Stampa

TANZANIA


 

 

 


Tanzania - Informazioni Generali

 

Superficie: 945.087 Km² (61.000 km² di acque interne, 2.654 km² Zanzibar).
Popolazione: 49,25 milioni abitanti (2013 – Banca Mondiale)
Città principali:
Dodoma – capitale politica (410,956 abitanti);
Dar es Salaam - capitale commerciale (4,364,541 abitanti).

Altre città: (censimento 2013)
Mwanza (706,453 abitanti);
Tanga (221,127 abitanti);
Zanzibar Town (501,459 abitanti);
Mbeya (385,279 abitanti);
Arusha (416,442 abitanti).

Clima: tropicale sulla costa, semi-temperato all’interno.

Lingua: kiSwahili, Inglese.

Moneta: l’unità monetaria della Tanzania è lo Scellino Tanzaniano (TZS).

Tanzania - Principali Indicatori Economici

 


2011a
2012a
2013a
2014a
2015b
2016b
PIL
PIL nominale in (milioni di US$)
33,562
38,809
44,333
48,03
45,79
42,93
PIL nominale (miliardi di TSh)
52,763
61,434
70,953
79,442
93,88
105,744
Crescita reale del PIL (%)
7.9
5.1
7.3
7.0
6.9
6.8
Spesa sul PIL (% reale)
Consumi privati
8.0
3.2
8.3
5.0c
5.3
5.3
Consumi pubblici
5.3
13.3
18.1
10.7c
10.2
7.2
Investimenti lordi fissi
21.7
1.0
6.7
6.3c
4.5
6.5
Export di beni e servizi
10.1
16.0
0.6
3.7c
3.0
5.0
Import di beni e servizi
25.9
-0.8
11.0
2.0c
2.9
3.2
Origine del PIL (% reale)
Agricoltura
3.5
3.2
3.2
3.4
2.4
3.7
Industria
12.6
4.1
9.8
10.6
4.9
6.3
Servizi
8.2
7.1
7.1
7.2
6.9
7.5
Demografia e reddito
Popolazione (m)
47.1
48.6
50.2
51.8c
53.5
55.2
PIL pro-capite (US$ a PPP)
2,143
2,222
2,343
2,464c
2,552
2,684
Indicatori fiscali (% del PIL)
Entrate consolidate del settore pubblicod
15.2
15.9
14.8
15.7
16.0
16.5
Spesa consolidata del settore pubblicod
20.2
19.5
19.1
19.0
19.8
20.9
Saldo consolidato del settore pubblicod
-5.0
-3.6
-4.2
-3.3
-3.8
-4.3
Debito pubblico
28.8
29.0
30.8
32.0c
35.0
39.5
Prezzi e indicatori finanziari
Tasso di cambio TSh:US$ (fine periodo)
1,572
1,572
1,579
1,724
2,435
2,491
Tasso di cambio TSh:€ (fine periodo)
2,034
2,074
2,177
2,093
2,386
2,491
Prezzi al consumo (fine periodo; %)
19.8
12.1
5.6
4.8
10.9
3.9
Tasso di interesse di prestito (media; %)
15.0
15.5
15.8
15.8
15.2
15.6
Conto corrente (US$ m)
Bilancia commerciale
-4,73
-4,43
-5,771
-5,469
-5,045
-5,415
Merci: export fob
5,098
5,889
5,258
5,448
5,608
6,132
Merci: import fob
-9,828
-10,319
-11,029
-10,918
-10,653
-11,548
Bilancia dei servizi
92
428
704
659
760
863
Bilancia dei redditi
-257
-574
-411
-423
-434
-476
Bilancia dei trasferimenti di conto
293
808
775
477
481
490
Bilancia in conto corrente
-4,602
-3,769
-4,704
-4,756
-4,239
-4,538
Stock di debito
Servizio del debito dovuto
9,94
11,581
13,024
14,269c
15,315
16,645
Rimborsi di capitale
148
168
160
258c
338
397
Interesse
78
81
84
146c
198
228
Stock di debito
69
87
76
112c
140
169
Servizio del debito pagato
261
237
213
365c
467
418
Riserve internazionali (US$ m)
Totale delle Riserve internazionali
3,726
4,052
4,674
4,39
4,048
4,144
a Attuale; b Previsioni EIU; c Stime EIU; d anni fiscali terminano nel mese di giugno.
Fonte: IMF, International Financial Statistics. Agg. 17 Settembre 2015

Tanzania - Prospettive future

 

Il governo ha lanciato un piano quinquennale (2012-16) di sviluppo che si pone come obiettivo quello di portare la Tanzania a diventare un paese semi–industrializzato entro il 2025. I settori verso cui saranno indirizzate le politiche di incentivo sono il comparto delle comunicazioni, edilizia ed elettricità, intermediazione finanziaria.
 
Il governo e il FMI hanno raggiunto, nel luglio del 2014 un accordo triennale di sostegno alla politica (Policy Support Instrument). Il comitato esecutivo del FMI ha completato la prima recensione del nuovo programma sottolineando l’importanza di rafforzare la disciplina del bilancio. C'è un nazionalismo crescente nel modo in cui il governo amministra le risorse naturali del Paese e questo persisterà nel 2015-19.
 
Gli ultimi dati del Ministero delle Finanze indicano che la crescita della spesa una flessione del 4,8% nel primo semestre del 2014/15.
Nonostante una certa ripresa nel livello di sovvenzioni che è sceso di quasi il 50% l’anno da luglio a dicembre 2014 ci si aspetta un aumento del 5,8% del PIL nel 2014/15.
 
Nel giugno 2014 la Tanzania ha ratificato il protocollo che mira a stabilire un'unione monetaria tra i cinque Stati membri dell’EAC nel 2024. Tuttavia, vi sono notevoli differenze strutturali tra le cinque economie, e non è affatto chiaro che l’EAC sia adatto ad una moneta unica, o che alcuni governi, tra cui quello della Tanzania, siano pienamente impegnati nel processo di integrazione. E’ improbabile che gli Stati membri saranno in grado di stabilire un'unione monetaria entro il 2024.

Tanzania - Interscambio con l'Italia

 

Le esportazioni italiane verso la Tanzania sono ammontate a 78,7 milioni di euro nel 2013, in calo del 15% rispetto al 2012, e costituite prevalentemente da prodotti della meccanica strumentale, della metallurgia e da apparecchi elettrici.
 
Le importazioni, pari a 47 milioni di euro, sono invece aumentate del 75% rispetto al 2012 ed hanno riguardato per lo più beni agricoli e alimentari.
 
Le statistiche italiane mostrano che le principali esportazioni verso la Tanzania sono: altri prodotti in metallo; macchine per impiego generale e speciale; articoli di carta e cartone; strumenti e apparecchi di misurazione, prova e navigazione; motori, generatori e trasformatori elettrici; frutta e ortaggi lavorati e conservati; articoli in gomma; macchine per la formatura dei metalli e altre macchine utensili. Le statistiche tanzane mostrano un aumento delle importazioni di: macchine ed attrezzature per l’industria petrolifera e del gas; macchine edili e per movimento terra; autoveicoli e veicoli industriali; materie prime per l’industria; fertilizzanti; prodotti alimentari conservati; prodotti farmaceutici; articoli di carta e cartone; prodotti in plastica; attrezzature ottiche e fotografiche; materiali da costruzione; abbigliamento.

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

Tanzania - Informazioni di viaggio

 

Prefissi internazionali: 00 255 prefisso per il Paese
Fuso orario: 3 ore avanti rispetto all’orario del Meridiano di Greenwich; 2 ore avanti rispetto all’Italia (1 ora avanti con l’orario legale)
Passaporto: necessario, con validità residua di 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese.
Visto d'ingresso necessario, da richiedere prima della partenza presso l’Ambasciata di Tanzania a Roma o presso il Consolato di Tanzania a Milano. Il modulo di richiesta può essere scaricato dal sito web www.tanzania-gov.it. Coloro che, per un qualsiasi motivo non potessero richiedere il visto in Italia, possono ottenerlo anche all’arrivo nel Paese presso i tre aeroporti internazionali tanzani (Dar es Salaam, Kilimanjaro e Zanzibar).

Formalità valutarie: nessuna. L’Euro e i Dollari sono ugualmente accettati e convertibili in valuta locale presso i numerosi Uffici di cambio. Le principali banche che offrono con servizio Bancomat sono: Barclays, NBC, Standard Chartered Bank.
Non esistono particolari restrizioni per l’importazione di valuta. I traveller cheques sono accettati nei principali Hotel di Dar es Salaam, nelle banche ed in alcune agenzie di viaggio della capitale. Le carte di credito non sono molto diffuse e generalmente sono accettate solo nei principali alberghi delle maggiori città. Le più comuni sono Visa, Master Card e Diners Club; spesso viene applicata una commissione su ogni acquisto del 5-10%.

Settimana lavorativa:
UFFICI PUBBLICI: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30
BANCHE: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30, il sabato dalle ore 8.30 alle ore 11.30.
UFFICI POSTALI: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
ATTIVITÀ COMMERCIALI: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30; il Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.30.

Carte di credito: Tutte le principali.

Principali festività:
12 gennaio (Festa della Rivoluzione di Zanzibar);
5 marzo (Festa dell’Unione);
1° maggio (Festa del Lavoro);
7 luglio (Sabasaba);
8 agosto (Festa dell’Agricoltura);
9 dicembre (Festa dell’Indipendenza);
25-26-27 dicembre.
In Tanzania si osserva il mese islamico del Ramadan, i musulmani praticanti osservano il digiuno dall’alba al tramonto, ogni tipo di attività è rallentata e molti uffici chiudono a metà giornata.
Si osservano inoltre Id al-Haj, Maulid e Id al-Fitr che variano secondo il calendario lunare islamico.

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Tanzania 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 56.105.305,00 € 22,00 € 98.497.552,00
Importazioni € 39.505.015,00 € 0,00 € 81.357.006,00

Tanzania - indirizzi utili


Ambasciata della Repubblica Unita di Tanzania: www.embassyoftanzaniarome.info/it/ambasciata
Ambasciata d'Italia DAR-ES-SALAAM: www.ambdaressalaam.esteri.it/
Tanzania Government Portal: www.tanzania.gov.tz
Ministry of Foreign Affairs and International Co-operation: www.foreign.gov.tz
Ministry of Natural Resources and Tourism: www.mnrt.gov.tz
Ministry of Industry and Trade: www.mit.gov.tz
Tanzania Investment Centre: www.tic.co.tz
Zanzibar Investment Centre: www.zanzibarinvest.org