Stampa

TURCHIA - Cartina



Turchia - Informazioni Generali

 

Superficie: 814,578 km2 (2.7 volte la superficie dell’Italia) dei quali 790,200 km2 in Asia (Anatolia) e 24,378 km2 in Europa (Tracia)
Popolazione: 76.667.864 (2013)
Capitale: Ankara (4.890,893 ab.)
Principali altre città: İstanbul (13.624.240 ab.), İzmir (3.965.232 ab.), Bursa (2.652.126 ab.), Konya (2.2), Adana (2.108.805 ab.), Denizli (239.698 abitanti).
Lingua ufficiale: Turco; per le attività economico-commerciali sono comunemente utilizzati l’inglese e il francese.
Religione: Musulmani sunniti (80%); Musulmani sciiti (19,8%); Cristiani (0,2%).
Moneta: A partire dal 1° gennaio del 2005, la Nuova Lira turca è la valuta corrente della Repubblica Turca (TRY, anche se in Turchia è popolarmente abbreviata come YTL) ed è suddivisa in 100 Nuovi Kuruþ.

Turchia - Principali Indicatori Economici

 

 

2013
2014
2015
RNL, metodo Atlas (milioni US $)
823.217
824.273
782.796
RNL pro capite, metodo Atlas (US $)
10.800
10.630
9.950
RNL, a parità di potere di acquisto (milioni $)
1.450.408
1.508.115
1.553.133
RNL pro capite, a parità di potere di acquisto ($)
19.030
19.450
19.740
Quota del reddito posseduto da più del 20%
6
..
..
PIL (milioni US $)
823.257
798.782
717.880
Crescita del PIL (% annua)
4,2
3,0
4,0
Inflazione, deflatore del PIL (% annuo)
6,2
8,3
7,4
Agricoltura, valore aggiunto (% del PIL)
8,3
8,0
8,5
Industria, valore aggiunto (% del PIL)
26,6
27,1
26,5
Servizi, ecc., valore aggiunto (% del PIL)
65,1
64,9
65,0
Esportazioni di beni e servizi (% del PIL)
25,6
27,9
28,0
Importazioni di beni e servizi (% del PIL)
32,2
32,1
30,8
Investimenti lordi (% del PIL)
20,6
20,0
18,1
Entrate, escluse le sovvenzioni (% del PIL)
36,1
36,2
..
Tempo necessario per avviare un business (giorni)
7
7,5
7,5
Credito interno fornito dal settore finanziario (% del PIL)
84,2
88,1
92,9
Gettito fiscale (% del PIL)
21,4
21,1
..
Scambi di merci (% del PIL)
49,0
50,0
48,9
Investimenti diretti esteri, raccolta netta (BdP, milioni US $)
12.384
12.523
16.957
Assistenza allo sviluppo e aiuti pubblici ricevuti al netto (milioni US $)
2842,76
3441,78
..
Fonte: World Bank - Aggiornamento 1/02/2017
RNL (Reddito Nazionale Lordo) = GNI (Gross National Income)
PIL (Prodotto Interno Lordo) = GDP (Gross Domestic Product)
Metodo Atlas: metodo di conversione utilizzato dalla Banca mondiale per perequare le fluttuazioni dei prezzi e dei tassi di cambio
BdP (Bilancia dei pagamenti) = BoP (Balance of Payments)

(*) Previsioni

Crescita annuale del PIL (%)
2005 9,5
2010 8,5
2015 6,1
2016* 2,5
2017* 3
2018* 3,5
2019* 3,7

Turchia - Prospettive future

 

Il 2017 potrebbe essere quindi davvero l’anno cruciale. L’anno che potrebbe rivelare quanto il modello economico turco sia compatibile con la fine sostanziale dello stato di diritto e della divisione dei poteri.
 
Il 2017 della Turchia si è aperto sulla scia di un 2016, segnato da una forte instabilità politica interna che, come punto più basso in assoluto, ha avuto il colpo di stato andato in scena la notte del 16 luglio 2016, sventato dalle forze fedeli al presidente Recep Tayyip Erdogan.
 
Il turbolento scenario politico della Turchia - segnato dalla sopracitata ondata di repressione voluta da Erdogan che sin dal giorno immediatamente successivo al mancato colpo di stato ha ordinato un’ondata di epurazioni senza precedenti tra accademici, ricercatori, insegnanti e dipendenti pubblici e dalle minacce del terrorismo islamico - ha così inevitabilmente finito per influenzare la fiducia degli investitori esteri che non vedono più la Turchia come un Paese su cui puntare.
Il dato più emblematico che fotografa la crisi che sta attraversando la Turchia è quello rappresentato dal crollo della lira turca nei confronti di euro e dollaro. Dopo il tracollo del 2016, che ha visto la moneta turca perdere il 16% del suo valore, da inizio 2017 la lira ha fatto registrare un ulteriore perdita dell’8%. Questo dato rende praticamente nulle le prospettive di crescita economica previste per il 2017, con gli investitori esteri che tendono a ritirarsi e con i capitali che scappano alla ricerca di migliori lidi.
In questo contesto la Banca Centrale turca non riesce a offrire risposte rassicuranti - in un quadro contrassegnato dal continuo aumento dell’inflazione e del tasso di disoccupazione -, mostrando difficoltà nell’alzare i tassi di interesse e dare nuovi stimoli all’economia.
Il dato della disoccupazione in Turchia ad ottobre si è spinto dall’11,3% all’11,8%, rispetto al 10,7% di luglio. Dato più alto mai toccato dal marzo 2010 quando la percentuale dei disoccupati era del 12,8%.
Un ulteriore aspetto riguardante l’economia turca che non lascia ben sperare è rappresentato dalla dipendenza di quest’ultima dagli investimenti esteri. L’attuale periodo di incertezza e instabilità ha aumentato il rischio legato ad un eventuale investimento nel mercato turco e allontanato così possibili investitori stranieri.

Turchia - Settori produttivi

 

Turchia - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane in Turchia nel 2016 sono pari a € 9,59 miliardi, in lieve calo sul valore del 2015 (-3,8%), mentre le importazioni sono pari a € 7,47 miliardi, in aumento sul 2015 (+12,4%).
 
La bilancia commerciale è quindi positiva per € 2,12 miliardi.
 
I principali comparti produttivi dell’export sono “Altre parti e accessori per autoveicoli” per un importo pari a € 671,5 milioni, in aumento sul 2015 (+33,1%), “Autoveicoli” per un valore di € 619,6 milioni (+69,7%) e “Prodotti della raffinazione del petrolio” per un importo di € 511 milioni, in calo sul 2015 (-48%).
I principali comparti dell’import sono “Autoveicoli” per 2,44 miliardi (+69,44%), “Altre parti e accessori per autoveicoli” per un valore di € 301,5 milioni (+8,8%) e “Altri alberi da frutta, frutti di bosco e frutta in guscio” per € 295 milioni (-13,9%). 

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Turchia 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 7.468.349.297,00 € 8.434.681.078,00 € 10.411.886.149,00
Importazioni € 4.074.127.814,00 € 4.077.642.743,00 € 6.544.700.107,00

Turchia - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali:
0090 per il Paese;
312 Ankara;
212 Istanbul (parte europea); 216 Istanbul (parte asiatica);
232 Izmir

Fuso orario: 2 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 1 ora avanti rispetto all’Italia.

Documentazione necessaria all'ingresso nel Paese
Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ consentito l’ingresso anche con la sola carta di identità valida per l’espatrio e con una validità minima di 5 mesi per coloro che:
- entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere,  per via aerea e marittima;
- entrano in Turchia, dal confine greco e bulgaro, per via ferroviaria e per via  terra.

E’ invece assolutamente necessario il passaporto, con validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che entrano nel Paese, per via terra e ferroviaria, dai confini del sud-est ed est della Turchia, ovvero dalle frontiere con la Georgia, l’Azerbaigian – exclave del Nakhicevan, l’Iran, l’Iraq e la Siria, (la frontiera con l’Armenia risulta, al momento, chiusa).

Dal 1° gennaio 2015 per coloro che si recano nel Paese per motivi diversi dal turismo è necessario il passaporto, per l’apposizione del relativo visto/permesso di soggiorno da parte delle Rappresentanze Turche in Italia o nel Paese di residenza degli interessati. In questo caso la validità residua del passaporto deve essere di almeno 60 giorni oltre la data di scadenza del visto/permesso di soggiorno.
In ogni caso, il passaporto deve avere almeno una pagina libera, per l’apposizione dei timbri di entrata ed uscita.
Ai titolari di documenti che non presentino le sopra citate caratteristiche non sarà consentito l’ingresso nel paese.

Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visti di ingresso: Il visto per motivi turistici per soggiorni inferiori ai 90 giorni ed il pagamento per l’ingresso nel Paese sono stati aboliti. Alle frontiere viene apposto un timbro sul passaporto o su un foglio separato in caso di ingresso con la carta di identità per controllare che non sia superato il termine massimo di permanenza nel Paese.

L’ingresso nel Paese per motivi turistici è consentito per un periodo massimo di 90 giorni nell’arco di 180 giorni, a partire dal 1° febbraio 2012.

Settimana lavorativa:
UFFICI AMMINISTRATIVI: dal Lunedì al Venerdì ore 8.00/9.00 alle ore 12.00/13.30 e dalle ore 16.00/17.00; in estate e durante il Ramadan l’orario è ridotto fino alle ore 14.00
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e dalle ore 1330 alle ore 17.00
NEGOZI: dal Lunedì al Sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 13.30 alle ore 18.00 o 19.00

Carte di credito: In genere sono accettate nei grandi alberghi, nei negozi più costosi e negli autonoleggi.

Principali festività:
1° gennaio (Primo dell’Anno);
23 aprile (Festa dei bambini);
19 maggio (Festa della gioventù);
30 agosto (Festa della Vittoria);
28 ottobre (mezza giornata di festa);
29 ottobre (Festa della Repubblica);
Seker Bayrami (festa religiosa della durata di 3 giorni dopo la fine del Ramadan);
Kurban Bayrami (festa religiosa della durata di 4 giorni variabili in funzione del calendario islamico).

Turchia - indirizzi utili



AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA
 
Ambasciata della Turchia
Via Palestro 28, 00185 Roma Italia
Tel. +39  39-06-445 94 200; -06 445 941 Fax +39 39 06 494 15 26
 
Office of the Commercial Counsellor
Viale Pasteur 77/8  00144 EUR ROME
Tel: +39 06 5925117 - 06 5922334; Fax: +39 06 5917984
 
Ambasciata della Turchia in Roma Ufficio Cultura e Informazioni
Piazza della Repubblica, 56  00185 ROMA
Tel: +39 06 487 11 90 ; 06 487 13 93  Fax: +39 06 488 24 25
 
Consolato generale di Milano
Via Larga, 19 - 20122 Milano
Tel. +39 02 5821201 - Fax +39 02 582 120 81
Office of the Commercial Attache, Milano
V.C. Battisti 8 20122 Milano
Tel: +39 02 545 6832 Fax: +39 02 545 6325
 
Consolato Generale Onorario a Firenze
Via Dante da Castiglione, 8 – 50125 Firenze
Tel. +39 055 2335560 – Fax +39 055 2306371/2286040
 
Consolato generale Onorario Genova
P.zza R. De Ferrari, 4 - 16121 Genova
Tel. +39 010-2474313 010-2474402 010-2474354 010-2510463
Fax +39 010 2474599
 
Consolato Onorario a Trieste
Piazza dell’Unita d’Italia 7 34121 Trieste
Tel. +39 040 6702711 – Fax +39 040 67027300
 
Consolato Onorario a Venezia
Santa Marta Fabbricato 17 30123 Venezia
Tel. +39 041 52230707; Fax +39 041 2413239
 
Consolato Onorario a Napoli
Via S. Lucia 20 80132 Napoli
Tel. +39 081 5521131; 081 5521992;
Fax +39 081 5511201
 
Consolato Onorario a Bari
Via Abate Gimma, 148-70121
Tel. +39 080 4779111; Fax +39 080 4762056
 
Consolato Onorario a Siracusa
Via Epicarpo 39, 96100 Siracusa
Tel. +39 0931 983446/328;
Fax +39 0931 983446
 
AMBASCIATE E CONSOLATI IN TURCHIA
 
Ambasciata d’Italia - Ankara
Ataturk Bulvari, 118 -06680 Ankara
Tel. (+90 312) 4574200 – Fax (+90 312) 4574280
 
Consolato Generale - Istanbul
Tom Tom Kaptan Sokak, 15 - 80073 Beyoglu
Tel. +90 212 2431024/5244 3259 - Fax +90 212) 2525879
 
Vice Consolato Onorario d'Italia ad Antalya
Eski Lara Yolu, 1513 Sok. No: 11/1  Şirinyalı - Antalya
Tel: +90 242 323 43 64  Fax: +90 242 323 57 14
 
Atatürk Bulvarı Ünsal Han D. 2  İskenderun - Hatay
Tel: +90 326 613 60 91 - Fax: +90 326 617 91 93
 
Gazi muhtar pasa bulvari k.5, n.36
Tel. +903422150274 - Fax  +903422150230
 
ICE-AGENZIA PER LA PROMOZIONE ALL'ESTERO E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE
ICE-Turchia
Lutfi Kirdar Uluslarasi Kongre ve Sergi Sarayi, Darulbedai Cad. No:60 34267 Harbiye - ISTANBUL
Tel. +90 212 3730300 - Fax +90 212 2418223
 
CAMERE DI COMMERCIO
 
Camera di Commercio italiana in Turchia - Istanbul
Mesrutiyet Caddesi No:75 , 34430 Tepebasi - Istanbul - TURKEY
Tel. +90 212 2442268/2494191 - Fax +90 212 2525885
 
Camera di Commercio italiana in Turchia - Izmir
Cumhuriyet Bul. No 123 Kat 5/504 - Alsancak 35220 Izmir
Tel. +90 232 4647747 - Fax +90 232 4630928
 
ISTANBUL TICARET ODASI - (Camera di Commercio Istanbul)
Resadiye Caddesi - 4112 Eminonu - ISTANBUL
Tel. +90 212 4556000 - Fax  +90 212 5131565

MINISTERI
 
Ministero dei lavori pubblici
Vekaletler Cad. No:1 Bakanlıklar / Ankara
Tel: +90 312 410 10 00
 
Ministero degli Affari Esteri 
Dr. Sadık Ahmet Cad. No:8 Balgat / ANKARA - TURKEY 06100 
Tel: +90 312 292 10 00 
 
Ministero delle Finanze
Dikmen Cd 06450 çankaya/ Ankara
Tel: +90 312 415 29 00

Ministero di Scienza, Industria e Tecnologia
 
Ministero di Cultura e Turismo
Atatürk Bulvarı No:29 06050 Opera Ankara - Turkey
Tel: +90.312 309 08 50; Fax +90.312 312 43 59
 
ISTITUTI E AGENZIE NAZIONALI
 
IGEME (TURKISH EXPORT PROMOTION CENTER)
Inonu Bulvari No:36 06510 Emek / ANKARA
Tel  +90 312 4444363
www.igeme.org.tr
 
TOBB (Unione delle Camere di Commercio, Industria e Scambi commerciali di Turchia)
Dumlupınar Bulvarı No:252 (Eskişehir Yolu 9. Km.) 06530 /ANKARA
Tel +90 312 218 20 00  Fax +90 312 219 40 90/91/92/93
 
Mesrutiyet Caddesi, N.46 - 34420 Tepebası - ISTANBUL
Tel. +90 212 2495448/ 2491929 - Fax +90 212 2933783
 
YASED (Associazione per il coordinamento del capitale straniero in Turchia)
Barbaros Bulvari, Morbasan Sokak Koza Is Merkezi, B Blok Kat 3 - 80700 Balmumcu - ISTANBUL
Tel. +90 212 2725094/95 - Fax +90 212 2746664
Necatibey Caddesi N 108 06100 Yucetepe Ankara
Tel: +90 312 2945000; Fax: +90 312 2946877
 
Ufficio delle Dogane
 
Standardizzazione
 
Gazzetta Ufficiale
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI
Rappresentanza Unione Europea
Ugur Mumcu Caddesi 88, 4th floor, 06700 Gaziosmanpasa, Ankara
Tel. +90 312 4598700 - Fax +90 312 446 67 37
 
Enterprise Europe Network in Turkey
 
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI
AKBANK T.A.S.
Sabanci Center 34330 4. Levent – ISTANBUL
Tel: +90 212 3855555; Fax: +90 212 2697787
 
TURKIYE IS BANKASI A.S.
Is Kuleleri Buyukdere Cad.34330 4. Levent - ISTANBUL
Tel: +90 212 3160000; Fax: +90 212 3160900
 
TURKIYE GARANTI BANKASI
Nispetiye Mah. Aytar Cad. N.2 34340 Levent – ISTANBUL
Tel: +90 212 3181818; Fax +90 212 3181888
 
TURKIYE VAKIFLAR BANKASI T.O.A.
Ataturk bulvari n.207 06680 kavaklidere – ANKARA
Tel. +90 312 4557575; Fax: +90 312 4557690-91
 
TURK EXIMBANK
Mudafaa Cad. No.20 06100 Bakanliklar – ANKARA
Tel: +90 312 4171300; Fax: +90 312 4257896