Stampa

VENEZUELA

Venezuela - Informazioni Generali

 

Superficie: 912.050 km2
Popolazione: 30.69 milioni (2014 – Banca Mondiale)
Capitale: Caracas
Altre città principali: Zulia, Carabobo
Clima: Tropicale, più fresco sugli altopiani; la stagione delle piogge dura da maggio a novembre.

Lingua: La lingua ufficiale del paese è lo spagnolo, ma circa 200.000 amerindi parlano il dialetto indiano.

Moneta: L’unità monetaria del Venezuela è il Bolivar (Bs) suddiviso in 100 centimos; a gennaio del 2008 è stata introdotta una nuova moneta il Bolivar Fuerte, nuova denominazione della vecchia moneta alla quale sono stati tolti tre zeri.

Venezuela - Principali Indicatori Economici

 


2011a
2012a
2013a
2014b
2015c
2016c
PIL
PIL nominale in (miliardi di US$)
316,5
381,3
357,2b
504,6
861,3
526,9
PIL nominale (miliardi di BsF)
1.357.5
1.635.5
2.160.3b
3.170.6
5.412.6
9.936.0
Crescita reale del PIL (%)
4,2
5,6
1,3
-2,4
-6,6
-6,2
Spesa sul PIL (% reale)
Consumi privati
4,0
7,0
4,7
-2,4
-9,4
-6,9
Consumi pubblici
5,9
6,3
3,3
0,9
2,5
1,5
Investimenti lordi fissi
4,4
23,3
-9,0
-17,0
-20,0
-20,0
Export di beni e servizi
4,7
1,6
-6,2
-6,2
-0,6
-4,3
Import di beni e servizi
15,4
24,4
-9,7
-12,1
-14,7
-11,3
Origine del PIL (% reale)
Agricoltura
0,6b
3,1b
0,5b
-4,0
1,2
1,5
Industria
3,4
4,7
-0,4
-6,5
-8,0
-8,0
Servizi
4,9b
6,4b
2,4b
0,0
-6,4
-5,7
Demografia e reddito
Popolazione (m)
29,1
29,5
29,9
30,0a
30,4
30,9
Tasso di disoccupazione (media;%)
8,2
7,8
7,5
7,0a
8,1
8,9
Indicatori fiscali (% del PIL)
Reddito non finanziario del Governo centrale
27,9
28,7b
27,9b
27,8
23,9
27,0
Spesa non finanziaria del Governo centrale
39,5
43,3b
38,4b
41,0
40,9
37,8
Bilancio non finanziario di Governo
-11,5
-14,6b
-10,5b
-13,2
-17,0
-10,8
Debito pubblico netto
50,1
50,1b
50,5b
52,4
50,8
44,5
Prezzi e indicatori finanziari
Tasso di cambio BsF- US$ (media)
4,29
4,29
6,05
6,28
6,28
18,86
Prezzi al consumo (media;%)
26,1
21,1
40,6
62,2a
133,3
129,9
Prezzi alla produzione (media;%)
20,8
15,1
32,3
40,4
39,2
34,6
Tasso di interesse di prestito (media;%)
17,2
16,4
15,9
17,2
19,1
22,0
Conto corrente (US$ m)
Bilancia commerciale
46.026
38.031
35.967
30.712
14.173
15.611
Merci: export fob
92.807
97.336
88.958
74.877
47.533
49.448
Merci: import fob
-46.781
-59.305
-52.991
-44.165
-33.36
-33.837
Bilancia dei servizi
-13.725
-15.989
-17.65
-16.395
-15.241
-13.302
Bilancia dei redditi
-7.124
-10.048
-11.788
-9.777
-12.763
-12.162
Bilancia dei trasferimenti unilaterali (aiuti umanitari, aiuti comunitari, etc.)
-790
-978
-1.202
-812
-1.386
-795
Bilancia in conto corrente
24.387
11.016
5.327
3.728
-15.217
-10.648
Debito estero (US$ m)
Stock di debito
110.73
118.927
118.758
109.458
102.25
96.109
Servizio del debito pagato
20.297
22.52
19.783
15.049
13.12
12.453
Rimborsi di capitale
13.798
14.57
12.224
9.21
6.889
6.427
Interesse
6.498
7.951
7.559
5.839
6.231
6.025
Debito servizio dovuto
20.297
22.521
19.783
15.049
13.12
12.453
Riserve internazionali (US$ m)
Totale delle Riserve internazionali
29.889
29.887
21.478
22.086
15.407
13.085
aAttuale; bPrevisioni EIU; cStime EIU.
Fonte: IMF, International Financial Statistics. Agg. 15 Ottobre 2015

Venezuela - Prospettive future

 

La crisi del petrolio ha amplificato il collasso dell'economia venezuelana, che se 7 mesi fa chiudeva il 2014 con un'inflazione del 68,5%, da allora non esiste alcun aggiornamento dei dati ufficiali, ma che dovrebbe tendere al 200% entro l'anno, secondo diverse analisi indipendenti. Tra prezzi amministrati e cambio ufficiale irrealistico (6,3 bolivar per dollaro, quando al mercato nero si scambiano oggi 683 bolivar contro un dollaro), la scarsità di beni è diffusa, forse riguarda 2 beni su 3, mentre chi può mette in salvo i propri risparmi, comprando oro, dollari e azioni.
La Borsa di Caracas sfiora i 15.000 punti, mostrando un incremento del 300% da inizio anno. A differenza di quanto si possa immaginare da una lettura superficiale, il boom è frutto del crac del paese. In sostanza, i venezuelani non comprano titoli perché rappresentativi di un reale valore in ascesa, bensì per proteggersi dall'inflazione, nella speranza che i corsi siano sostenuti dagli acquisti di massa.
La tragedia dell'inflazione non è un fenomeno nuovo. Il livello dei prezzi sta subendo un'accelerazione anche in conseguenza della completa perdita di fiducia dei venezuelani verso la loro moneta. Tutti vogliono disfarsene, perché non credono che essa possa conservare ragionevolmente il potere d'acquisto anche nel breve o brevissimo termine, per cui sono disposti a scambiarla contro assets sicuri, quale che ne sia il loro prezzo o tasso di cambio (nel caso del dollaro).
 
A metà maggio 2015, il cambio tra bolivar e dollaro sfondava la barriera di 300 per la prima volta al mercato nero. Una settimana dopo si arrivava oltre 400 e agli inizi di luglio si oltrepassava in pochi giorni la soglia di 500 prima e di 600 dopo. Ora, il rapporto tra le due valute punta decisamente a 700. Il suo superamento potrebbe essere questioni di ore, forse qualche giorno, molto peggio delle attese degli stessi  già scettici analisti indipendenti. Eppure, il collasso non sembra smuovere il governo di Nicolas Maduro dall'intenzione di tenere invariato il cambio ufficiale, utilizzato solo per importare medicine e generi alimentari, in verità. E prima delle elezioni del 6 dicembre, quando sarà rinnovato il Parlamento, è probabilissimo che non si muoverà foglia, al fine di evitare che la popolazione possa subire ulteriori contraccolpi da una svalutazione del bolivar prossima al 100%. Chissà da qui al voto a quanto sarà arrivato il cambio reale.
 
Il World Economic Outlook dell'FMI, afferma che il PIL del paese sudamericano si contrarrà quest'anno del 10% e di un altro 6% nel 2016. Si tratta di un netto peggioramento rispetto alle precedenti previsioni, quando la recessione economica era attesa al 7% per il 2015. Non va meglio nemmeno sul fronte caldissimo dell'inflazione, che quest'anno dovrebbe attestarsi mediamente al 159% e accelerare nel 2016 al 204%.

Venezuela - Settori produttivi

 

Il paese gode di un’elevata disponibilità di risorse naturali. Altri settori con un potenziale economico sono quelli delle infrastrutture, del turismo, dell’agricoltura e della metallurgia. Tuttavia, l’interventismo economico del governo e l’incertezza regolamentare limitano le potenzialità del paese e rappresentano delle criticità per gli operatori stranieri.

Il petrolio ha un ruolo dominante nell’economia venezuelana sin dagli anni ‘20, circa il 90% dei proventi delle esportazioni del paese sono generati dalla vendita di petrolio e derivati e le entrate fiscali derivanti dal settore erano pari a quasi il 50% del totale. Tale situazione si è radicata in parte anche per la mancanza di capacità, da parte dei governi che si sono succeduti, di intraprendere riforme fiscali strutturali. Da sempre l’impatto delle attività petrolifere sui consumi e gli investimenti interni è stato notevole, in quanto determinati dai livelli dei prezzi e della produzione del petrolio.
Le industrie sono poco competitive, le uniche eccezioni sono rappresentate da quelle statali ad alto apporto di capitali localizzate nella parte orientale del paese.

L’agricoltura contribuisce a meno del 4% del PIL. Il suo sviluppo è stato contenuto da fattori quali scarsi investimenti in tecnologia, tassi di cambio costantemente sopravalutati ed interventismo statale. Il Venezuela non è autosufficiente in molti ambiti dell’agricoltura ed importa la maggior parte dei generi alimentari, soprattutto da Bolivia, Canada, Colombia e Stati Uniti.

Venezuela - Interscambio con l'Italia

 

L’interscambio commerciale nel primi 4 mesi del 2014 tra l’Italia ed il Venezuela ha registrato un valore pari a 200,5 milioni di Euro, in diminuzione del -23,1% rispetto allo stesso periodo del 2013, dovuto principalmente alla contrazione dell’import italiano pari al -60,5%.
Le nostre esportazioni verso il Venezuela nel sopraindicato periodo sono state pari a 188,1 milioni di Euro a fronte di importazioni in Italia dal Venezuela per un valore di circa 12,3 milioni di Euro. Il saldo della Bilancia Commerciale ha evidenziato nello stesso periodo un surplus a favore dell’Italia di circa 175,8 milioni di Euro.
Analizzando le componenti merceologiche si evidenzia che nel periodo in esame si sono avute flessioni nelle esportazioni verso il Venezuela in 16 delle 27 voci merceologiche.

Determinante per la contrazione rilevata dal nostro import nel periodo in esame è stato il risultato negativo evidenziato dal settore prodotti della metallurgia, le cui importazioni sono calate del -97,5% passando dai 20,5 milioni di Euro del 2013 ai 519 mila Euro del 2014.
Per quanto concerne le nostre esportazioni nel periodo in oggetto evidenziamo che al primo posto risultano i macchinari e le apparecchiature con un importo pari a 84,9 milioni di Euro pressoché identiche a quelle riportate nello steso periodo del 2013 per 83,9 milioni di Euro.

Al secondo posto, con un importante aumento del +2.716,9%, si colloca il settore del prodotti della metallurgia con un valore di 41,3 milioni di Euro.
Settore quest'ultimo che è stato determinante nella contrazione rilevata dal nostro import nel periodo in esame a seguito del risultato negativo evidenziato dai prodotti della metallurgia, le cui importazioni sono calate del -97,5% passando dai 20,5 milioni di Euro del 2013 ai 519 mila Euro del 2014.
C’è stata la flessione del -60,4% rilevata nei prodotti alimentari che con passati dai 13,8 milioni di Euro del 2013 ai 5,4 del 2014.

NB:
I dati della I e II Tabella (Interscambio Italia/Paese) sono aggiornati trimestralmente in concomitanza con le pubblicazioni trimestrali dell'ISTAT.
I dati della III (Principali prodotti importati in Italia) e IV (Principali prodotti esportati dall'Italia) Tabella sono aggiornati annualmente in concomitanza con le pubblicazioni dell'ISTAT.

 

Mercati a Confronto

Interscambio Italia - Venezuela 2013
Gen - Dic
2012
Gen - Dic
2011
Gen - Dic
Esportazioni € 594.077.690,00 € 966.518.476,00 € 729.508.125,00
Importazioni € 58.151.543,00 € 189.535.085,00 € 408.410.794,00

Venezuela - Informazioni di viaggio

 

Prefisso internazionale:
0058 prefisso per il Paese;
2 Caracas;
81 Barcelona;
41 Valencia

Fuso orario: 4 ore indietro rispetto all’orario del meridiano di Greenwich; 5 ore e 30' indietro rispetto all’Italia (6 ore e 30' indietro con l’orario legale).

Misure: È in vigore il sistema metrico. Le misure usate localmente in agricoltura fanno riferimento alla “arroba”: 1 arroba=11,5 Kg.

Visto: Non necessario per motivi di turismo per un periodo massimo di 90 giorni con proroga per un periodo analogo. È richiesta la compilazione di un apposito formulario di ingresso (Tarjeta de Turismo) rilasciato dalle Rappresentanze diplomatico-consolari venezuelane all’estero e dalle compagnie di trasporto aereo autorizzate dall'Ente Venezuelano del Turismo.

Passaporto: Necessario con validità residua di almeno sei mesi dalla data di arrivo nel Paese.

Patente: Italiana

Settimana lavorativa:
UFFICI: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle 12.00 e dalle ore 14.00 alle 18.00
BANCHE: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 16.30
NEGOZI: dal Lunedì al Sabato dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Carte di credito: Vengono accettate le carte di credito internazionali ed i Bancomat del circuito “Maestro”.

Situazione sanitaria:
Le strutture ospedaliere pubbliche non rispecchiano gli standard europei. I costi delle strutture sanitarie private sono molto elevati. A volte si registrano carenze di farmaci e di supporti terapeutici.

Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento del malato in altro Paese.
Si sono riscontrati focolai di ameba, epatite virale e mal di “Chagas”, infezione causata dal parassita “Tripanosoma Cruzi”. La febbre dengue è presente in particolare nell'area caraibica e sub-tropicale ed assume forma epidemica in Venezuela, Paese tra i più colpiti dell'America Latina.

Festività 2015
1° gennaio Capodanno
16-17 febbraio Carnevale
2-3 aprile Giovedì e Venerdì Santo
19 aprile Proclamazione dell'Indipendenza venezuelana
1° maggio Festa del Lavoro
24 giugno Battaglia di Carabobo
5 luglio Giorno dell'Indipendenza venezuelana
24 luglio Nascita Simón Bolívar
12 ottobre Festa della resistenza indigena
1° novembre Ognissanti
24 dicembre Vigilia di Natale
25 dicembre Natale
31 dicembre Vigilia di Capodanno

Venezuela - indirizzi utili


AMBASCIATE E CONSOLATI IN ITALIA

Ambasciata del Venezuela
http://www.ambavene.org/

AMBASCIATE E CONSOLATI IN VENEZUELA

Ambasciata d'Italia a Caracas
http://www.ambcaracas.esteri.it/Ambasciata_Caracas
Consolato Generale d'Italia a Caracas (Distretto Federale)

Consolato d’Italia a Maracaibo (Stato ZULIA)
ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane

Cámara de Comercio Venezolano – Italiana (CAVENIT)
http://www.cavenit.com/
Camara de Comercio, Industria y Servicios de Caracas
Cámara de Comercio e Industria de Paraguaná (CACOINPAR)
Cámara Empresarial Zona Industrial de Maracaibo y San Francisco (CEZIMAR)
Camara de Fabricantes Venezolanos de Productos Automotores (FAVENPA)
Cámara Nacional de Comercio de Autopartes (CANIDRA)
Camara Nacional de Empresas de Telecomunicaciones y Afines (CANAEMTE)
Camara Venezolana de Empresas de Tecnologias de la Informacion (CAVEDATOS)
Camara Venezolana de la Construccion
Cámara Venezolana de la Industria Eléctrica (CAVEINEL)
Cámara Venezolana de Ventilación, Aire Acondicionado, Refrigeración y Afines (VENACOR)
Camara Venezolana de la Industria de Alimentos (CAVIDEA)
Cámara Venezolana del Envase (CAVENVAS)
Cámara de la Industria del Vidrio, Cerámica y Refractario (CINVICRE)
Federación de Cámaras y Asociaciones de Comercio y Producción de Venezuela (FEDECAMARAS)
Confederacion Nacional de Asociaciones de Productores Agropecuarios - (FEDEAGRO)
Confederación Venezolana de Industriales (CONINDUSTRIA)
Asociación Venezolana de la Industria Química y Petroquímica (ASOQUIM)
 
MINISTERI

Ministerio Poder Popular Relaciones Exteriores: http://www.mre.gov.ve/
Ministerio Poder Popular Agricultura y Tierras: http://www.mat.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Alimentación: http://www.minpal.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Ciencia, Tecnología e Industrias Intermedias (MCTI): http://www.mcti.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Energía y Petróleo: http://www.menpet.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Educación: http://www.me.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Comercio: http://www.mincomercio.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Vivienda y Hábitat: http://www.mvh.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Comunicación y la Información: http://www.minci.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Turismo: http://www.mintur.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Cultura: http://www.mincultura.gob.ve/mppc/
Ministerio Poder Popular Trabajo y Seguridad Social: http://www.minpptrass.gob.ve/
Ministerio Poder Popular el Ambiente: http://www.minamb.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Comunas y Protección Social: http://www.mpcomunas.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Salud: http://www.mpps.gob.ve/
Ministerio Poder Popular Planificacion y Finanzas: http://www.mppef.gob.ve/
 
ISTITUTI, ENTI, AGENZIE NAZIONALI

Consejo Nacional de Promocion de Inversiones (CONAPRI)
Comision Nacional de Telecomunicaciones (CONATEL)
Instituto Nacional de Estadistica (INE)
Servicio Autonomo Nacional de Normalización, Calidad, Metrología y Reglamentos Técnicos (SENCAMER)
Standardizzazione e normazione
Comité de Electricidad de Venezuela (CODELECTRA)
Instituto Venezolano de Siderurgia (IVES)
Servicio Nacional Integrado de Administración Aduanera y Tributaria (SENIAT) Dogane
Corporacion Venezolana de Turismo (CORPOTURISMO)
Superintendencia Nacional de Auditoría Interna (SUNAI)
Superintendencia de inversiones extranjeras (SIEX)
Soprintendenza per gli investimenti stranieri
Instituto Nacional de Transporte Terrestre (INTT)
 
ORGANISMI INTERNAZIONALI

Delegación de la Unión Europea en Venezuela
Instituto Interamericano de Cooperación para la Agricultura (IICA) - Venezuela
Inter-American Development Bank – Venezuela
World Bank in Venezuela
 
PRINCIPALI ISTITUTI BANCARI

Asociación Bancaria de Venezuela
Banco Mercantil
Banco Central de Venezuela
Banco de Venezuela
BBVA Banco Provincial
Banco Nacional de Crédito
Banco Agrícola de Venezuela
Banco del Tesoro
Banco Exterior
Banco Guayana
Banco Internacional de desarrollo C.A.
Banco Occidental de Descuento
Bolsa de Valores de Caracas