Stampa

TOGO


 

Risultati immagini per animated flag togo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Togo - Informazioni Generali

 

Superficie: 56.785 km2
Capitale: Lomé
Altre città principali: Sokodé, Kara, Kpalimé, Atakpamé
Popolazione: 7.606.374 milioni di abitanti (2016 – Banca Mondiale)
Clima: tropicale, più secco al nord.
Lingua: la lingua ufficiale è il francese, ma sono anche parlate le lingue Ewe e Mina, maggiormente diffuse nel sud, e Kabiyé e Dagomba, maggiormente diffuse nel nord.
Religione: il 51% dei togolesi è di credenza animista. Il 29% (di cui 21% cattolici, 7% protestanti e il rimanente 1% di altre confessioni cristiane) professa la religione cristiana; il resto della popolazione è principalmente di fede islamica. Tuttavia la maggior parte dei togolesi cristiani o musulmani mantiene anche, almeno in parte, il sistema di credenze e di riti tradizionali delle religioni animiste locali.
Moneta: l’unità monetaria del Togo è il Franco (CFA – Communauté Financière Africaine), moneta comune per gran parte dei Paesi dell’Union Economique et Monétaire Ouest-Africaine (UEMOA).

Togo - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
3.461
3.924
3.974
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
500
550
540
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
7.832
9.009
9.685
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
1.130
1.270
1.330
Quota del reddito posseduto da più del 20%
..
..
..
PIL (milioni US $)
4.081
4.483
4.088
Crescita del PIL (% annua)
4,0
5,9
5,4
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
-1,8
3,8
3,5
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
39,7
42,0
40,7
Industria,valore aggiunto (% del PIL)
19,0
19,3
18,7
Servizi, ecc, valore aggiunto (% del PIL)
41,3
38,8
40,7
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
52,7
44,5
42,2
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
72,3
62,9
67,6
Investimenti lordi (% del PIL)
24,6
23,1
20,7
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
22,3
..
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
19
10
10
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
43,2
40,5
42,0
Gettito fiscale (% del PIL)
20,0
..
..
Scambi di merci (% del PIL)
105,2
86,0
82,0
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
196
64
53
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
223,75
208,13
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

Crescita annuale del PIL (%) (blu) 
2005 1,2
2010 4
2015 5,5
2016* 5,4
2017* 5
2018* 5,5
2019* 5,5

(*) Previsioni

A basso reddito (rosso) 
2005 6,6
2010 6,9
2015 4,8
2016* 4,7
2017* 5,6
2018* 6
2019* 6,1

Togo - Prospettive future

 

All'inizio del 2017, il governo ha lanciato un nuovo programma economico ancorato ad un accordo triennale con il Fondo monetario internazionale. Il programma si basa su una grave riduzione della spesa fiscale e maggiori sforzi per mobilitare le entrate pubbliche per ripristinare lo spazio fiscale e ridurre l'onere del debito del paese.
Il governo prevede di attuare una strategia di riduzione della povertà entro il 2017 e una strategia di crescita accelerata, volta a stimolare l'occupazione e l'inclusione economica, rafforzando la governance e riducendo le disparità regionali.
 
Per fare questo, il governo prevede di investire massicciamente nelle infrastrutture di trasporto e di energia, aumentando la spesa sociale.
 
Le prospettive di crescita nel medio termine, tuttavia, restano esposte ai rischi rappresentati dall’aumento dell’instabilità nella regione e dai ritardi nell’adozione di riforme di tipo strutturale. Per garantire la crescita nel lungo termine, il Togo deve ridurre il deficit di bilancio al 3% del PIL entro il 2019 e migliorare la gestione e qualità degli investimenti pubblici.

Togo - Settori produttivi

 

Il Togo presenta nel complesso un'economia povera, gravata da squilibri strutturali sia per quanto riguarda la diversità dei gruppi etnici che popolano il Togo, che non riescono ad amalgamarsi, sia per l'eccessivo peso che riveste tuttora l'agricoltura tra le varie attività produttive. L’economia del Togo è concentrata soprattutto al Sud del paese, comprese le attività finanziarie e commerciali di Lomè e le pianure di fosfato della regione Marittima. La famiglia Gnassingbè, i cui membri hanno detenuto il potere negli ultimi anni, ha cercato di incoraggiare ed intensificare lo sviluppo del Nord, in particolare nella loro regione di origine, ma gli sforzi sono stati pregiudicati dalla mancanza di assistenza esterna. Non vi è stato, di conseguenza, alcun cambiamento significativo sui modelli regionali di sviluppo.

I tre pilastri principali dell’economia del Togo sono l’agricoltura, le miniere di fosfato e il commercio e trasporti. Il settore primario, dominato dall’agricoltura, è dunque la fonte principale di lavoro per circa i due terzi della popolazione e incide per il 42% del PIL. I prodotti alimentari comprendono i due terzi del totale della produzione agricola. La restante produzione proviene principalmente dalle piantagioni di cotone, dalla pesca e dalla silvicoltura. Il settore secondario, che include fosfati, cemento, industria manifatturiera, edilizia ed energia, incide per il 17,7% del PIL e impiega il 12% della popolazione. Il settore terziario, dominato dal commercio e dai trasporti, genera il rimanente 41,6% del PIL ed impiega il 21% della forza lavoro.

Togo - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Togo nel 2016 sono state pari a € 78,5 milioni, in diminuzione rispetto al 2015 (-13,8%), mentre le importazioni sono ammontate a € 38,4 milioni, anch’esse in diminuzione (-2%).
Il saldo della bilancia commerciale è positivo per € 40,1 milioni.

Le principali voci merceologiche del nostro export nel 2016 sono “Derivati del petrolio preparati e miscelati (esclusi prodotti delle industrie petrolchimiche)” per un importo di € 9 milioni (-16,6%), “Macchine automatiche per la dosatura, la confezione e per l'imballaggio (incluse parti e accessori)” per € 7 milioni (+27%) e “Frutta e ortaggi lavorati e conservati (esclusi i succhi di frutta e di ortaggi)” per € 5 milioni (-35%).
I principali comparti del nostro import sono “Piante per la produzione di bevande” per un valore di € 26,6 milioni (+10%), “Pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati mediante surgelamento, salatura ecc.” per € 6,7 milioni (+1,5%) e “Rifiuti solidi non pericolosi” per € 1,4 milioni (-46%).
  

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Togo 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 29.236.286,00 € 59.040.545,00 € 56.378.181,00
Importazioni € 12.306.680,00 € 13.386.113,00 € 21.006.839,00

Togo - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 228 prefisso per il Paese.

Fuso orario: stesso orario del Meridiano di Greenwich; 1 ora indietro rispetto all’Italia (2
ore indietro con l’orario legale).

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi.

 
Visto d’ingresso: necessario. Può essere richiesto alla Rappresentanza Diplomatica del Togo in Italia o alla frontiera, terrestre o aeroportuale; il costo è di 10.000 Franchi C.F.A. circa, con validità di sette giorni, rinnovabile per tutto il periodo di permanenza all’ufficio immigrazione togolese.

Vaccinazioni obbligatorie: febbre gialla.

Settimana lavorativa:
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.30 alle ore 11.30 e dalle ore 14.30 alle ore 16.00.
NEGOZI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore alle 17.30; il Sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
UFFICI PUBBLICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 7.00 alle ore 15.00.

Principali festività:
1° gennaio (Capodanno);
13 gennaio (Giorno della Liberazione);
24 gennaio (Giorno della Vittoria);
27 aprile (Giorno dell`Indipendenza);
1° maggio (Festa del Lavoro);
15 agosto (Assunzione);
24 settembre (anniversario del fallimento dell’attacco dei dissidenti togolesi a Lomè nel 1986)
1° novembre (Ognissanti);
25 dicembre Natale.
A queste si aggiungono altre cattoliche e secondo il calendario musulmano: Id al-Adha; Lunedì di Pasqua; Ascensione; Whit Monday; Id al-Fitr; compleanno del Profeta.

Togo - indirizzi utili

 


Ambasciata d’Italia ad Accra (Ghana) competente per il Togo: www.ambaccra.esteri.it
Chambre de Commerce et d’Industrie du Togo: http://www.ccit.tg/ 
Agence Nationale Pour l’Emploi (ANPE): www.anpetogo.org
Centre de Formalités des Entreprises (CFE): http://cfe-togo.org/ 
Société d'administration de la Zone Franche (SAZOF): http://www.zonefranchetogo.tg/info/
Delegazione unione europea in Togo: http://eeas.europa.eu/delegations/togo/index_fr.htm