64.807
-84.704
-78.115
-78.914
Bilancia dei redditi
9.684
10.989
13.562
16.492
18.869
20.185
Bilancia dei trasferimenti di conto
-29.386
-30.438
-35.869
-38.734
-39.786
-40.983
Bilancia in conto corrente
158.545
164.764
135.443
76.916
-35.994
-13.517
Debito estero (US$ m)
Stock di debito
117.588c
139.825c
155.696c
166.039c
172.165
178.402
Servizio del debito pagato
8.197c
9.951c
11.218c
12.106c
12.939
14.204
Rimborsi di capitale
3.408c
4.426c
5.062c
5.559c
6.002
6.317
Interesse
4.789c
5.524c
6.155c
6.546c
6.938
7.887
Riserve internazionali (US$ m)
Totale delle Riserve internazionali
541.092
656.879
725.725
732.353
662.348
654.324
a Attuale; b Previsioni EIU; c Stime EIU.
Fonte: IMF, International Financial Statistics. Agg. 4 Settembre 2015

Arabia Saudita - Prospettive future

 

Come già rilevato la dinamica della crescita economica rimarrà positiva per il 2014, nonostante una sensibile diminuzione della spesa pubblica che ha toccato il suo massimo nel 2011 (11,4% del PIL) e che si attesta al 5,3% per il 2014. In aumento invece gli investimenti esteri che hanno raggiunto nel 2013 i 29,5 miliardi di dollari.

Secondo le previsioni il trend di crescita economica rimarrà stabile nei prossimi anni, grazie anche a un generale miglioramento anche dei settori industriali non-oil. Per il 2015 si prevede una crescita negativa del settore agricolo (-0,5%), mentre fanno registrare una ripresa le esportazioni di beni e servizi (+3,1%), anche le importazioni sono previste in aumento per il 2015 (+5,3%). Per i settori dell’industria e dei servizi invece è previsto un aumento del 4,5%, trainati da un aumento della domanda interna che si attesta su un +4,1%.

La crescita del tasso di inflazione subirà un rallentamento nel 2015 attestandosi su un 2,6%. Tra i maggiori fattori dell’aumento dei prezzi rimane la forte dipendenza dalle importazioni nel settore alimentare, e il mercato degli affitti (nel Paese c’è una carenza di alloggi). Scarsa invece la correlazione tra i tassi di interesse e l’inflazione, essendo il debito delle famiglie relativamente basso e sussidiato dal governo.

L'export italiano verso il Regno negli ultimi anni (3,7 mld di euro nel 2011; 4,0 nel 2012; 4,5 nel 2013) mostra una tendenza di crescita costante, seppur moderata. Lo scorso anno, l'Italia figurava come secondo partner commerciale di Riad a livello UE per valore dell'interscambio, anche se lo scarto con la Germania resta ancora significativo (nel 2013 l'export tedesco verso l'Arabia Saudita valeva 9,2 mld di euro).

Arabia Saudita - Settori produttivi

 

L’economia saudita, è dominata dal settore petrolifero, che contribuisce in media per il 55% alla formazione del PIL nazionale, al 90% delle entrate di governo e all’80% dei proventi delle esportazioni.
Il settore industriale si basa sulle ampie risorse di idrocarburi ed è fortemente influenzato dagli sviluppi del settore petrolifero. La raffinazione del petrolio negli ultimi anni ha costituito il 25,4% del PIL manifatturiero. Il settore petrolchimico invece, anch’esso in crescita, si basa sul gas distribuito dal Master Gas System e sconta una forte dipendenza dalla produzione di greggio. Gli introiti petroliferi sono stati utilizzati negli anni per il finanziamento di diversi programmi di diversificazione industriale che mirano allo sviluppo del settore non-oil, con l’obiettivo di ridurre la dipendenza dell’economia dal petrolio. I settori che hanno beneficiato maggiormente di tali politiche sono stati l’agricoltura ed industrie tra cui quella del ferro ed acciaio, materiali da costruzione, alimentare, ingegneria, prodotti chimici e fabbricazione di metalli.

Uno dei settori sul quale si concentrano oggi i maggiori sforzi è il settore minerario. Il governo infatti ha in programma di sviluppare tale industria, con l’obiettivo di farne la terza colonna portante dell'economia saudita. Sul territorio nazionale sono presenti infatti, depositi considerevoli di oro, minerali di ferro, rame, argento, uranio, carbone, tungsteno ecc. Le riserve saudite di rame sono stimate a 60 milioni tonnellate metriche, mentre quelle di zinco, la cui produzione annuale è di 3000 tonnellate, solo nel grosso giacimento di Khanaiguiyah sono di 1,9 milioni di tonnellate.

Nuove interessanti opportunità di investimento si aprono in particolare per lo sfruttamento della bauxite e per la creazione di smelter e per la produzione di profilati di alluminio. Strumento operativo per lo svolgimento dell’attività mineraria è la società Saudi Arabian Mining Company "Maaden'', costituita nel 1997.
Dal 1970 in poi, lo sviluppo economico in Arabia Saudita si è basato su piani quinquennali di sviluppo, questi stabiliscono obiettivi per le infrastrutture e lo sviluppo e forniscono una cornice generale di spesa. In anni recenti, tuttavia, i programmi di pianificazione hanno subito ritardi a causa di disaccordi sulle prospettive del mercato del petrolio e della privatizzazione. Il nono piano di sviluppo 2010-2014 ha previsto un ambizioso programma di investimenti infrastrutturali (ferrovie, strade, aeroporti, porti, scuole, università, ospedali, telecomunicazioni, risorse idriche ed energetiche) con un piano di spesa di circa 400 miliardi di dollari.

Arabia Saudita - Interscambio con l'Italia




L'export italiano in Arabia Saudita registrerà una crescita media pari al 9,2% nei prossimi 4 anni 2015-2019. Con performance sopra la media per la meccanica strumentale (+10,3%), le apparecchiature elettriche, metalli, tessile e abbigliamento (+14%), l'arredamento (+13,8%) e altri beni di consumo (+12,4%), trainati dalla performance dei gioielli che da soli contano per oltre 45 miliardi di euro dell'import saudita; mentre le esportazioni italiane attualmente coprono soltanto lo 0,4% di questa domanda.

L'Arabia Saudita è, dopo gli Emirati Arabi, il secondo mercato di riferimento per l'Italia in Medio Oriente, con oltre 4,5 miliardi di euro di beni esportati nel 2013 (+11,4% rispetto al 2012). Metà dell'export tedesco (che ha messo a segno 9 miliardi di euro nel 2013) verso il mercato saudita, ma ben sopra a Francia e Regno Unito (3,6 miliardi) e Spagna (meno di 2,5 miliardi).



NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Arabia Saudita 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 3.497.954.675,00 € 3.160.906.603,00 € 3.998.133.384,00
Importazioni € 4.764.873.559,00 € 6.603.948.614,00 € 7.509.210.246,00

Arabia Saudita - Informazioni di viaggio

Prefisso per l'Italia: 0039

Prefisso dall'Italia: 00966

Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’ora legale)

Passaporto: con una validità residua di almeno sei mesi alla data della partenza.
 
Visto
E’ necessario sia per motivi di turismo che per viaggi d’affari. In quest’ultimo caso è richiesta anche una garanzia da parte di una persona fisica o giuridica saudita (“sponsor”). Il rilascio avviene da parte dell’ambasciata o del consolato saudita in Italia. Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, tuttavia durante il periodo di pellegrinaggio è consigliabile la vaccinazione contro la meningite e l’epatite virale.


Patente
E' richiesta la patente Internazionale (modello convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968).
La patente di guida araba può essere rilasciata ai cittadini italiani a seguito di richiesta dello sponsor. L’esame di guida viene svolto in forma semplificata se si detiene la patente valida sul territorio nazionale.
 
Aeroporti Internazionali
L’Aeroporto Internazionale Re Khalid si trova 35 chilometri a nord della capitale Riad, l’Aeroporto Internazionale di Dhahran è a 13 chilometri a sud ovest di Dhahran nella provincia orientale mentre l’Aeroporto Internazionale Re Abdul Aziz è a 18 chilometri a nord di Gedda. Gli aeroporti sono tutti dotati di servizi di bus, taxi, cambiavalute, banche, punti di ristoro, autonoleggio ed informazioni turistiche.
 
Strutture sanitarie
Le strutture sanitarie ed ospedaliere saudite sono al livello di quelle occidentali. Ci sono numerosi ospedali privati a pagamento per gli stranieri. Si consiglia, pertanto, di stipulare una polizza assicurativa internazionale adeguata che preveda oltre alla copertura delle spese sanitarie anche l’eventuale il rimpatrio o il trasferimento aereo del malato in altro Paese.

Settimana lavorativa
UFFICI PUBBLICI: dal Sabato al Mercoledì dalle ore 7.30 alle ore 14.30
BANCHE: dal Sabato al Mercoledì dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00; il Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 12.00 (gli orari possono variare a seconda che ci si trovi nelle province occidentali, centrali od orientali Paese)
ATTIVITÀ COMMERCIALI: dal Sabato al Mercoledì dalle ore 7.30 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 22.00 (gli orari possono variare a seconda che ci si trovi nelle province occidentali, centrali od orientali Paese)

Carte di credito: Tutte le principali

Principali festività
Il calendario in uso nell’Arabia Saudita per le festività pubbliche è quello dell’Egira e consiste in dodici mesi lunari per un totale di 354 giorni. Le festività ufficiali sono le seguenti:
- l’Eid-Al-Fitr (festa di fine Ramadan) dura circa una settimana fra la fine del nono mese (Ramadan) e l’inizio del decimo mese (Shawwal);
- l’Eid-Al-Adha (festa del sacrificio) dura circa dieci giorni, dal quinto al quindicesimo giorno del dodicesimo mese (Dhu-Al-Hijjah)
- la festa nazionale cade il 23 settembre (data in cui ricorre l’anniversario della fondazione dell’attuale Regno saudita).

Arabia Saudita - Principali indirizzi utili



AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA

Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita
Via G.B. Pergolesi, 9 - 00198 Roma
Tel: +39 06.84.48.51 – Fax +39)06. 85.51.781
ambasciata.saudita@arabia-saudita.it
www.arabia-saudita.it
Sezione consolare
Via Pietro Raimondi, 14 - 00198 Roma
Tel. +39 06. 88.40.807 - 06 85.51.641; Fax +39 06 855 86 58
consolato@arabia-saudita.it
 
AMBASCIATE E CONSOLATI IN ARABIA SAUDITA

Ufficio Economico e Commerciale
Tel.+966 (1) 4881212 (int. 121 oppure int. 127)
Telefax: +966 (1) 4880590
economia.riad@esteri.it
Cancelleria Consolare
Ufficio Visti: consolato3.riad@esteri.it); Telefax: +966 (1) 488 1951
Capo Cancelleria: console.riad@esteri.it

Consolato Generale a Gedda
82, Mohamed Abdul Wahab Street Sharafia District
P.O. Box 215 - 21411 Gedda
Tel. +966 2 6421451 /2 -  6447016 Fax +966 2 6447344
consolato.gedda@esteri.it
www.consgedda.esteri.it/Consolato_Gedda
 
ICE-AGENZIA
P.O.BOX 94324
Mizan Building Olaya Main Road - 11693 RIYADH
Tel: +9661 4659201/ 4659637 - Fax: +9661 4659453
riyad@ice.it
http://www.ice.gov.it/paesi/asia/arabiasaudita/ufficio.htm?sede
 
CAMERE DI COMMERCIO

 
MINISTERI

 
ISTITUTI E AGENZIE NAZIONALI

 
ORGANISMI INTERNAZIONALI 
   
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI