Stampa

SVEZIA

 

 Svenska flaggan

 

 

 

 

 

 

 

Svezia - Informazioni Generali

 

La Svezia, ufficialmente Regno di Svezia è uno Stato dell'Europa settentrionale, nella penisola scandinava.

Superficie: 450.000 km2
La Svezia è il quarto paese europeo in ordine di estensione. La metà della sua superficie è ricoperta di foreste, e meno di un decimo è terreno agricolo. Qualcosa come centomila laghi sono sparsi sul territorio, che è relativamente pianeggiante.

Popolazione: 9,689,555 milioni (2016 Banca Mondiale)
Più dell'85% risiede nella metà meridionale del Paese
 
Capitale: Stoccolma, 917.297 ab. (2015)
Altre città di rilievo:
Göteborg, importante centro industriale e città portuale sul Mare del Nord,
Malmö, centro commerciale e attivo porto marittimo,
Uppsala,
Linköping,
Norrköping,
Västerås.

Lingua: Svedese. Il finlandese e il lappone sono usati da minoranze etniche nel nord.
Religioni: Circa il 73% della popolazione appartiene alla Chiesa Evangelica Luterana di Svezia
Moneta: Corona Svedese (SEK), suddivisa in 100 øre.

Svezia - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
587.143
589.080
567.531
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
61.160
60.750
57.920
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
450.726
458.288
477.252
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
46.950
47.270
48.700
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
578.742
573.818
495.624
Crescita del PIL (% annua)
1,2
2,6
4,1
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
1,1
1,8
2,0
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
1,4
1,3
1,3
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
26,1
25,7
26,3
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
72,5
72,9
72,4
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
43,8
45,0
45,6
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
39,3
40,7
40,8
Investimenti lordi (% del PIL)
22,5
23,3
24,2
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
32,1
31,7
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
16
16
7
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
149,3
156,7
151,5
Gettito fiscale (% del PIL)
26,2
26,3
..
Scambi di merci (% del PIL)
56,7
56,9
56,0
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
1.544
-9.347
16.682
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
..
..
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017 
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

 

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 2,8
2010 6
2015 3,9
2016* 3,3
2017* 2,5
2018* 2,4
2019* 2,3

Svezia - Prospettive future

 

La Svezia delle eccellenze tecnologiche e dello Stato solidale e grande investitore in istruzione e high tech, si conferma nelle previsioni governative, di consueto prudentissime, presentate ad dalla ministra delle Finanze del governo. La Svezia ancora una volta, fornisce un esempio di politica controcorrente di successo, esterna all'eurozona, ma contigua.

La crescita rallenta nel 2017, ma resta sostenuta
I dati economici: la stima di crescita del prodotto interno lordo (Pil) per il 2017 non sono ottimistiche "appena" il 2,2% rispetto al 3,8% del 2016.ma a causa del trend mondiale. Inevitabile: quasi metà del Pil svedese, cioè una percentuale superiore a quelle di Germania o Giappone, viene dall'export manifatturiero industriale e di eccellenza o di prodotti e investimenti internettiani. Il mercato nazionale e scandinavo (la Nordic community dei Cinque, cioè insieme a Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia e Islanda) è troppo piccolo rispetto al potenziale del sistema-paese. Quindi ogni oscillazione dell'economia mondiale colpisce il paese.
 
Per combattere la deflazione e indebolire la valuta, la Banca centrale svedese ha ripetutamente abbassato il tasso pronti contro termine dal luglio 2014, portandolo a -0,5% nel febbraio 2016. L'inflazione ha registrato un rialzo nel 2016 e, stando alle previsioni, tornerà a crescere dell'1,8% nel 2017. La politica monetaria espansionistica ha promosso gli investimenti e i prezzi delle attività.
 
Il debito pubblico oscilla di anno in anno attorno ad appena il 40% del Pil, che suscita invidia alla Germania. Il disavanzo, pur non legato ai duri dettami dell'eurozona visto che la Svezia si tiene la corona, sarà nel 2017 dello 0,7 contro lo 0,8 delle previsioni precedenti.
Su questo scenario, il Ministro delle Finanze svedese ha annunciato nuovi aumenti delle tasse e nuove spese. Per due motivi: primo, garantire il sostegno pubblico a istruzione, alta tecnologia e ricerca, occupazione, con l'obiettivo di divenire nel 2020 il Paese Ue col minor tasso di disoccupazione; che nel 2016 è stato del 6,6%.
 
Al tempo stesso, il governo del premier e leader socialdemocratico Stefan Loefven, per creare più posti di lavoro, promette riforme flessibili del mercato del lavoro, aprendo quindi un tavolo negoziale non necessariamente facile con la LO, i potentissimi sindacati, storicamente spina dorsale del partito di governo.
 

Il tasso di disoccupazione diminuisce

I prezzi delle case e il debito delle famiglie aumentano

 
Situazione anomala, nell'Unione europea. Anche rispetto a Germania e Francia. I segreti del successo? In ordine casuale, secondo fonti della Confindustria svedese. Primo, l'export di qualità sostenuto dalle spese pubbliche per ricerca scientifica, alta tecnologia, location degli studi di qualità e della high tech mondiale come il Karolinska Institutet o le università di Uppsala. Aerospaziale (il super caccia ecologico Gripen contende i mercati all'Eurofighter anglo-tedesco-italiano e ai jet Usa, russi e cinesi, e forte nelle vendite il Rafale francese; aerei-radar low cost ad alte prestazioni e turboelica civili hanno un boom di ordini). Armi del futuro, come le tecniche di cyberwar di forze armate e Saepo (Saekerhetspolisen, il servizio d'intelligence) e i nuovissimi sottomarini invisibili sviluppati da Saab per la Kungliga Marinen contro le frequenti visite della flotta russa, e pronti all'export. Auto premium (Volvo auto ha i cinesi come azionisti di riferimento ma Pechino lascia fare i manager svedesi) con una linea di montaggio Volvo che aprirà in Usa per la nuova limousine superlusso, che fa vacillare Bmw, Mercedes, Audi e Lexus. Internet (Skype e Spotify sono svedesi), startup di ogni genere.
Sovvenzioni pubbliche alla musica rock e alla cultura giovanile che ripagano ampiamente in investimenti. Macchinari industriali. Alta elettronica sia per l'industria sia per il consumatore. E, last but not least, come esempio di tradizioni d'eccellenza, Hasselblad, l'azienda familiare brand delle migliori fotocamere professionali del mondo. Capitalismo in mano a grandi famiglie, come i famosi Wallenberg, ma sono famiglie dalla cultura sia globale sia solidale, concordano qui i commentatori dei grandi media. Per cui la Svezia attira investimenti globali alla grande, nonostante l'alto carico fiscale. Si vede bene nel quartiere chic di Ostermalm dove si sfoggiano grandi griffe o a Soedermalm, la zona di tendenza della vita giovanile con musica fino a tardi:
Il boom crea anche problemi molto seri: Stoccolma, nuova Londra del Nord nella cultura, nella movida e nelle finanze, grazie al boom dell'occupazione giovanile in alte tecnologie e start-up internettiane ha aumentato in pochi anni la popolazione di 400mila persone e oltre: non è facile trovar loro casa, né avere permessi di costruire compatibili con le dure leggi di difesa di foreste e natura. Il boom edilizio fa volare a livelli d'allarme l'indebitamento delle famiglie. Una ragione in più per la Riksbank, la Banca centrale, di continuare a condurre una politica con tassi negativi e piano d'acquisto di titoli. Ma a differenza che nell'eurozona, la crescita vola.
A livello politico, il modello scricchiola. Anche in Svezia come ovunque in Europa, la paura per la marea di migranti rafforza i populisti. Gli Sverigedemokraterna dell'abile giovane demagogo Jimmie Akesson volano nei sondaggi. Il governo di sinistra resta al potere grazie all'appoggio del centrodestra 'per bene' al Riksdag (Parlamento). Una crisi di governo non è da escludere. Ma la Svezia è solida, lavora ed esporta e paga le tasse.
 
Altra nota positiva riguarda la politica ambientale sostenuta dalla Svezia. La progressiva riduzione delle emissioni di gas serra dell’ultimo decennio è uno dei successi tutto svedese, anche grazie all’introduzione della carbon tax e alla partecipazione “all’EU Emissions Trading Scheme”. Risultato: le emissioni di gas a effetto serra per unità di prodotto sono tra i più bassi dell’area OCSE.  

Svezia - Settori produttivi

 

Il fatto che l’economia del paese sia una delle più alte del mondo, unito all’alta qualità dei servizi pubblici pone la Svezia nel novero dei Paesi con gli standard di vita più alti, insieme a Danimarca, Norvegia, Canada, Australia. Il paese ha un moderno sistema di distribuzione, eccellenti comunicazioni interne ed esterne, e una forza lavoro qualificata, grazie anche al continuo flusso di risorse umane altamente specializzate che convergono dall´esterno e che sono dirette in molti casi a posizioni di elevata professionalità.
La forza della moderna economia svedese consiste soprattutto nell'avanzamento tecnologico sia dei settori tradizionali come la chimica, la meccanica, la metallurgia che dei nuovi comparti come ITC, BioTech CleanTech etc. L’innovazione tecnologica è attivamente sostenuta da un consistente flusso di investimenti in R&D (circa il 3,7 del PIL, una delle quote più alte del mondo) e trova applicazioni in molteplici campi della vita quotidiana.

 
Forza lavoro e contributo settoriale al PIL
 
L'agricoltura rappresenta l'1,4% del PIL e impiega il 2% della popolazione attiva. Le principali produzioni agricole includono cereali, prodotti caseari, carne, legno e patate. La produzione agricola svedese garantisce l'autosufficienza alimentare del Paese. La Svezia può contare su ricche risorse naturali: foreste, ferro, piombo, rame, zinco ed energia idroelettrica.
 
Il comparto industriale contribuisce a oltre un quarto del PIL nazionale e impiega quasi un quinto della popolazione attiva. È dominato da gruppi come Volvo, Saab, Ericsson, ABB, AstraZeneca, Electrolux, Ikea, H&M, ecc. Le principali attività manifatturiere della Svezia sono la lavorazione del legno, la carta, le attrezzature elettroniche, la preparazione industriale degli alimenti, i prodotti farmaceutici, ecc. I settori delle nuove tecnologie e delle biotecnologie hanno un'importanza significativa nell'economia.
 
Il settore terziario impiega più dei tre quarti della popolazione attiva e contribuisce alla formazione del PIL per il 73%, trainato dalle telecomunicazioni e dall'attrezzatura informatica.

Svezia - Interscambio con l'Italia

 

Sul piano bilaterale si segnala che le relazioni commerciali sono solide ed in via di ulteriore rafforzamento.
Nel 2016, l’Italia si è posizionata al 12° posto tra i partner commerciali della Svezia per le esportazioni ed all’11° posto per le importazioni, in salita di una posizione rispetto al 2015. Nel quadriennio 2012-2015, le importazioni italiane in Svezia sono cresciute del 21%, mentre le esportazioni svedesi in Italia sono salite del 17%.
 
L’interscambio nel 2015 ha complessivamente superato i 7,2 miliardi di euro.
I dati del 2016 hanno confermato il trend crescente della meccanica: “Altre parti e accessori per autoveicoli”; “Autoveicoli”; “Elettrodomestici”; “Macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l'imballaggio (incluse parti e accessori)”. Accanto ad essi ha preso corpo una più ampia conoscenza e un forte apprezzamento per le eccellenze italiane nel campo della farmaceutica, della robotica, delle biotecnologie, delle nanotecnologie e della ricerca applicata. Vi è quindi un ulteriore potenziale di crescita dell’export italiano nel prossimo biennio, in particolare nei segmenti di alta gamma, grazie alla crescita della disponibilità delle famiglie svedese per i consumi e alle opportunità di rafforzamento della quota di mercato italiano nel settore delle subforniture, trainato dalla ripresa della produzione industriale e, soprattutto, dall’ampio programma di investimenti pubblici varato dall’attuale Governo svedese.
 
Nei primi mesi del 2017, si registra già un implemento nell’interscambio commerciale (import/export) Italia/Svezia, in linea con il trend degli ultimi tre anni.
 
NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III Tabella (Principali prodotti importati in Italia) e IV Tabella (Principali prodotti esportati dall'Italia) sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Svezia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 2.816.368.860,00 € 3.047.985.762,00 € 4.140.451.710,00
Importazioni € 1.649.964.987,00 € 2.105.391.736,00 € 3.978.964.578,00

Svezia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali:

Prefisso per l'Italia: 0039
Prefisso dall'Italia: 0046 (togliere lo 0 dopo il prefisso internazionale) 
8 Stoccolma; 31 Goteborg; 40 Malmo
 
Fuso orario: Stessa ora rispetto all'Italia
 
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità, da poter esibire in caso di richiesta da parte delle autorità locali.
Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen.
A partire dal 4 gennaio il Governo svedese ha temporaneamente reintrodotto i controlli alle frontiere con la Danimarca, anche per quanto riguarda i collegamenti attraverso il ponte sull’ Øresund.
Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.
Qualora in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, si prenda visione dell’Approfondimento “Prima di partire – documenti per viaggi all’estero” sulla home page di questo sito.
Si consiglia - una volta in loco - di recare con sé copia dei propri documenti e titoli di viaggio, conservando gli originali in luoghi custoditi (albergo, etc.).

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.
 
Formalità valutarie: nessuna.
 
Sicurezza 
Si segnala che è possibile contattare gratuitamente i servizi di Pronto Intervento in qualunque Paese dell’Unione Europea, componendo il numero 112 da qualsiasi telefono fisso o mobile.
Il numero 112 è disponibile 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Il servizio, gestito dalle Autorità locali, è offerto nella/e lingua/e ufficiale/i del Paese e spesso anche in una lingua veicolare.

Strutture sanitarie: il livello delle strutture sanitarie è alto, con un buon grado di affidabilità. Per le visite specialistiche i tempi di attesa sono molto lunghi. La maggior parte dei farmaci sono venduti esclusivamente su presentazione di ricetta, rilasciata da medici svedesi. I prodotti sanitari da banco sono sufficientemente reperibili.

Avvertenze: i cittadini italiani che si recano temporaneamente per studio, turismo, affari o lavoro nel Paese (Stato membro dell'Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta Tessera Sanitaria.
Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASL o il sito del Ministero della Salute http://www.salute.gov.it/
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
 
Patente: Italiana
Assicurazione auto: L'assicurazione responsabilità civile è obbligatoria per i residenti e per i visitatori alla guida di un veicolo a motore, compreso un ciclomotore. Non è obbligatoria per i rimorchi.
L'assicurazione italiana è valida anche in Svezia.
Delega a condurre: Si ricorda a chi guida all'estero un'auto non propria che è consigliabile avere una delega a condurre del proprietario con firma autenticata.

Emergenze: 112
Polizia: 112 (11414 per questioni non urgenti)
Ambulanze: 112
Soccorso stradale: 020-912912
Automobile club: www.motormannen.se

Carte di credito: Le maggiori carte di credito sono accettate praticamente dappertutto in Svezia (alcune restrizioni vigono per l'American Express).
NB! Per pagare o ritirare contanti la carta di credito deve avere il chip ed il PIN. Le vecchie carte con soltanto la striscia magnetica non funzionano per queste operazioni.

Orari apertura di banche e negozi
Banche: Le banche in Svezia sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 15. Nelle grandi città sono aperte fino alle 17.00/18.00. Nei piccoli centri si effettua un’apertura fino alle 17 solo una volta alla settimana. L’agenzia dell’aeroporto internazionale di Stoccolma è aperta tutti i giorni dalle 8 alle 21.
I contanti si possono ritirare presso i Bankomat (o “Uttagsautomat”) con carte dei circuiti Visa, MasterCard, Maestro e Cirrus.
Negozi: La maggior parte dei negozi in Svezia rimane aperta dalle 10.00 alle 18.00 nei giorni feriali (negozi grandi di vestiti spesso fino alle 19.00) e fino alle 14.00/16.00 il sabato e nelle grandi città anche la domenica. In alcune grandi città ci sono grandi magazzini che restano aperti fino alle ore 20.00/22.00 e certuni sono aperti anche di domenica.
Molti negozi di alimentari e chioschi (tra l’altro presso le stazioni di benzina) tengono aperto tutti i giorni. Nelle cittadine più piccole negozi e stazioni di servizio chiudono alle 18.00.
Vino, superalcolici e birra forte sono in vendita solo presso i negozi statali “Systembolaget” che normalmente sono aperti da lunedì a venerdì ore 10-18, sabato 10-13 (fino alle 14 in alcune città grandi). Bevande alcoliche possono essere vendute solo a persone con l’età minima di 20 anni. I negozi di alimentari vendono birra leggera a clienti maggiorenni (sopra i 18 anni).
  
Principali festività 2017
Negozi, banche e uffici sono chiusi per le seguenti festività e spesso anche per la loro vigilia (tranne i grandi negozi).
1 gennaio (Capodanno)
6 gennaio (Epifania)
14 aprile (Venerdì Santo)
16 aprile (Domenica di Pasqua)
17 aprile (Lunedì di Pasqua)
1 maggio (Festa del Lavoro)
25 maggio (Ascensione)
6 giugno (Festa Nazionale della Svezia)
24-giugno (Festa di Mezza estate - Mittsommertag)
1 novembre (Tutti i Santi)
25 dicembre (Natale)
26 dicembre (Santo Stefano)

Svezia - Principali indirizzi utili

 

 

AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA
 
Ambasciata di Svezia a Roma
Piazza Rio de Janeiro 3 - 00161 ROMA
Tel. +39 06 44194100; Fax: +39 06 44194760/ 44194761/ 44194762
 
AMBASCIATE/CONSOLATI/ENTI ITALIANI IN SVEZIA
 
Ambasciata d'Italia in STOCCOLMA:
Djurgårdsvägen 174 - 115 21 Stockholm
Tel. +46 (0)8 54567100; Fax. +46 (0)8 6600505
(si riceve solo su appuntamento)

Cancelleria Consolare:
Djurgårdsvägen 176 - 115 21 Stockholm
Tel. 0046 (0)8-5456 7100; Fax 0046(0)8-667 1034
Telefonico di emergenza (funzionante dal venerdì pomeriggio alla domenica sera e durante i giorni festivi) : 0046 703 177 132
 
Consolato Onorario d’Italia  in Göteborg:
Gibraltargatan 17 - 412 58 Göteborg
Tel. 00 46 (0) 31 711 03 81
 
Consolato Onorario in Malmo
Bellevuev, 61 A - 21619 Malmo
Tel: 0046 (0)40 154461 - cell 0046 (0) 70 7980815

Consolato Onorario d'Italia a Umeå
Kiselstråket 19 - 907 42 Umeå
Tel. 0046 (0) 703 27 16 84
 
Consolato Onorario d'Italia a Sundsvall
Skepparplatsen 1 - 851 88 Sundsvall
Tel. 0046 (0)  60 19 34 22
 
Vice Consolato Onorario d'Italia a Luleå
Midsommarvägen 85 - 976 31 Luleå
Tel: 0046 (0) 70 370 50 35
 
Vice Consolato Onorario d'Italia a Karlstad
Dalagatan 5 - 653 42 Karlstad
Tel: 0046 (0) 70 6969325
 
Vice Consolato Onorario d’Italia a Visby
Ravinstigen 7 - 621 58 Visby
Tel: 0046 (0) 737 65 89 28

Istituto Italiano di Cultura: www.iicstockholm.esteri.it
Traduttori autorizzati (http://www.kammarkollegiet.se)
 
CAMERE DI COMMERCIO/ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA
 
Camera di commercio italiana per la Svezia: http://www.italchamber.se/
Camera di Commercio Italo-Svedese: http://assosvezia.it/
Associazione datori di lavoro (Svenskt Näringsliv) confederation of swedish enterprise
Associazione Franchise svedese (Svenska Franchiseföreningen)
 
MINISTERI
 
Ministero dell'Economia e delle Finanze
Ministero degli Affari Esteri
Ministero delle Imprese e innovazione
Ministero dell'Ambiente e della Energia
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI
 
Dipartimento delle dogane svedesi:  http://www.tullverket.se/ 
Sito ufficiale per il turismo : http://www.visitsweden.com/svezia/
National Board of Trade: http://www.kommers.se/In-English/
Agenzia per gli Investimenti: http://www.business-sweden.se/en/invest/
Agenzia delle Entrate Svedese (Skatteverket): www.skatteverket.se
Registro delle imprese (Bolagsverket): www.bolagsverket.se
Brevetti e proprietà intellettuale: https://www.prv.se/en/
Istituto nazionale di statistica: http://www.scb.se/
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI
   
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI